Bussola

Liquidazione d'azienda

12 Ottobre 2015 | ,

Sommario

Profili giuridici della liquidazione | Lo scioglimento della società | La liquidazione della società | L’estinzione della società | Revoca dello scioglimento nelle società di persone | Revoca della liquidazione nelle società di capitali | Profili contabili della liquidazione | Riferimenti |

 

La dottrina e la giurisprudenza hanno cercato di definire la liquidazione distinguendo, innanzitutto, la liquidazione cosiddetta volontaria, processo stragiudiziale determinato dalla volontà dei soci e regolato dal codice civile nel loro interesse; da quella forzata, che dipende da cause di forza maggiore, quali impedimenti di legge e procedure concorsuali. "In altri termini, con la liquidazione, non si ha né l'estinzione dell'ente né un mutamento dell’oggetto sociale, ma solo l’arresto delle attività che si svolgevano per conseguire l’oggetto sociale, con il correlativo mutamento dello scopo, che non è più quello di produrre degli utili, ma quello di realizzare i risultati dell'attività precedente e di ripartire il netto ricavo, ove esiste, tra i soci".   La liquidazione ha come scopo principale quello di rendere liquido il patrimonio aziendale, quindi realizzare l’attivo, estinguere le passività e distribuire l’eventuale residuo attivo ai soci in proporzione alla loro quota di partecipazione al capitale sociale, anche attraverso l’assegnazione di eventuali beni o crediti residui.   La liquidazione della società e il suo scioglimento sono regolate dal codice civile secondo norme differenti a seconda che si tratti di società di persone o di società di capitali. Il codice civ...

Leggi dopo