Bussola

Plusvalenze

28 Aprile 2014 | ,

Sommario

Introduzione | Determinazione della plusvalenza | Trattamento fiscale plusvalenze patrimoniali | Casi particolari | Effetti della tassazione rateale delle plusvalenze sulla contabilità | Riferimenti |

 

  Scheda in fase di aggiornamento autorale di prossima pubblicazione   Le plusvalenze sono componenti positivi di reddito, collocate nel Conto Economico del bilancio, derivanti da:         Cessione a titolo oneroso di immobilizzazioni materiali, immateriali, finanziarie ad un valore superiore rispetto al loro valore contabile;         Indennizzi ricevuti (ad esempio da assicurazioni) per perdita o danneggiamento dei beni di valore superiore rispetto al loro valore residuo;         Assegnazioni ai soci o ad attività estranee a quella d’impresa per un valore superiore al loro valore residuo. In base alla loro origine possono essere distinte in:         Plusvalenze ordinarie se derivanti dalla cessione di beni, rientranti nella gestione caratteristica dell’impresa, che hanno esaurito la loro utilità;         Plusvalenze straordinarie se derivanti da cessioni di beni nell’ambito di operazioni di ristrutturazione aziendale o riconversione produttiva o comunque di beni non impiegati direttamente nell’attività caratteristica dell’azienda.

Leggi dopo