Bussola

PCT nelle procedure concorsuali

25 Gennaio 2016 |

Sommario

Inquadramento | L'istruttoria prefallimentare | PEC degli organi delle procedure, comunicazione al registro delle imprese e conservazione dei messaggi PEC | Le comunicazioni degli organi della procedura | Le comunicazioni del curatore fallimentare | Il deposito degli atti in cancelleria | La verifica dello stato passivo | Il concordato preventivo |

 

Le procedure concorsuali sono state oggetto di importanti evoluzioni ad opera delle disposizioni dettate negli ultimi anni in materia di processo civile telematico. In primo luogo, è stata profondamente innovata la modalità di notificazione della fissazione dell’udienzaprefallimentare, per agevolare – tramite presunzioni di conoscenza - l’instaurazione del contraddittorio. In secondo luogo, il legislatore ha avvertito l’esigenza di rendere maggiormente agevoli e veloci l’importante numero di comunicazioni che la legge fallimentare (r.d. 16 marzo 1942, n. 267) e il d.lgs. n. 270/1999 pongono a carico del curatore nel fallimento, del commissario giudiziale nel concordato preventivo, del commissario liquidatore nelle liquidazioni coatte amministrative e del commissario giudiziario nelle procedure di amministrazione straordinaria (di seguito, in generale e per brevità: organi delle procedure). Le comunicazioni erano, infatti, precedentemente effettuate o con invio di lettera raccomandata (con conseguenti costi, tempi dovuti al reperimento delle cartoline di ricevimento, incertezze in ordine all’effettivo buon esito della comunicazione) ovvero tramite deposito in cancelleria (con conseguente importante afflusso di pubblico alle stesse per la consultazione degli atti) (cfr. sul punt...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento