Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

L’azione di responsabilità spetta al curatore anche nelle s.r.l. fallite

23 Dicembre 2019 | di La Redazione

App. Catania

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

In caso di fallimento di s.r.l., il curatore è legittimato ad esperire le azioni di responsabilità di cui agli artt. 2393 e 2394 c.c..

Leggi dopo

Limiti alla nomina di arbitri in caso di azione di responsabilità proposta dal curatore

18 Dicembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Non può accogliersi l’istanza di nomina di arbitri, proposta dal fallimento di una s.r.l. che intende agire in responsabilità nei confronti degli amministratori della società fallita

Leggi dopo

Soglia di indebitamento e poteri del tribunale

09 Dicembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Isernia

Tribunale fallimentare

La soglia dell’indebitamento ex art. 15, ultimo comma, l.fall., costituisce un presupposto del fallimento, non un fatto impeditivo, il cui onere probatorio grava non sul debitore resistente , ma sull'istante, potendo il Tribunale...

Leggi dopo

L’esenzione dal fallimento della start up innovativa

05 Dicembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Genova

Start up innovativa

La non fallibilità della start up innovativa è prevista fin dalla costituzione e quindi “copre” anche il periodo in cui la stessa non abbia ancora perfezionato l’iscrizione nel Registro delle imprese nella specifica sezione dedicata.

Leggi dopo

Fallimento della supersocietà di fatto: serve la prova dell’insolvenza

26 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Macerata

Insolvenza

Per la dichiarazione di fallimento di una società di fatto occorre accertare lo stato di insolvenza, non potendosi procedere l’estensione automatica del fallimento di uno dei soci.

Leggi dopo

La cessione del quinto nella procedura di liquidazione del patrimonio

21 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Brescia

Sovraindebitamento

In tema di liquidazione del patrimonio, l’art. 14-undecies L. n. 3/2012 prevede che i beni sopravvenuti sono oggetti della procedura che si svolge per il resto nel rispetto della par condicio creditorum ai sensi dell’art. 14-octies, per cui la cessione del quinto a favore del cessionario cessa con l’apertura della procedura.

Leggi dopo

Cessione del contratto di locazione e prededuzione del credito del locatore

18 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Venezia

Crediti prededucibili: categorie

In tema di cessione del contratto di locazione, contestuale ad un contratto di affitto di azienda, anteriore al fallimento della società locataria obbligata in solido, il credito del locatore non può considerarsi sorto in occasione o in funzione del fallimento e, pertanto...

Leggi dopo

Liquidazione dei beni e reclamo avverso il provvedimento che dichiara inammissibile il ricorso

14 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Alessandria

Sovraindebitamento: Liquidazione del patrimonio

In tema reclamo avverso il provvedimento che dichiara inammissibile il ricorso per la liquidazione dei beni, se la proposta difetta dei presupposti di cui all'art. 14-ter L. n. 3/2012, il reclamo è inammissibile.

Leggi dopo

Imprenditore fallito ed estensione del fallimento agli altri soci occulti

08 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Fallimento in estensione

L’imprenditore dichiarato fallito ha legittimazione di fare accertare, in caso di società irregolare, che l’attività economica era riferibile non ad un imprenditore individuale, ma bensì ad ente collettivo, chiedendo l'estensione del fallimento ai soci illimitatamente responsabili, ai sensi dell’art. 147, comma 4 l. fall.

Leggi dopo

La domanda di preconcordato presentata dall'imprenditore individuale

05 Novembre 2019 | di La Redazione

Tribunale di Novara

Concordato preventivo: disciplina generale

In tema di ammissibilità della domanda di preconcordato, con riferimento all’imprenditore individuale, non può distinguersi tra debiti personali e debiti contratti nell'esercizio dell’attività d’impresa, posto che l’ordinamento giuridico non consente limitazioni della garanzia patrimoniale in funzione della causa sottesa alle obbligazioni assunte.

Leggi dopo

Pagine