Bussola

Impresa artigiana

02 Gennaio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Le definizioni principali | Limiti dimensionali | Albo delle imprese artigiane | Iscrizione, revisione ed accertamenti d'ufficio | Ulteriori obblighi di inizio attività | Aliquote 2016 per i contributi INPS | Premi INAIL artigiani | Organi di rappresentanza e di tutela dell'artigianato | Determinazione del reddito per cassa | Riferimenti |

 

  La Legge quadro n. 443/1985 ha fissato i criteri fondamentali entro i quali le Regioni possono emettere provvedimenti a favore degli artigiani. In ogni caso, l'imprenditore artigiano può essere titolare di una sola impresa artigiana.   La Legge definisce come artigiana l'impresa che, esercitata dall'imprenditore artigiano nei limiti dimensionali, abbia per scopo prevalente lo svolgimento di un'attività di produzione di beni, anche semilavorati, o di prestazioni di servizi, escluse le attività agricole e le attività di prestazione di servizi commerciali, di intermediazione nella circolazione dei beni o ausiliarie di queste ultime, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, salvo il caso che siano solamente strumentali e accessorie all'esercizio dell'impresa.   Si definisce imprenditore artigiano colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare l’impresa artigiana, assumendone la piena responsabilità.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >