Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Revocatoria di pagamenti parziali già definiti

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI PARMA

Pagamenti

In tema di fallimento, la definitiva ammissione al passivo del fallimento di un credito residuo rispetto ad altro precedentemente soddisfatto non preclude la revocabilità dei pagamenti parziali già definiti, e ciò in quanto l’ammissione al passivo del credito residuo, ancorché in via definitiva e senza riserve, non preclude al curatore l’esperimento dell’azione revocatoria con riguardo agli atti estintivi delle maggiori ragioni del creditore, considerato che la detta ammissione implica un accertamento circa la sussistenza del titolo giustificativo di quel residuo, ma non anche circa l’insussistenza di un credito più consistente, e quindi prescinde da indagini sulla validità ed opponibilità alla massa dei pagamenti parziali antecedenti; lasciando impregiudicate le relative questioni.

Leggi dopo

Procedura pre fallimentare e abuso dello strumento concordatario

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI NOCERA INF.

Abuso del diritto nel concordato

Si configura un abuso dello strumento concordatario quando il debitore ricorre al concordato preventivo per perseguire finalità diverse da quelle per cui l’istituto è previsto, cioè al solo scopo di evitare una dichiarazione di fallimento e le conseguenze che ne derivano in particolar modo quelle penalistiche.

Leggi dopo

Revoca del concordato ex art. 173 – Fattibilità giuridica – Valutazioni del commissario giudiziale

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI CUNEO

Revoca dell'ammissione al concordato preventivo

Il commissario giudiziale è organo della procedura di concordato preventivo e legittimato a segnalare al Tribunale l’eventuale sussistenza di fattispecie rilevanti ai sensi dell’art. 173 l. fall., ma non essendo portatore di alcun interesse giuridico proprio che lo legittimi ad assumere conclusioni e formulare istanze, la sua costituzione in giudizio, nel procedimento per la revoca dell’ammissione al concordato, non è necessaria né prevista dalla legge.

Leggi dopo

Concordato con riserva e sospensione feriale dei termini

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI ROMA

Sospensione feriale dei termini

Nella procedura di concordato preventivo con riserva, il termine concesso ex art. 161, comma 6, l. fall. al debitore ha natura processuale ed è, pertanto, soggetto alla sospensione feriale dei termini contemplata dalla l. n. 742/1969.

Leggi dopo

Legittimazione del commissario giudiziale all'esercizio in sede civile dell’azione di responsabilità

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE NAPOLI

Azione esercitata dal commissario di società controllata

Il commissario giudiziale è legittimato, in luogo dei creditori, a far valere, in sede civile, a titolo di illecito extracontrattuale ex art. 2043 c.c., il danno patrimoniale conseguenza di fatti, anche di natura omissiva, commessi da amministratori, direttori generali, sindaci e liquidatori, sussumibili sotto la previsione di cui all’art. 236 l. fall.

Leggi dopo

Concordato con riserva – sospensione feriale dei termini

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUANLE DI CATANIA

Sospensione feriale dei termini

Il termine concesso ex art. 161, comma 6, l. fall., al debitore che presenti una domanda di concordato con riserva è soggetto alla sospensione feriale dei termini, atteso che, ai sensi dell’art. 36-bis l. fall. nell’ambito della legge fallimentare riformata, non sono soggetti a sospensione feriale i soli termini previsti per i reclami ex artt. 26 e 36 l. fall.

Leggi dopo

Concordato in continuità e affitto d’azienda: compatibilità

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI CUNEO

Affitto d’azienda nelle procedure concorsuali

La disciplina sulla continuità aziendale, di cui all’art. 186-bis l. fall. è applicabile anche in caso di affitto d’azienda, in quanto l’attività imprenditoriale non cessa per effetto dell’affitto, e la qualifica di imprenditore permane in capo non solo a chi conceda, ma anche a chi abbia concesso prima della presentazione del ricorso, in affitto l’azienda oggetto dell’impresa.

Leggi dopo

Fallimento: spetta al debitore provare l’ammontare complessivo dei debiti scaduti e non pagati

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI LATINA

Dichiarazione di fallimento

Nell’ambito di un procedimento per la dichiarazione di fallimento, qualora dagli atti di giudizio non risulti provata la sussistenza della condizione di procedibilità prevista dall’ultimo comma dell’art. 15 l. fall., incombe sul debitore convenuto in giudizio l’onere di provare l’ammontare dei debiti scaduti e non pagati.

Leggi dopo

La valutazione del commissario giudiziale ex art. 172 l. fall. attiene esclusivamente la veridicità dei fatti allegati

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI CHIETI

Relazione del commissario giudiziale

L’informativa destinata ai creditori redatta dal commissario giudiziale ex art. 172 l. fall. non deve consistere in una minuziosa e dettagliata disamina degli eventi che hanno causato la situazione di dissesto del debitore.

Leggi dopo

Concordato preventivo in bianco, scioglimento dei contratti pendenti e necessità del contraddittorio

17 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI NOVARA

Rapporti giuridici preesistenti nel concordato

Il debitore in concordato preventivo può chiedere la sospensione o lo scioglimento dei contratti pendenti, ex art. 169-bis l. fall.

Leggi dopo

Pagine