Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Fallimento dell'appaltatore ed esercizio dell'azione diretta dei lavoratori nei confronti del committente

05 Novembre 2018 | di La Redazione

Tribunale Chieti

Fallimento: disciplina generale

In materia di appalto, l'apertura del procedimento fallimentare nei confronti dell'appaltatore non comporta l'improcedibilità dell'azione precedentemente esperita dai dipendenti nei confronti del committente, ai sensi dell'art. 1676, c.c., per il recupero dei loro crediti verso l'appaltatore-datore di lavoro, atteso che la previsione normativa...

Leggi dopo

Debiti erariali: la legittimazione dell’agente per la riscossione nel concordato

26 Ottobre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Catania

Contenzioso tributario

La legittimazione dell’agente per la riscossione a far valere il credito tributario nell'ambito della procedura concorsuale non esclude la legittimazione dell’Amministrazione finanziaria che conserva la titolarità del credito azionato e la possibilità di farlo valere direttamente nell'ambito della procedura concorsuale.

Leggi dopo

Inammissibile l'opposizione avverso l'ammissione allo stato passivo di un creditore postergato

23 Ottobre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Postergazione

È inammissibile l’opposizione proposta avverso la domanda di ammissione al passivo presentata da un creditore postergato in quanto, se con l’art. 87 del TUB (precedente alla formulazione di cui al d.lgs. n. 181 del 2015), il legislatore ha inteso concedere lo strumento dell’impugnazione giurisdizionale...

Leggi dopo

Inammissibile la domanda di ammissione al passivo se è venuto meno il titolo

12 Ottobre 2018 | di La Redazione

CTP Catania

Ammissione al passivo: effetti, inammissibilità e rinuncia

La domanda di ammissione al passivo proposta dalla Riscossione-Sicilia Spa non può essere accolta qualora il titolo (ruolo), che sorreggeva quella limitata parte della domanda tardiva di ammissione al passivo...

Leggi dopo

Il fallimento in estensione del socio accomandatario di fatto

05 Ottobre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Busto Arsizio

Fallimento in estensione

La dichiarazione di fallimento dell’accomandatario di fatto (occulto) di una S.a.s. non costituisce una nuova ed autonoma dichiarazione di fallimento, ma una dichiarazione di fallimento “in estensione” ai sensi dell’art. 147 l.fall. e non richiede, pertanto, l’accertamento né dello stato di insolvenza, né dell’avvenuto superamento delle soglie di fallibilità perché tali presupposti sono gli stessi già valutati ed individuati con riguardo alla società dichiarata fallita.

Leggi dopo

Inammissibilità del concordato e prededuzione del credito del professionista

01 Ottobre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Modena

Crediti prededucibili

Non può concedersi la prededuzione, nel successivo fallimento, al credito del professionista che ha assistito un debitore nella fase di “preconcordato” qualora la domanda di concordato sia dichiarata inammissibile e – comunque – quando la dichiarazione di fallimento non è preceduta dall'apertura della procedura concorsuale minore; men che meno se erano già pendenti istanze di fallimento. In tali casi l’attività del professionista non può ritenersi funzionale all’accesso alla domanda di concordato.

Leggi dopo

Piano del consumatore e legittimazione del giudice sui crediti

24 Settembre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Salerno

Sovraindebitamento: piano del consumatore

Il giudice competente a decidere sul piano del consumatore – pur legittimato a dirimere eventuali controversie riguardanti i crediti pretesi – può farlo solo per quel che riguarda crediti prima facie infondati o chiaramente sovradimensionati.

Leggi dopo

Inammissibilità del concordato e divieto di azioni esecutive e cautelari

19 Settembre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Inammissibilità della proposta di concordato

L’intervento del legislatore che - con l’art. 33, comma 1, lett. c), n. 1, lett. b), ha aggiunto al primo comma dell’art. 168 l.fall., dopo la parola “esecutive”, le parole “e cautelari”, senza alcuna ulteriore distinzione, precisazione, riserva o deroga, deve senz'altro intendersi consapevolmente finalizzato a porre fine ad ogni incertezza introducendo espressamente un divieto generalizzato di proposizione di qualsiasi azione cautelare, senza eccezioni.

Leggi dopo

Sovraindebitamento: durata e ammissibilità del piano

11 Settembre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Como

Sovraindebitamento: piano del consumatore

Ai fini dell’omologa del piano del consumatore non rileva la durata della dilazione di pagamento su cui esso si fonda. In tema di ammissibilità del piano bisogna tenere in debita considerazione i caratteri peculiari e le specificità di ogni singola proposta di sovraindebitamento, atteso che...

Leggi dopo

Lo scioglimento dal contratto nel concordato

04 Settembre 2018 | di La Redazione

Tribunale di Perugia

Concordato preventivo: disciplina generale

Lo scioglimento dal contratto ex art. 169-bis l.fall. può essere richiesto per tutti i contratti non espressamente esclusi dalla norma in cui almeno una parte debba adempiere alle proprie obbligazioni.

Leggi dopo

Pagine