Bussola

Nuova proposta di concordato

Sommario

Inquadramento | “Nuova proposta” di concordato versus “modifica della proposta” di concordato: qual è il discrimen? quali gli effetti sulla procedura? | Termini e modalità per la presentazione di una nuova proposta: fino a quando si può rinunciare? È necessario il consenso dei creditori istanti il fallimento? | Nuova proposta e abuso del diritto: quando la “nuova proposta” è in realtà una mera modifica della proposta precedente | Consecutio tra la procedura di concordato oggetto di rinuncia, quella instaurata ex novo e l’eventuale successivo fallimento | Riferimenti |

 

La proposizione di una nuova domanda di concordato a seguito di rinuncia della precedente è una facoltà riconosciuta, in linea generale, al debitore concordatario, seppure entro certi limiti.   Il primo “limite” riguarda l’ambito temporale entro cui la rinuncia ed il deposito della nuova domanda si devono collocare. Al riguardo, giurisprudenza e dottrina si dividono tra coloro che ritengono applicabile alla rinuncia i medesimi termini preclusivi della modifica ex art. 172 l. fall. (15 giorni antecedenti l’adunanza) e coloro che ritengono possibile la rinuncia sino al termine del procedimento di omologa, fermo restando che la soluzione fatta propria da tale ultimo orientamento, alla luce delle modifiche introdotte dal D.L. n. 83/2015, pare percorribile soltanto in assenza di proposte concorrenti.   Il secondo “limite” riguarda i profili “procedurali”; e in questo senso ci si è chiesti se la rinuncia debba essere o meno accettata da eventuali creditori istanti per il fallimento della debitrice. Anche sotto questo profilo, si sono delineati due orientamenti contrapposti: l’uno che, ponendo enfasi sulla natura di domanda processuale del ricorso di concordato, ha ritenuto che l’accettazione della rinuncia sia necessaria ai sensi dell’art. 306 c.p.c.; l’altro che, mettendo in risal...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Su Modifica della proposta di concordato

Concordato preventivo: modifica della proposta (e del piano)
di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Vedi tutti »