Blog

Blog

Concordato in bianco e partecipazione a gare per l’affidamento di contratti pubblici

13 Dicembre 2019 | di Beatrice Armeli

Concordato con riserva

Nessun dubbio sulla possibilità per l’impresa che ha presentato domanda di concordato c.d. “in bianco”, con riserva di istanza di ammissione a concordato con continuità aziendale, di partecipare ad una gara indetta per l’affidamento di un contratto pubblico di appalto, in quanto la suddetta domanda di accesso alla procedura concorsuale non determina la perdita dei requisiti in capo all'operatore economico in questione.

Leggi dopo

Il licenziamento della lavoratrice madre nel fallimento

03 Dicembre 2019 | di Alessandro Corrado

Rapporti di lavoro

La deroga al divieto di licenziamento della lavoratrice madre stabilito dall’art. 54, comma 3, lett. b), d.lgs. n. 151/2001 dall’inizio della gestazione fino al compimento dell’età di un anno del bambino è possibile, in caso di fallimento, solo se la cessazione dell’attività d’impresa abbia interessato l’intera struttura aziendale.

Leggi dopo

Il credito per l’omesso versamento della tassa automobilistica vantato dalla Regione è privilegiato

27 Novembre 2019 | di Fabio Gallio

Crediti privilegiati

Con ordinanza del 4 ottobre 2019, n. 24836, la Corte di Cassazione si è occupata del riconoscimento del privilegio ex art. 2752 del codice civile, richiesto dalla Regione Veneto e relativo ad un credito maturato nei confronti di un contribuente a causa dell’omesso versamento della tassa automobilistica.

Leggi dopo

Alcuni stimoli di riflessione sul "sistema dell’allerta"

20 Novembre 2019 | di Riccardo Ranalli

Crisi d'impresa e insolvenza

Le modifiche portate al codice civile e l’avvicinarsi della piena entrata in vigore del CCI ci devono stimolare ad alcune riflessioni. Si tratta di riflessioni da farsi senza indugio, in quanto possono incidere significativamente, talune sin da subito, sul ruolo e sulle responsabilità degli organi amministrativi e di controllo. In appresso ci si limita a porre le domande, senza fornire risposte per meglio stimolare momenti di dibattito.

Leggi dopo

Esercizio provvisorio e concordato fallimentare: strumenti per la continuità d’impresa

12 Novembre 2019 | di Lorenzo Gambi

Concordato fallimentare

L’esercizio provvisorio d’impresa esiste sin dalle origini della legge fallimentare. L’istituto è stato disciplinato dall’art. 90 del R.D. n. 267/1942, norma posta all’interno del Capo IV, Titolo I (custodia ed amministrazione delle attività concorsuali). Secondo la richiamata norma, il tribunale, “dopo” la dichiarazione di fallimento, poteva disporre la continuazione temporanea dell’attività economica del debitore ove dalla sua improvvisa interruzione potesse derivare un danno grave ed irreparabile (art. 90, comma 1).

Leggi dopo

Concordato in continuità indiretta parziale: l’assenso dei lavoratori esclusi potrebbe costare caro?

05 Novembre 2019 | di Alessandro Corrado

Concordato con continuità aziendale

Approfondendo l’art. 84, comma 1, C.C.I., viene da chiedersi se il vantaggio offerto dal legislatore nel caso di concordato in continuità indiretta parziale in termini di risparmio di risorse da garantire al ceto chirografario (in misura pari ad almeno il 20% oltre al 10% di risorse esterne, come impone il comma 4) non finirà per costare caro.

Leggi dopo

Istanza di fallimento ed insolvenza prospettica: ovvero le regole della crisi prima che entri in vigore la disciplina dell'allerta

18 Ottobre 2019 | di Salvatore Sanzo

Insolvenza

Una nota vicenda che vede contrapposti alcuni Fondi di investimento stranieri, portatori di obbligazioni, alla società emittente, una nota Compagnia di navigazione italiana, giunge ad un singolare sbocco “procedimentale”, su iniziativa dei Fondi. Questi, con grande anticipo sulla scadenza del prestito obbligazionario, infatti, prospettano...

Leggi dopo

Le autorizzazioni per gli atti straordinari nella fase concordataria con riserva ed il rap del "miglior soddisfacimento"

16 Settembre 2019 | di Danilo Galletti

Concordato con riserva

Il Tribunale, quando valuta un’istanza di autorizzazione nella fase con riserva di un concordato preventivo, deve valutare esclusivamente la conformità all'interesse dei creditori, in relazione alle opzioni regolatorie della crisi concretamente e ragionevolmente disponibili. Il concetto di “miglior soddisfacimento dei creditori”, a questi fini, non coincide infatti con quello di cui all'art. 186-bis l.fall.

Leggi dopo

La tutela cautelare nei processi di regolazione della crisi

05 Settembre 2019 | di Danilo Galletti

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Codice della crisi disegna finalmente strumenti di tutela cautelare strumentali all'assicurazione degli effetti pratici futuri tanto della procedura liquidatoria, quanto della procedura “conservativa”, lasciando al Giudice ampia discrezionalità in ordine al contenuto della tutela. A tale risultato era peraltro già pervenuta l’evoluzione giurisprudenziale, sfruttando gli spazi di libertà lasciati dal sistema.

Leggi dopo

Amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi e revocatoria fallimentare

06 Agosto 2019 | di Girolamo Lazoppina

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

La disciplina dell'amministrazione straordinaria, che avrebbe dovuto avere natura eccezionale e temporanea, ha subito notevoli modifiche legislative: si pensi al D. Lgs. n. 270 del 1999, c.d. legge Prodi-bis, che ha ridotto notevolmente la durata della procedura aumentando e consolidando gli strumenti di tutela dei creditori, o al decreto-legge n. 347 del 2003 convertito con modificazioni in legge n. 39/2004, c.d. legge Marzano, nata per fronteggiare il crack Parmalat e più volte modificata per consentirne l'applicazione ad altri casi quali quello Alitalia ed ILVA...

Leggi dopo

Pagine