Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Start up innovativa e fallimento

29 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Udine

Start up innovativa

La natura amministrativa degli atti sottesi all'iscrizione della società alla sezione speciale del registro delle imprese con la qualifica di start up innovativa non preclude di per sé l’accertamento in sede prefallimentare dell’effettiva sussistenza dei requisiti di legge per l’attribuzione di tale qualifica al fine di...

Leggi dopo

Concordato preventivo e accertamento del credito bancario

25 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Como

Concordato preventivo: disciplina generale

A differenza di quanto avviene nella procedura fallimentare, la questione dell'accertamento della entità e della natura dei crediti esula dalla procedura concordataria ma è semmai rimessa alla cognizione civile ordinaria secondo le regole processuali del codice di rito, cui sola spetta il definitivo accertamento in ordine alla sussistenza, alla quantificazione ed alla qualificazione del diritto di credito.

Leggi dopo

La quantificazione del danno nell’azione promossa dal curatore

18 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Nell'azione di responsabilità promossa dal curatore, ex art. 146, comma 2, l. fall., la mancata o irregolare tenuta delle scritture contabili, pur se addebitabile all'amministratore convenuto, non giustifica che il danno risarcibile sia determinato e liquidato nella misura corrispondente alla differenza tra il passivo accertato e l'attivo liquidato in sede fallimentare, potendo tale criterio essere utilizzato...

Leggi dopo

L’ammissione al passivo del credito per contribuzione relativa alla gestione separata

15 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Novara

Ammissione al passivo: effetti, inammissibilità e rinuncia

In tema di lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata, il mancato versamento dei contributi obbligatori impedisce la stessa costituzione del rapporto previdenziale e la maturazione del diritto alle prestazioni, dovendo subire il lavoratore, in quanto soggetto passivo dell’obbligazione contributiva, le conseguenze pregiudizievoli del proprio inadempimento.

Leggi dopo

Borsalino: l’inammissibilità della proposta di concordato

09 Gennaio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Alessandria

Inammissibilità della proposta di concordato

Sono inammissibili il piano e la proposta concordataria, unitamente agli atti posti in essere nei mesi precedenti al deposito del ricorso dalla società debitrice, dall’affittuario d’azienda e dall’istituto di credito, qualora “costituiscano palese ed evidente “aggiramento” e violazione dell’art. 163-bis l.fall. che disciplina le cd. "offerte concorrenti".

Leggi dopo

Concordato e verifica della fattibilità economica del piano

03 Gennaio 2018 | di La Redazione

Corte d’Appello di Lecce

Fattibilità

A seguito dell’introduzione della percentuale minima del 20% di soddisfazione dei creditori chirografari per il solo concordato liquidatorio e dell'obbligo di assicurare una "utilità specifica ed economicamente valutabile" per tutti i tipi di concordato, si richiede un vaglio più rigoroso delle condizioni di concreta fattibilità del piano sotto il profilo economico.

Leggi dopo

Pluralità di proposte di concordato e legittimazione a chiedere l’omologazione

29 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Teramo

Concordato fallimentare

Nel caso di pluralità di proposte di concordato fallimentare, unica legittimata attiva a chiedere l’omologazione è la parte la cui proposta sia stata approvata dalla maggioranza dei creditori, tenuto conto che nel caso in cui la votazione non abbia premiato una proposta con la maggioranza dei voti...

Leggi dopo

Borsalino: dichiarato il fallimento dopo l’inammissibilità del concordato

22 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Alessandria

Dichiarazione di fallimento

In presenza di tutti i presupposti di cui gli art. 1 e 5 l. fall., e sussistendo l’incapacità della società di far fronte regolarmente alle proprie obbligazioni, può essere dichiarato il fallimento quando la domanda di concordato preventivo sia stata dichiarata inammissibile

Leggi dopo

Lo stato di insolvenza nel procedimento per la dichiarazione di fallimento

15 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Monza

Insolvenza

Lo stato d'insolvenza dell'imprenditore commerciale, quale presupposto per la dichiarazione di fallimento, si realizza in presenza di una situazione d'impotenza strutturale e non soltanto transitoria a soddisfare regolarmente e con mezzi normali le proprie obbligazioni a seguito dei venir meno delle condizioni di liquidità e di credito necessarie alla relativa attività, mentre resta in proposito irrilevante...

Leggi dopo

Risoluzione del concordato e potere di istanza fallimentare

14 Dicembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Risoluzione e annullamento del concordato

Qualora sia decorso l’anno di cui all’art. 186 l.fall. si riespande un potere di istanza fallimentare sia da parte dell'imprenditore, sia da parte del pubblico ministero, rivelandosi l'insolvenza nella incapacità di far fronte con regolarità - ovvero secondo le modalità e i tempi del piano - alle obbligazioni assunte con la proposta concordataria e maturate durante la procedura.

Leggi dopo

Pagine