Bussola

Diritti camerali

Sommario

Inquadramento | Misure del diritto camerale | Casi particolari di versamento | Termini e modalità di pagamento | Ravvedimento operoso | Modalità di pagamento | Riferimenti |

 

Il Ministero dello Sviluppo Economico ogni anno stabilisce le misure del diritto camerale annuale con proprio decreto.   Con Nota del 15 novembre 2016, Prot. n. 359584, il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto le nuove misure del diritto annuale per l’anno 2017 - secondo le previsioni del combinato disposto degli gli artt. 2 - 6 Decreto interministeriale 21 Aprile 2011 e dell’art. 28, comma 1, D.L. n. 90/2014, dovuto alle Camere di Commercio da parte delle imprese iscritte o annotate nel Registro delle imprese e nel REA, in applicazione dell’art. 18, commi 4 e 5, della Legge n. 580/1993, così come modificato dal D.Lgs. n. 23/2010.   Il diritto va versato per intero, anche nel caso in cui l’iscrizione duri soltanto per una parte dell’anno. Destinataria è la Camera di commercio nella cui circoscrizione territoriale è ubicata la sede dell’impresa o della società.   Nell’ipotesi in cui l’impresa abbia più sedi oltre la sede principale, l’importo del diritto camerale dovuto per ogni sede succursale è pari al 20% di quello dovuto per la sede principale, e va versato in favore di ciascuna delle Camere di Commercio competenti per territorio.   La stessa regola si applica a ognuna delle eventuali “succursali” e a ciascun dislocamento in Italia di imprese con sede legale all’es...

Leggi dopo