Bussola

Soddisfazione non integrale dei creditori con prelazione: condizioni

03 Maggio 2016 | ,

Sommario

Inquadramento | La falcidia dei creditori privilegiati nel concordato preventivo: il credito privilegiato speciale nel caso di incapienza del bene su cui grava la prelazione | Segue: il credito IVA | Segue: Il credito privilegiato generale, il rispetto dell'ordine delle prelazioni ed il ricorso alla c.d. “finanza esterna” | Segue: il credito privilegiato in caso di rinuncia volontaria e rinuncia c.d. “implicita” al privilegio | Segue: il credito privilegiato soddisfatto con utilità diversa dal denaro | Segue: soddisfazione non integrale e soglia del 20% nel “nuovo” concordato liquidatorio | La formazione della classe di creditori privilegiati “declassati” o soddisfatti con utilità diversa dal denaro | I tempi di pagamento dei creditori privilegiati: nell'ambito del concordato preventivo liquidatorio | Segue: nell'ambito del concordato preventivo in continuità | Riferimenti |

 

L'art. 160, comma 2, l. fall., così come modificato dal D.Lgs. 169/2007, sancisce la possibilità, nell'ambito del concordato preventivo, di stralciare in via “coattiva” le pretese dei creditori privilegiati. Questa possibilità è disciplinata con riferimento ai creditori privilegiati speciali e ricorre quando il bene su cui grava la relativa prelazione non risulta, sulla base di una perizia estimativa, capiente per coprire il valore del debito. Questa disciplina, anche a seguito della recente pronuncia della Corte di Giustizia europea, trova applicazione anche nel caso del credito erariale. La giurisprudenza maggioritaria nega, invece, la possibilità di stralcio delle pretese dei creditori privilegiati generali, salvo il caso di apporto di “finanza esterna” da parte di un soggetto terzo, stante il necessario rispetto delle cause legittime di prelazione e la considerazione che il soddisfacimento parziale dei creditori muniti di privilegio generale escluderebbe l'esistenza di risorse per un qualsiasi soddisfacimento dei creditori chirografari. E' altresì possibile, nell'ambito del concordato preventivo, lo stralcio del privilegio in conseguenza della rinuncia espressa e volontaria alla prelazione da parte del creditore, mentre è discusso il tema della rinuncia c.d. implicita che...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento