nuovo-codice-crisi-impresa-insolvenza
Focus Focus

L'esclusione degli enti pubblici dall'ambito applicativo del Codice

15 Gennaio 2020 | di Beatrice Armeli

Enti pubblici

L'art. 294, c. 3, del D.Lgs. n. 14/2019 stabilisce, con previsione totalmente nuova, che le disposizioni (tutte) contenute nel relativo Titolo VII, dedicato alla l.c.a., non si applicano agli enti pubblici. L'esclusione risulta coerente con la definizione del campo applicativo del nuovo Codice, nel senso che: se è vero che gli enti pubblici sono tradizionalmente sottratti ai procedimenti concorsuali volti a regolare l'insolvenza (oggi il fallimento, domani la liquidazione giudiziale, così come il concordato preventivo), gli stessi devono essere altresì sottratti al procedimento di l.c.a. disciplinato dal Codice, in quanto riservato dal legislatore della riforma (parrebbe in via esclusiva) alla regolazione del predetto stato oggettivo, in virtù di quanto previsto dall'art. 1, c. 1.

Leggi dopo
Blog Blog

Le misure di allerta ed il correttivo: un dettaglio che rischia di fare naufragare uno strumento sulla carta efficace

13 Gennaio 2020 | di Riccardo Ranalli

Crisi d'impresa e insolvenza

Lo schema del correttivo del Codice della Crisi è stato rilasciato dal Ministero della Giustizia. Prima della sua approvazione dovrà passare l’esame degli altri ministeri interessati e delle commissioni parlamentari.

Leggi dopo
News News

Presentata una bozza di decreto correttivo del Codice della crisi d’impresa

23 Dicembre 2019 | di La Redazione

Schema decreto correttivo 17 dicembre 2019.pdf

Crisi d'impresa e insolvenza

Novità in vista per il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (d.lgs. n. 14/2019): il decreto correttivo, che dovrebbe essere discusso in Consiglio dei Ministri a gennaio e approvato entro la primavera del 2020, apporta alcune modifiche alla nuova disciplina concorsuale..

Leggi dopo
Focus Focus

La nomina dell’organo di controllo nelle s.r.l. e i rimedi a fronte del mancato rispetto del nuovo obbligo

19 Dicembre 2019 | di Salvatore Sanzo, Davide Legnani

Società di capitali

L’art. 379, comma 3, del d. lgs. n. 14/2019 (c.d. Codice della Crisi), ha previsto che le s.r.l. (e le società cooperative) che soddisfino i requisiti previsti dal nuovo art. 2477 c.c. per la nomina obbligatoria “dell’organo di controllo o del revisore” debbano provvedervi (e, se necessario, adeguare il proprio statuto) entro 16 dicembre 2019.

Leggi dopo
Focus Focus

Falso in attestazioni e relazioni: aspetti controversi e prospettive di applicazione dell'art. 342 CCI

17 Dicembre 2019 | di Carlo Pagliughi

Reati fallimentari

Con il D.L. n. 83/2012 il legislatore ha introdotto il reato di cui all'art. 236-bis l.fall. rubricato “falso in attestazioni e relazioni”. La fattispecie incriminatrice in esame punisce il professionista che, nel rendere una delle relazioni previste dalla norma, “esponga informazioni false ovvero ometta di riferire informazioni rilevanti”.

Leggi dopo
Focus Focus

Gli adempimenti societari per la nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle s.r.l. entro il 16 dicembre

12 Dicembre 2019 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Società di capitali

Con la conversione del d.l. n. 32/2019, ad opera della legge n. 55/2019, sono state nuovamente modificate le soglie per l’obbligo di nomina degli organi di controllo o di revisione legale dei conti nelle s.r.l. di cui all’art. 2477 c.c. Ai sensi dell’art. 379, comma 3, c.c.i., la nomina dovrebbe essere effettuata entro il 16 dicembre 2019. In data 4 dicembre 2019 il Cndcec e la Fnc hanno evidenziato come sarebbe da preferire una soluzione che consenta alle società obbligate di rinviare la nomina dell’organo di controllo al momento in cui verrà convocata l’assemblea per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2019.

Leggi dopo
News News

Nomina dell’organo di controllo delle s.r.l.: i chiarimenti di Unioncamere

09 Dicembre 2019 | di La Redazione

Società di capitali

Unioncamere, con una Circolare destinata a tutte le Camere di commercio, fornisce alcuni chiarimenti sull’adempimento dell’obbligo di nomina dell’organo di controllo delle società a responsabilità limitata...

Leggi dopo
Focus Focus

Il concordato in continuità tra normativa vigente e Codice della crisi

29 Novembre 2019 | di Daniele Fico

Concordato con continuità aziendale

I recenti interventi normativi hanno accentuato il favor del legislatore verso il concordato in continuità, volto ad assicurare all'azienda in crisi il reinserimento sul mercato, dopo il processo di ristrutturazione, rispetto a quello liquidatorio. L'Autore, dopo aver esaminato la disciplina speciale del concordato in continuità ed affrontato la questione concernente la riconducibilità dell'affitto di azienda all'ambito applicativo dell'art. 186-bis legge fall., analizza le novità in tema di continuità aziendale apportate dal Codice della crisi dì'impresa e dell'insolvenza.

Leggi dopo
Focus Focus

Gli indici di allerta rilevanti ai fini dell’attivazione degli obblighi segnaletici

20 Novembre 2019 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Crisi d'impresa e insolvenza

Al CNDCEC l’art. 13, comma 2, del “Codice della crisi e dell’insolvenza” (D.Lgs. 14/2019) ha assegnato il compito di elaborare gli indici necessari al completamento del sistema dell’allerta, introdotto nell’ordinamento con la legge delega n. 155/2017. In data 20 ottobre 2019 il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili ha reso pubblico un documento che contiene ed illustra gli indici, che sono stati comunicati al Ministero dello sviluppo economico per il loro recepimento attraverso un apposito decreto ministeriale. Ciò anche al fine di consentire alle imprese l’adozione di indici diversi, ai sensi del terzo comma dell’art. 13 del D.Lgs. 14/2019, laddove ritenuti più significativi (adozione che dovrà intervenire con l’approvazione del progetto di bilancio 2019). L’introduzione di tale regime di allerta (cd. red flags) per individuare precocemente situazioni di potenziale crisi e per prevenire casi di default, attraverso una maggiore re-sponsabilizzazione del debitore e degli organi di governance costituisce senz’altro una delle più importanti innovazioni contenute nel Codice della cisi e dell’insolvenza.

Leggi dopo
Blog Blog

Alcuni stimoli di riflessione sul "sistema dell’allerta"

20 Novembre 2019 | di Riccardo Ranalli

Crisi d'impresa e insolvenza

Le modifiche portate al codice civile e l’avvicinarsi della piena entrata in vigore del CCI ci devono stimolare ad alcune riflessioni. Si tratta di riflessioni da farsi senza indugio, in quanto possono incidere significativamente, talune sin da subito, sul ruolo e sulle responsabilità degli organi amministrativi e di controllo. In appresso ci si limita a porre le domande, senza fornire risposte per meglio stimolare momenti di dibattito.

Leggi dopo

Pagine