Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Sovraindebitamento e soddisfacimento del creditore ipotecario

16 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Sovraindebitamento

In tema di soddisfacimento del creditore ipotecario nel sovraindebitamento, la fattispecie di cui all’art. 8, comma 4, L. n. 3/2012 trova applicazione solo nell’ipotesi in cui il contratto di mutuo ipotecario sia risolto, mentre, nel caso in cui il contratto non si sia risolto ed il consumatore si proponga di onerare il mutuo secondo le ordinarie scadenze, la disposizione non osta all’omologa del piano.

Leggi dopo

La declaratoria d’ufficio dello stato di insolvenza della banca

10 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Treviso

Crisi bancarie

L’art. 82 TUB, nella parte in cui attribuisce al tribunale il potere d'ufficio di dichiarare lo stato di insolvenza della banca, è incompatibile con la riforma della legge fallimentare e delle procedure concorsuali introdotta con il D.Lgs. n. 5/2006, laddove ha determinato la scomparsa dell'iniziativa d'ufficio, con la conseguenza che tale incompatibilità determina l'effetto abrogativo previsto dall'art. 15 delle preleggi.

Leggi dopo

Accordo di ristrutturazione e dilazione di pagamento di crediti tributari

06 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Como

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Ove negli accordi di ristrutturazione dei debiti i crediti tributari non siano stati ancora oggetto di contestazione da parte dell'erario, il coordinamento tra l’art. 3-bis d.lgs n. 462/1997 e l’art. 182-bis l.fall. consente anche all'imprenditore sottoposto a procedure concorsuali di tipo negoziale di avvalersi...

Leggi dopo

Finanziamento erogato ad una newco e riconoscimento della prededucibilità del credito

27 Ottobre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Newco

L’art. 182-quater, comma 1, l.fall. non esclude la prededucibilità del credito derivante da un finanziamento previsto nel piano o nell’accordo omologato ed erogato alla newco nel suo successivo fallimento, anche se rappresentante un soggetto diverso dal proponente il concordato o l’accordo di ristrutturazione dei debiti.

Leggi dopo

Omologa del concordato e giudizio di ammissibilità del piano

24 Ottobre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Trapani

Omologazione della proposta di concordato

Qualora il commissario giudiziale, in sede di omologa del concordato preventivo, ritenga che il valore dei beni ceduti ai creditori sia insufficiente ad assicurare il pagamento dei creditori chirografari nella misura di legge del venti per cento, e sia in grado di supportare tale prognosi con elementi plausibili, per il tribunale si ritiene doveroso arrestare il concordato preventivo ed eventualmente, ricorrendone i presupposti di legge, dichiarare il fallimento.

Leggi dopo

Non operatività della compensazione tra crediti ante e post fallimento

20 Ottobre 2017 | di La Redazione

CTR Lombardia

Compensazione

Dal tenore letterale dell’art. 56 l.fall. è pacifico il principio di diritto che pone un limite generale all’operatività della compensazione in sede di fallimento, secondo cui i crediti, anche se non scaduti, devono essere preesistenti all'apertura del fallimento o, quantomeno, devono discendere da un titolo anteriore.

Leggi dopo

Piano del consumatore e mancanza dei requisiti ex art. 12-bis

13 Ottobre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Novara

Sovraindebitamento: piano del consumatore

La proposta di un piano del consumatore “di gruppo” o “relativo al nucleo familiare” non può trovare accoglimento in mancanza di idonea divisione delle masse patrimoniali attive e passive. L’ assenza di una previsione normativa implica la necessaria distinzione dei piani relativi a ciascun consumatore determinandosi, diversamente, una violazione dell’art. 2740 c.c.

Leggi dopo

Il concorso tra crediti prededucibili e crediti ipotecari

11 Ottobre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Massa

Concorso dei creditori

Ai sensi dell’art. 111 e dell’art. 111-bis i creditori prededucibili devono essere soddisfatti in via prioritaria rispetto a tutti gli altri creditori con il ricavato della liquidazione del patrimonio mobiliare e immobiliare non gravato da garanzie reali , nel rispetto del criterio proporzionale, mentre il ricavato della vendita dei beni muniti di garanzia reale è destinato ai creditori garantiti ed è acquisito alla massa fallimentare soltanto de residuo.

Leggi dopo

Omesso versamento di crediti tributari in pendenza di concordato

06 Ottobre 2017 | di La Redazione

CTP Modena

Concordato preventivo: disciplina generale

In tema di sanzioni pecuniarie per violazioni tributarie, ove il debitore si trovi in concordato preventivo e ove il termine per il pagamento delle somme dovute sia già scaduto alla data di presentazione della domanda, la sanzione maturata...

Leggi dopo

Azioni esecutive e tutela dei crediti post omologa del concordato

02 Ottobre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Bari

Divieto di azioni esecutive e cautelari

In tema di azioni esecutive, l’effetto protettivo di cui gode l’impresa in concordato preventivo ai sensi dell’art. 168 l.fall., si riferisce ai soli creditori anteconcordatari e non può quindi comprendere...

Leggi dopo

Pagine