Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Borsalino: l’inammissibilità della proposta di concordato

09 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Alessandria

Inammissibilità della proposta di concordato

Sono inammissibili il piano e la proposta concordataria, unitamente agli atti posti in essere nei mesi precedenti al deposito del ricorso dalla società debitrice, dall’affittuario d’azienda e dall’istituto di credito, qualora “costituiscano palese ed evidente “aggiramento” e violazione dell’art. 163-bis l.fall. che disciplina le cd. "offerte concorrenti".

Leggi dopo

Concordato e verifica della fattibilità economica del piano

03 Gennaio 2018 | di La Redazione

Corte d’Appello di Lecce

Fattibilità

A seguito dell’introduzione della percentuale minima del 20% di soddisfazione dei creditori chirografari per il solo concordato liquidatorio e dell'obbligo di assicurare una "utilità specifica ed economicamente valutabile" per tutti i tipi di concordato, si richiede un vaglio più rigoroso delle condizioni di concreta fattibilità del piano sotto il profilo economico.

Leggi dopo

Pluralità di proposte di concordato e legittimazione a chiedere l’omologazione

29 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Teramo

Concordato fallimentare

Nel caso di pluralità di proposte di concordato fallimentare, unica legittimata attiva a chiedere l’omologazione è la parte la cui proposta sia stata approvata dalla maggioranza dei creditori, tenuto conto che nel caso in cui la votazione non abbia premiato una proposta con la maggioranza dei voti...

Leggi dopo

Borsalino: dichiarato il fallimento dopo l’inammissibilità del concordato

22 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Alessandria

Dichiarazione di fallimento

In presenza di tutti i presupposti di cui gli art. 1 e 5 l. fall., e sussistendo l’incapacità della società di far fronte regolarmente alle proprie obbligazioni, può essere dichiarato il fallimento quando la domanda di concordato preventivo sia stata dichiarata inammissibile

Leggi dopo

Risoluzione del concordato e potere di istanza fallimentare

14 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Risoluzione e annullamento del concordato

Qualora sia decorso l’anno di cui all’art. 186 l.fall. si riespande un potere di istanza fallimentare sia da parte dell'imprenditore, sia da parte del pubblico ministero, rivelandosi l'insolvenza nella incapacità di far fronte con regolarità - ovvero secondo le modalità e i tempi del piano - alle obbligazioni assunte con la proposta concordataria e maturate durante la procedura.

Leggi dopo

Concordato fallimentare: l’interesse ad opporsi all'omologazione

06 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Teramo

Concordato fallimentare

La sussistenza dell’interesse ad opporsi all'omologazione del concordato fallimentare, come di quello ad agire, può essere desunta dal complesso dell’atto di opposizione e specificata dalle parti negli atti successivi.

Leggi dopo

Dichiarazione di fallimento e natura del procedimento

28 Novembre 2017 | di La Redazione

Corte d’Appello di Milano

Dichiarazione di fallimento

La formulazione dell’art. 15 l. fall., delinea un procedimento per la dichiarazione di fallimento a carattere contenzioso ed a cognizione piena con trattazione in udienza in cui viene assicurato in modo completo il contraddittorio tra le parti ed il diritto di difesa, in quanto tale procedimento...

Leggi dopo

Società in concordato liquidatorio: la liquidazione volontaria non può anticipare quella giudiziale

23 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Udine

Concordato con cessione dei beni

Non può essere iscritta nel registro delle imprese la domanda di liquidazione volontaria, e il correlato bilancio finale, presentati dal liquidatore in pendenza di una procedura di concordato preventivo con cessione dei beni.

Leggi dopo

Concordato fallimentare: opposizione all'omologa e soggetti legittimati

17 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Teramo

Concordato fallimentare

Ai sensi dell’art. 129 comma 2 l.fall., legittimati a proporre opposizione all’omologazione del concordato fallimentare sono il fallito non proponente, i creditori dissenzienti, vale a dire i creditori che hanno espresso la dichiarazione di dissenso nei termini prescritti, ovvero quelli ammessi al passivo, nonchè qualsiasi altro interessato, categoria nella quale devono farsi rientrare anche i creditori che non hanno ricevuto la comunicazione ex art. 125 l.fall...

Leggi dopo

Sovraindebitamento e soddisfacimento del creditore ipotecario

16 Novembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Sovraindebitamento

In tema di soddisfacimento del creditore ipotecario nel sovraindebitamento, la fattispecie di cui all’art. 8, comma 4, L. n. 3/2012 trova applicazione solo nell’ipotesi in cui il contratto di mutuo ipotecario sia risolto, mentre, nel caso in cui il contratto non si sia risolto ed il consumatore si proponga di onerare il mutuo secondo le ordinarie scadenze, la disposizione non osta all’omologa del piano.

Leggi dopo

Pagine