Blog

Blog su Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il diritto del curatore al contraddittorio secondo lo Statuto del contribuente

29 Maggio 2019 | di Lorenzo Gambi

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’art. 12, comma 7, L. 212/2000 (cd. Statuto del contribuente), rubricato “Diritti e garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali”, dispone che nel rispetto del principio di collaborazione fra Amministrazione e contribuente, quest’ultimo, dopo il rilascio della copia del processo verbale di chiusura dei controlli, può comunicare all’ente impositore nei sessanta giorni successivi ogni propria osservazione e/o richiesta.

Leggi dopo

La problematica cancellazione delle ipoteche iscritte in caso di subentro del curatore nel preliminare

13 Febbraio 2017 | di Filippo Lamanna

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Fino a poco tempo fa non si dubitava del fatto che, ove il curatore fosse subentrato ex art. 72 l.fall. al posto del fallito promittente venditore nel contratto preliminare di vendita di un immobile ipotecato, il Giudice delegato non potesse ordinare ex art. 108, secondo comma, l.fall. la cancellazione dell’ipoteca iscritta (quantomeno “nolente creditore”), non trattandosi di una vendita giudiziale. Da qualche tempo però...

Leggi dopo

Il “responsabile della procedura” nella società tra professionisti nominata come curatore fallimentare

01 Dicembre 2014 | di Antonio Maria Leozappa

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Nel consentire la nomina a curatore fallimentare degli studi associati e delle società tra professionisti, l’art. 28 l. fall. richiede che, all’atto di accettazione dell’incarico, venga designata la persona incaricata dell’esercizio delle attribuzioni dell’ufficio quale “responsabile della procedura”.

Leggi dopo

Il potere del curatore di sciogliersi dal preliminare e la retroattività degli effetti delle domande giudiziali

13 Dicembre 2011 | di Danilo Galletti

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’art. 72 l. fall., nel testo novellato nel 2006, sancisce ormai il potere del curatore di sciogliersi dal preliminare oggetto di domanda giudiziale trascritta, con la sola eccezione dell’immobile destinato ad uso abitativo; cade pertanto qualsiasi motivo per sostenere che la trascrizione della domanda impedisca lo scioglimento, orientamento già infondato nel previgente regime.

Leggi dopo

Intimazioni di pagamento al curatore da parte delle Agenzie delle Entrate per debiti I.V.A. ante fallimento

01 Dicembre 2011 | di Carlo Bianco

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Con una certa frequenza molti curatori ricevono intimazioni dalle Agenzie delle Entrate per il pagamento di imposte di imprese fallite a causa di irregolarità risultanti dal controllo automatizzato della dichiarazione modello I.V.A.

Leggi dopo