Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Trust autodichiarato e applicazione dell'imposta di registro in misura fissa

04 Marzo 2014 | di La Redazione

CTP PADOVA

Trust

Il trust di garanzia autodichiarato, con il quale vengono segregati alcuni immobili con obbligo di restituzione al disponente dei beni, non costituisce un vincolo di destinazione definitivo ed irrevocabile, e non comporta il trasferimento della proprietà dei beni, bensì solo della loro intestazione per specifiche finalità.

Leggi dopo

Concordato: la procedura volta al licenziamento collettivo non è atto di straordinaria amministrazione

04 Marzo 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Licenziamento collettivo

La procedura con cui un’impresa in concordato preventivo intende avviare un licenziamento collettivo per la totalità dei dipendenti, non avendo impatto sul patrimonio societario, non costituisce atto di straordinaria amministrazione e non deve, pertanto, essere autorizzato dal tribunale, ex art. 161, comma 7, l. fall.

Leggi dopo

Concordato liquidatorio con assuntore e deposito delle somme necessarie per la procedura ex art. 163 l. fall.

04 Marzo 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI VIGEVANO

Assuntore

In una proposta di concordato preventivo liquidatorio con assuntore, il deposito delle somme di cui all’art. 163 l. fall. deve consistere in una percentuale delle somme necessarie per lo svolgimento della procedura fino all’omologa: va calcolato come percentuale della sommatoria di diverse voci (somme per Imu e altri tributi, compensi per collegio sindacale e altri organi) e non sulla base di una previsione dell’ammontare dei compensi per il solo commissario giudiziale.

Leggi dopo

Proposta concordataria con falcidia del creditore ipotecario e valutazione della soddisfazione rispetto all’alternativa liquidatoria

03 Marzo 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI PRATO

Concordato preventivo: disciplina generale

L’attestatore che, operando un confronto, ai fini dell’art. 160 comma 2, l. fall., tra la soddisfazione falcidiata del creditore munito di ipoteca nella proposta concordataria e la soddisfazione che si avrebbe in caso di liquidazione del bene, è tenuto a valutare, come parametro di soddisfazione, l’intero valore dei beni, a nulla rilevando che essi siano oggetto di contratti preliminari di compravendita.

Leggi dopo

Inammissibilità del concordato in bianco per mancato deposito della documentazione

03 Marzo 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Inammissibilità della proposta di concordato

Deve essere dichiarata inammissibile la domanda di concordato preventivo in bianco in caso di mancato deposito della documentazione richiesta dall’art. 161 l. fall.

Leggi dopo

Concordato in bianco: la stipula del contratto di locazione commerciale è atto di straordinaria amministrazione

03 Marzo 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI PADOVA

Atti di ordinaria e straordinaria amministrazione

La stipula del contratto di locazione commerciale costituisce atto di straordinaria amministrazione soggetto ad autorizzazione ex art. 161, comma 7, l. fall., mentre il sostenimento delle spese necessarie al trasloco del magazzino, così come i canoni dovuti secondo le pattuizioni del contratto, una volta autorizzato, configurano atti di ordinaria amministrazione.

Leggi dopo

Per l’estensione del fallimento di una s.r.l. alla sottostante società di fatto anche quest’ultima deve essere dichiarata insolvente

27 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI CROTONE

Fallimento in estensione

In ipotesi di fallimento di una società di capitali che sia socia di una società di fatto, per l’estensione del fallimento a quest’ultima non si può prescindere dalla dichiarazione di insolvenza della società di persone di fatto e, quindi, dalla valutazione dei presupposti di fallibilità. L’art. 147 l. fall. detta, infatti, una unidirezionalità del fallimento dalla società al socio illimitatamente responsabile, che impedisce di operare in via ascendente dal fallimento del socio al fallimento della società.

Leggi dopo

Fallimento in estensione della società di fatto di cui la società fallita è socia

27 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI GELA

Fallimento in estensione

In presenza di indizi gravi, precisi e concordanti dai quali emerge la gestione di un’unica attività imprenditoriale e commerciale e l’esistenza di una affectio societatis, è possibile dichiarare il fallimento in estensione, ex art. 147, comma 5, l. fall., della società di fatto tra la società fallita e un’altra s.n.c., nonché dei soci illimitatamente responsabili di quest’ultima.

Leggi dopo

Annullamento del concordato su istanza del commissario giudiziale e prededuzione dei compensi professionali

27 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MILANO

Risoluzione e annullamento del concordato

I compensi a favore dei professionisti che hanno assistito la parte in un concordato preventivo poi annullato su istanza del commissario giudiziale, ex art. 186 l. fall., vanno liquidati in prededuzione nel successivo fallimento, in quanto l’iniziativa del commissario giudiziale, finalizzata a un possibile esercizio di azioni risarcitorie, ha generato debiti di massa.

Leggi dopo

Non è prededucibile il credito del subappaltatore della società appaltatrice fallita

26 Febbraio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BOLZANO

Prededuzione

L’ente pubblico, che abbia un debito nei confronti di società appaltatrice fallita per opere da questa realizzate (anche per mezzo dei subappaltatori), deve adempiere le sue obbligazioni e pagare quanto dovuto alla procedura fallimentare, la quale poi provvederà a ripartire l’attivo fra i creditori nel rispetto della graduazione determinata dalla norme fallimentari e civilistiche.

Leggi dopo

Pagine