Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito su Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Concordato con transazione fiscale ed incidenza delle disposizioni comunitarie

25 Agosto 2017 | di La Redazione

Tribunale di Pistoia

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

In tema di concordato preventivo con transazione fiscale, anche in caso di mancanza di efficacia diretta, la norma sovrannazionale può comunque rivestire, nei sistemi giuridici nazionali, un valore precettivo indiretto che si realizza attraverso...

Leggi dopo

Ammissibilità del concordato con transazione fiscale e crediti IVA

27 Luglio 2017 | di La Redazione

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

In tema di concordato preventivo con transazione fiscale, a fronte dei recenti interventi del legislatore nazionale e comunitario, al fine di evitare nuove censure a livello comunitario, si può adottare un’interpretazione conforme ai principi UE ipotizzando il mantenimento di un “doppio binario”...

Leggi dopo

L'infalcidiabilità dell'IVA nel concordato preventivo

09 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

A seguito della Legge di Bilancio 2017, a partire dal 1° gennaio, il ricorso alla transazione fiscale diverrà obbligatorio; ove il debitore voglia proporre un pagamento parziale dei tributi previsti nella norma, nel regime anteriore alla modifica normativa..

Leggi dopo

La falcidia dell’IVA dopo la pronuncia della CGUE

26 Ottobre 2016 | di La Redazione

Corte d’appello de L’Aquila

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Deve ritenersi ammissibile la proposta di concordato preventivo senza transazione fiscale che non preveda dunque l’integrale pagamento dei debiti di natura fiscale, purché un esperto indipendente attesti che il relativo credito non riceverebbe un trattamento migliore in caso di dichiarazione di fallimento del debitore, previa votazione favorevole della maggioranza dei crediti ammessi e dello Stato, che, laddove dissenziente, conserva la possibilità di presentare opposizione all’omologazione.

Leggi dopo

Falcidiabilità delle ritenute operate e non versate nel concordato senza transazione fiscale

26 Maggio 2016 | di La Redazione

Tribunale di Livorno

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Un imprenditore in stato d'insolvenza può presentare una domanda di concordato preventivo liquidatorio, con la quale proponga di pagare solo parzialmente un debito dell'Iva attestando, sulla base dell'accertamento di un esperto indipendente, che tale debito non riceverebbe un trattamento migliore nel caso di proprio fallimento.

Leggi dopo

Concordato e falcidiabilità del credito IVA

06 Aprile 2016 | di La Redazione

TRIBUNALE DI S.M. CAPUA VETERE

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Nel concordato preventivo, il credito IVA può essere oggetto di pattizia previsione di pagamento percentualmente ridotto, ai sensi dell’art. 160, comma 2, l.fall., laddove il patrimonio del debitore risulti incapiente alla soddisfazione integrale dei crediti privilegiati anteriori all’IVA.

Leggi dopo

Sovraindebitamento e transazione fiscale: non ammissibile la falcidia dei crediti IVA

10 Giugno 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI PARMA

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

La transazione fiscale non consente la transigibilità dei tributi costituenti risorse proprie dell’Unione Europea, dell’imposta sul valore aggiunto e delle ritenute operate e non versate: per esse è possibile solo la dilazione, giusta previsione di cui all’art. 182-ter, comma 1, L. Fall. che si esprime allo stesso modo della disciplina del sovraindebitamento civile (art. 7, comma 1, L. n. 3/2012).

Leggi dopo

Se l’infalcidiabilità del credito IVA altera la graduazione dei privilegi la proposta è inammissibile

27 Aprile 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI TORINO

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Fermo il principio secondo cui il credito IVA non può essere soggetto a falcidia ma solo a dilazione, nel caso in cui il patrimonio del debitore risulti incapiente e quindi inidoneo al pagamento integrale dei creditori anteriori, i cui relativi crediti possono astrattamente essere falcidiati, se le risorse disponibili venissero destinate  a pagare integralmente il credito Iva a scapito di tali creditori, si realizzerebbe una violazione del divieto di alterare la graduazione dei privilegi, stabilito dal secondo comma dell’art. 160 l. fall. e pertanto, salvo che non sia possibile il ricorso a finanza esterna, la proposta concordataria deve dichiararsi inammissibile.

Leggi dopo

Credito IVA: è ammissibile solo il dilazionamento

31 Marzo 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

La norma di cui all'art. 182-ter l. fall. ha natura sostanziale ed è applicabile alla procedura concordataria indipendentemente dall'accesso o meno del debitore alla procedura di deposito della transazione fiscale ex art. 182-ter commi 2-4 l. fall. Pertanto con riferimento al credito IVA la proposta può prevedere solo il suo dilazionamento mentre non è ammissibile la sua falcidiabilità.

Leggi dopo

Ammissibile la falcidia del credito Iva nel concordato senza transazione fiscale

09 Febbraio 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

È ammissibile una proposta concordataria che preveda la falcidia del credito erariale, allorché il patrimonio del debitore non sia sufficiente a coprire il grado di privilegio che lo assiste e a condizione che non sia stata attivata la transazione fiscale.

Leggi dopo

Pagine