Bussola

Titoli di debito

09 Agosto 2013 |

Sommario

Introduzione | Sottoscrittori legittimati | Condizioni e modalità | Regime fiscale | Deducibilità in capo alla società emittente | Novità introdotte dal Decreto Sviluppo n. 83/2012 | Riferimenti |

 

L’articolo 2483 del codice civile ha infatti consentito, a seguito delle modifiche introdotte dalla riforma del diritto societario di cui al D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, anche alle società a responsabilità limitata di emettere titoli di debito attraverso cui finanziare la propria attività, possibilità fino allora circoscritta esclusivamente alle società per azioni e alle società in accomandita per azioni. Il nuovo testo normativo consente pertanto alle società a responsabilità limitata di fare ricorso al mercato dei finanziamenti, mediante la sottoscrizione dei titoli di debito da parte di investitori qualificati in grado di garantire il singolo finanziatore, dando le giuste credenziali dell’investimento. Nella Relazione al decreto legislativo n. 6/2003 si è evidenziato come la riserva di sottoscrizione agli investitori qualificati sia stata operata in quanto questi ultimi sono nella posizione di “meglio valutare effettivamente il merito del rischio” e pertanto di essere in grado di garantire la solvenza della società, in maniera praticamente coincidente con quella prevista in materia di cessione del credito. In merito alla locuzione “titoli di debito”, il D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 all’art. 2 (T.U.F.) ricomprende all’interno della categoria degli strumenti finanziari “i v...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento