Bussola

Consorzi e società consortili

09 Settembre 2013 |

Sommario

Il contratto di consorzio | Consorzi con attività interna e consorzi con attività esterna | La struttura del consorzio | Consorzi e figure affini | Autonomia patrimoniale del consorzio | Le società consortili | La disciplina delle società consortili | Riferimenti |

 

Il contratto di consorzio è un contratto formale e deve essere stipulato per iscritto a pena di nullità.
Deve contenere tre indicazioni essenziali: la determinazione dell’oggetto del consorzio; la determinazione degli obblighi assunti dai consorziati; la determinazione degli eventuali contributi dovuti dai consorziati per il funzionamento del consorzio stesso. Più in particolare, esso deve indicare: l’oggetto e la durata del consorzio; la sede dell'ufficio eventualmente costituito; gli obblighi assunti e i contributi dovuti dai consorziati; le attribuzioni e i poteri degli organi consortili anche in ordine alla rappresentanza in giudizio; le condizioni di ammissione di nuovi consorziati; i casi di recesso e di esclusione; le sanzioni per l'inadempimento degli obblighi dei consorziati. Il contratto di consorzio è sottoposto ad una durata determinata, che può essere liberamente stabilita dalle parti. In mancanza di determinazione, il consorzio è valido per dieci anni. Generalmente, quello di “consorzio” è considerato un contratto “aperto”: ciò presuppone che qualsiasi nuovo imprenditore potrà aderire al contratto di consorzio senza che la sua accettazione debba passare per il consenso di tutti i consociati, seppur nel rispetto delle condizioni necessariamente previste nel c...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento