Bussola

Sovraindebitamento

Sommario

Inquadramento | I procedimenti di composizione della crisi | L'organismo di composizione della crisi | Il piano del consumatore: Il contenuto | L'omologa del piano del consumatore | La nozione di consumatore | La meritevolezza del consumatore | Il procedimento per l'omologa del piano | L'accordo di composizione della crisi | La liquidazione del patrimonio | L'esdebitazione | Sanzioni |

 

Con l'approvazione della Legge 27 gennaio 2012 n. 3 recante "Disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonche' di composizione delle crisi da sovraindebitamento" il legislatore italiano ha previsto un sistema di composizione delle crisi da sovraindebitamento riservato ai soggetti non fallibili a norma della legge fallimentare e che possono essere indicati genericamente come debitori civili non fallibili. Tra i plurimi obiettivi della legge sicuramente vi è anche quello di consentire al debitore non fallibile la possibilità di raggiungere accordi con tutti i suoi creditori al fine di adempiere (almeno in parte) le proprie obbligazioni con la prospettiva (almeno in alcuni casi) di ottenere l'esdebitazione potendo così avvantaggiarsi del c.d. fresh start e, cioè, la possibilità per il debitore meritevole di poter ripartire da zero evitando l'esclusione dello stesso dal mercato della circolazione dei beni e dei crediti evitando, tra l'altro, il ricorso all'usura.   Sebbene la legge sia del gennaio 2012, l'istituto – che ha già subito modifiche legislative - si caratterizza per essere un istituto ancora “nuovo”, non molto conosciuto nelle suoi tre possibili procedimenti (piano del consumatore, accordo di composizione e liquidazione del patrimonio) e ancora non caratterizzat...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >