Bussola

Contratto preliminare

Sommario

Inquadramento | Termine per la stipula del contratto definitivo | Inadempimento e nullità del contratto preliminare | Registrazione e trascrizione dei contratti preliminari | Credito per mancata esecuzione di contratti preliminari | Ipoteca sul bene oggetto di contratto preliminare | Aspetti di natura fiscale | Rimborso imposta di registro | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

  Con il contratto preliminare, entrambi i contraenti si obbligano a stipulare, entro una certa data ed a determinate condizioni, il contratto definitivo di compravendita. Nascono così, da tale accordo preliminare, seppur concluso privatamente, degli impegni giuridicamente validi e pienamente vincolanti per le parti e, come tali, addirittura eseguibili forzatamente con l'intervento del giudice. Il contratto preliminare, pur inserendosi nella fase delle trattative, si distingue da esse in quanto è un contratto in sé perfetto anche se svolge una funzione preparatoria per il contratto definitivo. Nel caso in cui la parte obbligata a prestare il consenso non adempia, l'altra parte può rivolgersi al giudice oppure chiedere la risoluzione del contratto preliminare.   In evidenza: minute Il contratto preliminare va tenuto distinto dalle cd. minute che documentano gli accordi già raggiunti, fino ad un determinato momento, nelle trattative in corso; tali accordi non sono vincolanti per le parti, ma assumono solo il valore di promemoria per l'ulteriore svolgimento delle trattative.   Nel contratto preliminare le parti interessate sono il promittente (ad esempio, il venditore) e il promissario (ad esempio, il compratore). Per cui, è promittente colui che si obbliga verso terzi median...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento