Bussola

Crediti prededucibili

24 Maggio 2018 |

Sommario

Inquadramento | Le modalità di accertamento: la regola della necessaria sottoposizione al procedimento di verifica | Le eccezioni alla regola della sottoposizione dei crediti prededucibili al concorso formale | Le modalità di pagamento | Somme utilizzabili per il pagamento | La misura del soddisfacimento | Le risorse finanziarie per il pagamento: il conflitto fra crediti prededucibili e crediti ipotecari |

 

I c.d. debiti di massa sono pur sempre debiti dell'imprenditore e, in quanto tali, devono essere soddisfatti con il ricavato della liquidazione dei beni dell'imprenditore medesimo senza subire alcuna falcidia, nonché prima ed a preferenza del pagamento dei crediti sorti anteriormente all'apertura della procedura concorsuale. Per i crediti prededucibili è prevista insomma, nelle parole della giurisprudenza, “una modalità di pagamento che impone il prelievo di somme dall’attivo fallimentare prima di ogni altra operazione di pagamento al fine di fornire alla procedura il credito e la liquidità indispensabili per il suo svolgimento e la sua gestione”; sicchè la prededuzione “sottrae il credito cui essa è attribuita al concorso con gli altri crediti anteriori, con la conseguenza che il credito va pagato non solo comunque per intero, anche in mancanza di beni oggetto del privilegio, ma anche prima dei tempi ordinari di riparto, e prima del pagamento dei crediti concorsuali sforniti di prededucibilità” (così Trib. Milano, 29 maggio 2013, inedito). In questo senso la prededuzione “assicura una garanzia generale su tutto il patrimonio del debitore, relegando i creditori anteriori al ruolo di subordinati” (Stanghellini, Le crisi di impresa fra diritto ed economia. Le procedure di insolv...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento