Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Scissione in attuazione di un concordato: non si applica la responsabilità solidale delle società

04 Giugno 2020 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Esecuzione del concordato

Il piano concordatario che preveda, per la sua attuazione, l’esecuzione di una operazione di scissione, può legittimamente determinare quale delle società coinvolte nella scissione sia tenuta - in via esclusiva - a provvedere al soddisfacimento...

Leggi dopo

Sovraindebitamento e Covid-19: può essere sospesa l’esecuzione del piano del consumatore

26 Maggio 2020 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Sovraindebitamento: piano del consumatore

Può essere disposta la sospensione dell’esecuzione di un piano del consumatore già omologato, richiesta dal debitore in via telematica, con l’ausilio dell’OCC, in ragione della crisi sociale ed economica derivante dall’emergenza Covid-19...

Leggi dopo

Concordato in continuità: limiti rigidi al dilazionamento dei pagamenti

19 Maggio 2020 | di La Redazione

Tribunale di Modena

Concordato con continuità aziendale

In tema di concordato con continuità, la fissazione del termine annuale ex art 186 bis l.fall. (e biennale ex art 86 c.c.i.) recepisce la necessità di assicurare i termini certi di pagamento per i creditori con diritto di prelazione sui beni necessari alla continuazione dell'attività di impresa...

Leggi dopo

Emergenza Covid 19: diversa modulazione temporale del piano di concordato in continuità

20 Aprile 2020 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Concordato con continuità aziendale

Per effetto, infatti, del mutato scenario economico a causa dell’emergenza coronavirus, il collegio, evidenzia la verosimile inidoneità del piano a raggiungere il risanamento nei cinque anni e dispone, quindi, l’ “allungamento” di un’ulteriore annualità

Leggi dopo

L’azione di simulazione esercitata dal curatore non incontra limiti probatori

30 Marzo 2020 | di La Redazione

Tribunale Catania, sez. IV, 14 febbraio 2020, n. 646

Simulazione

Nel giudizio in cui eserciti l'azione di simulazione spettante al contraente fallito, il curatore stesso cumula la legittimazione già spettante al fallito con quella già spettante ai creditori...

Leggi dopo

Azione revocatoria ordinaria e "risarcitoria": valida la proposizione del titolare di un credito contestato o litigioso

10 Marzo 2020 | di La Redazione

Tribunale Roma, sez. II

Azione revocatoria ordinaria

Sia l'azione revocatoria ordinaria, sia la c.d. "revocatoria risarcitoria" (e cioè la domanda volta ad ottenere la condanna al risarcimento del terzo che, dopo avere acquistato un bene dal debitore altrui....

Leggi dopo

Concordato in continuità aziendale: rileva il criterio di prevalenza "quantitativa attenuata"

28 Febbraio 2020 | di La Redazione

Concordato con continuità aziendale

Nel concordato in continuità aziendale i creditori vengono soddisfatti in misura prevalente dal ricavato prodotto dalla continuità aziendale diretta o indiretta, secondo un criterio di prevalenza che potrebbe definirsi "quantitativa attenuata"...

Leggi dopo

La prededuzione rimane anche nel caso di consecuzione tra procedure

18 Febbraio 2020 | di La Redazione

Tribunale Milano, sez. fallimentare

Stato passivo

È legittima l’opposizione allo stato passivo fallimentare per far valere l’esclusione, per asserita assenza di consecuzione tra le procedure, dalla prededuzione del credito derivante dall’esercizio del ruolo di amministratore sociale della fallita nel periodo successivo alla omologa dell’accordo di ristrutturazione.

Leggi dopo

Inammissibile la devoluzione in procedura concordataria della medesima insolvenza

11 Febbraio 2020 | di La Redazione

Tribunale Modena, sez. III

Concordato fallimentare

È inammissibile il ricorso per concordato prenotativo, non essendo possibile devolvere in una nuova procedura concordataria...

Leggi dopo

Nessuna esdebitazione nel caso di fallimento in assenza di risoluzione del concordato

06 Febbraio 2020 | di La Redazione

Tribunale Bologna

Esdebitazione

Qualora il fallimento sia stato dichiarato quando è ancora possibile instare per la risoluzione ex art. 186 L. fall. della procedura concordataria, i creditori non sono tenuti a sopportare gli effetti esdebitatori e definitivi del concordato omologato, a norma dell’art. 184 l.fall....

Leggi dopo

Pagine