Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito su Risoluzione e annullamento del concordato

L’istanza di fallimento senza la risoluzione del concordato preventivo

19 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Arezzo

Risoluzione e annullamento del concordato

Il creditore insoddisfatto può presentare istanza di fallimento a prescindere dalla risoluzione del concordato preventivo qualora intenda far valere il credito insoddisfatto nella misura falcidiata dalla proposta.

Leggi dopo

Risoluzione del concordato e termine decadenziale ex art. 186 l.fall.

10 Aprile 2018 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Risoluzione e annullamento del concordato

In tema di risoluzione del concordato preventivo e termine decadenziale ex art. 186 l.fall., la scadenza del termine annuale per la domanda di risoluzione non può essere rilevata d’ufficio dal giudice ma deve essere eccepito dalla parte resistente.

Leggi dopo

Risoluzione del concordato e potere di istanza fallimentare

14 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Risoluzione e annullamento del concordato

Qualora sia decorso l’anno di cui all’art. 186 l.fall. si riespande un potere di istanza fallimentare sia da parte dell'imprenditore, sia da parte del pubblico ministero, rivelandosi l'insolvenza nella incapacità di far fronte con regolarità - ovvero secondo le modalità e i tempi del piano - alle obbligazioni assunte con la proposta concordataria e maturate durante la procedura.

Leggi dopo

La risoluzione del concordato per grave inadempimento

15 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Venezia

Risoluzione e annullamento del concordato

La previsione di un mancato soddisfacimento dei creditori chirografari, unitamente ad un soddisfacimento solo parziale di quelli privilegiati, comporta il venir meno della causa in concreto del concordato preventivo e giustifica, quindi, una sua risoluzione per grave inadempimento.

Leggi dopo

La risoluzione per inadempimento del concordato preventivo

04 Agosto 2017 | di La Redazione

Tribunale di Piacenza

Risoluzione e annullamento del concordato

In tema di risoluzione del concordato preventivo proposta da un creditore concordatario, il Tribunale può procedere ad accertare la sussistenza della possibilità di realizzare gli obiettivi posti dal piano concordatario solo dopo aver..

Leggi dopo

Dichiarazione di fallimento in pendenza di termini per la risoluzione

12 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Padova

Risoluzione e annullamento del concordato

Quando i termini per la risoluzione sono pendenti non è possibile dichiarare il fallimento della società, su istanza dello stesso proponente il concordato ormai omologato...

Leggi dopo

La dichiarazione di fallimento senza risoluzione del concordato

06 Marzo 2017 | di La Redazione

Tribunale di Treviso

Risoluzione e annullamento del concordato

In caso di inadempimento del debitore in fase di esecuzione del concordato, è possibile dichiarare il fallimento senza necessità della previa risoluzione (o annullamento) del concordato omologato.

Leggi dopo

Grave inadempimento e risoluzione del concordato

12 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Treviso

Risoluzione e annullamento del concordato

Sussiste grave inadempimento e va dichiarata la risoluzione del concordato, qualora risultino variazioni rispetto alla situazione in cui i creditori avevano espresso il loro voto, e le prospettive di soddisfacimento siano divenute del tutto incerte nei tempi e nella misura del soddisfacimento stesso.

Leggi dopo

Risoluzione del concordato preventivo e dichiarazione di fallimento: questione di legittimità costituzionale

06 Novembre 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA

Risoluzione e annullamento del concordato

Il combinato disposto degli articoli 137 e 186 l. fall., recante la disciplina della risoluzione del concordato preventivo, viene ritenuto contrastante con agli artt. 3, 35 comma 1, 38 comma 2, 41 comma 1 della Costituzione, laddove esso non prevede che, a seguito della pronuncia di risoluzione del concordato preventivo ad iniziativa di uno o più creditori, il tribunale possa dichiarare d’ufficio il fallimento dell’imprenditore, qualora non vi sia domanda in tal senso da parte dei creditori, del pubblico ministero o dello stesso debitore.

Leggi dopo

Concordato: inadempimenti del debitore e risoluzione

15 Luglio 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA

Risoluzione e annullamento del concordato

Il creditore che non sia stato pagato dal debitore in concordato preventivo, in quanto il credito è giudizialmente contestato, con giudizio ancora in corso, non può chiedere la risoluzione del concordato, dato che non è configurabile alcun inadempimento sino al passaggio in giudicato del provvedimento che definisce la controversia. Può però chiedere che il debitore proceda al deposito delle somme ai sensi dell’art. 136, comma 2, l. fall., richiamato dal successivo art. 185, comma 2.

Leggi dopo

Pagine