Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Concordato preventivo, consistenza del credito e soddisfacimento dei creditori

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI AREZZO

Soddisfazione dei crediti

Posto che uno dei fondamenti causali del concordato preventivo deve rinvenirsi nel “riconoscimento in favore dei creditori di una sia pur minimale consistenza del credito da essi vantato in tempi di realizzazione ragionevolmente contenuti”, nel senso che la proposta concordataria deve inderogabilmente prevedere una misura minima di soddisfacimento di tutti i creditori, deve ritenersi che il venir meno della causa del contratto, sindacabile dal tribunale anche in sede di procedimento di revoca del concordato, si verifica proprio quando, pur in presenza di una proposta che preveda forme di pagamento dei creditori, vi siano fondati dubbi, sulla scorta degli elementi apportati dai commissari giudiziali, circa la possibilità che i creditori vengano soddisfatti.

Leggi dopo

Il pagamento integrale dell’IVA è richiesto solo se vi è transazione fiscale

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE CAMPOBASSO

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Il pagamento integrale dell’IVA deve esservi obbligatoriamente solo nell’ipotesi in cui vi sia una transazione fiscale.

Leggi dopo

Concordato con riserva e sospensione feriale dei termini

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI MONZA

Concordato con riserva

La sospensione feriale dei termini non è applicabile al termine di cui all’art. 161, comma 6, l. fall. in quanto tale applicazione si tradurrebbe nella dilatazione di termini che il legislatore ha stabilito come massimi e non ulteriormente prorogabili.

Leggi dopo

Scioglimento e sospensione dei contratti pendenti nel concordato con riserva

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI ROMA

Rapporti giuridici preesistenti nel concordato

Perchè il tribunale possa esercitare il potere discrezionale che gli viene riconosciuto dall'art. 169-bis l. fall. è necessario che sia messo in condizione di conoscere le ragioni a fondamento della richiesta di autorizzazione allo scioglimento dal contratto pendente.

Leggi dopo

Concordato preventivo: il liquidatore può sempre modificare le valutazioni sull’ammissione dei crediti

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI RAVENNA

Liquidatore giudiziale

La procedura di concordato preventivo, a differenza di quella fallimentare, non contempla una fase di accertamento dei crediti, pertanto ogni decisioni presa dal Giudice Delegato in fase di ammissione al voto ha natura meramente incidentale e non vincolante.

Leggi dopo

Contratti pendenti nel concordato preventivo con riserva: esclusione dello scioglimento e ammissibilità della sospensione

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI VICENZA

Concordato con riserva

La norma di cui all’art. 169-bis l. fall. si applica al preconcordato solo per la parte in cui prevede la sospensione dei contratti pendenti, che non ha effetti definitivi.

Leggi dopo

Inammissibilità della prededuzione dei professionisti presentatori della domanda di concordato

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI PADOVA

Prededuzione

Non appare ammissibile la prededuzione prevista dalla proposta concordataria del credito del professionista funzionale al deposito della domanda ex art. 111, comma 2, l. fall,. dal momento che tali crediti (nel caso di specie il credito dell’advisor, del legale, dell’attestatore e del perito immobiliare di parte) non sembrano rientrare in alcuna delle ipotesi previste dall’art. 182 quater l. fall., nel testo attualmente vigente, in tema di prededucibilità dei crediti nel concordato preventivo, là ove la prededuzione prevista dall’art. 111, comma 2, l. fall.. attiene alla disciplina applicabile nell’ambito del procedimento fallimentare.

Leggi dopo

Decreto ingiuntivo e legittimazione passiva nel concordato con cessione di beni

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI VERCELLI

Decreto ingiuntivo

Alla luce dell’art. 649 c.p.c., nell’instaurato giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo va sospesa l’esecuzione provvisoria del decreto opposto da una società in concordato preventivo con cessione di beni, previa integrazione del contraddittorio nei confronti del liquidatore giudiziale, essendo stato il decreto ingiuntivo emesso esclusivamente nei confronti della società debitrice in persona del legale rappresentante.

Leggi dopo

Concordato con riserva e sospensione feriale dei termini

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI TRENTO

Concordato con riserva

Il termine concesso ex art. 161, comma 6, l. fall., ha natura processuale ed è, pertanto, soggetto alla sospensione feriale dei termini ex art. 1 l. n. 742/1969.

Leggi dopo

Concordato preventivo: omologazione e criteri di formazione delle classi

16 Gennaio 2014 | di La Redazione

TRIBUNALE DI VICENZA

Omologazione della proposta di concordato

I criteri di formazione delle classi devono riguardare i caratteri oggettivi (o soggettivi) dei creditori, come tali considerati, e non possono invece trovare la loro fonte in un comportamento soggettivo del debitore, quale può essere l’aver contestato i crediti (classe dei crediti in contenzioso), che si risolverebbe in una scelta soggettiva ed arbitraria del debitore, estranea ad un canone di vicinanza oggettiva tra i creditori.

Leggi dopo

Pagine