Bussola

Societa tra avvocati

18 Giugno 2014 |

Sommario

Costituzione | Adempimenti pubblicitari | Funzionamento della STA | Responsabilità | Cancellazione dall’albo e procedure concorsuali | Disciplina fiscale | Riferimenti |

 

Requisiti dei soci e situazioni di incompatibilità L’art. 21 del D. Lgs. n. 96/2001 stabilisce che i soci della società tra avvocati devono essere in possesso del titolo di avvocato, pertanto essi possono essere solo persone fisiche (indipendentemente dal fatto che siano o meno stranieri). Viene inoltre precisato che la partecipazione ad una STA è incompatibile con la partecipazione ad altra STA, e tale incompatibilità si applica fino alla data in cui la dichiarazione di recesso produce i suoi effetti, ovvero per tutta la durata della iscrizione della società nell'albo. Infine, il socio che è stato cancellato o radiato dall'albo viene escluso dalla società, e la sospensione rappresenta una causa legittima di esclusione dalla società.   In evidenza: particolari fattispecie Una tesi ammette che un avvocato possa contemporaneamente esercitare la sua attività in proprio e partecipare ad una STA.
Le STA non possono invece costituire una società multidisciplinare, poiché altri professionisti non sono legittimati a parteciparvi, proprio perché non hanno la qualifica di avvocato.   Tipologia di società
La disciplina di riferimento della STA è quella della s.n.c., poiché tutto ciò che l’art. 16 del D.Lgs. n. 96/2001 non ha espressamente disciplinato, vi viene rinviato.   ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento