Focus

Focus

Insolvenza in prospettiva, crisi, indicatori ed “indici di allerta” tra Legge Fallimentare e nuovo CCII

20 Febbraio 2020 | di Marco Terenghi

Crisi d'impresa e insolvenza

Una delle principali novità sistematiche introdotte dal nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza è rappresentata dalla definizione della “crisi”, dalla sua differenziazione rispetto all’insolvenza e dalle tecniche previste per consentire la sua emersione tempestiva ed il suo superamento. Obiettivo del presente approfondimento è quello di ripercorrere in prima battuta l’evoluzione delle nozioni di “crisi” ed “insolvenza” dalla Legge Fallimentare al CCII, di analizzarne le reciproche interazioni nella prospettiva adottata dagli interpreti, ed in particolare dalla giurisprudenza, e di soffermarsi infine sul recentissimo contributo del CNDCEC in materia di indicatori ed indici della crisi, da considerarsi un ulteriore tassello sulla strada verso l’approntamento di un sistema destinato a modificare in modo forse irreversibile l’approccio tradizionalmente invalso in materia di crisi aziendale ed insolvenza.

Leggi dopo

Un altro passo importante per l’applicazione del Codice della crisi di impresa: approvato dal CdM lo schema di primo Decreto Correttivo

17 Febbraio 2020 | di Filippo Lamanna

Crisi d'impresa e insolvenza

Nella riunione del 13 febbraio 2020, a distanza di un anno dalla pubblicazione (nella Gazzetta Ufficiale del 14 febbraio 2019, n. 38), del Codice della crisi e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), il Governo ha elaborato e trasmesso alle competenti Commissioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica e al Consiglio di Stato, per acquisirne i pareri definitivi, il testo ufficiale dello Schema del primo Decreto Correttivo al suddetto Codice.

Leggi dopo

La riduzione obbligatoria del capitale sociale per perdite

13 Febbraio 2020 | di Girolamo Lazoppina

Riduzione del capitale sociale per perdite

L'autore analizza l'istituto della riduzione del capitale sociale dovuta a perdite del patrimonio netto, disciplinato dagli articoli 2446 e 2447 del codice civile, anche alla luce delle nuove norme sulla perdita della continuità aziendale e sulla rilevazione tempestiva della crisi d'impresa introdotte con il D.Lgs. n. 14/2019.

Leggi dopo

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ad efficacia estesa

10 Febbraio 2020 | di Stefano Morri

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nel presente contributo l’autore analizza la disciplina introdotta dal nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in tema di accordi di ristrutturazione dei debiti ad efficacia estesa analizzando le scelte del Legislatore alla luce delle indicazioni della legge delega n. 155/2017 e soffermandosi a riflettere circa i cambiamenti rispetto alle previsioni dell’attuale legge fallimentare.

Leggi dopo

Concordato preventivo: la tassazione delle plusvalenze ex art. 86, comma 5, del TUIR

03 Febbraio 2020 | di Fabio Gallio, Alessandro Monterosso

Concordato preventivo: disciplina generale

Con la risposta ad interpello del 31 ottobre 2019, n. 462, l’Agenzia delle Entrate si è occupata della tassazione di componenti di reddito realizzati ex art. 86, comma 5, del TUIR. Si ricorda che tale disposizione sancisce che la cessione dei beni ai creditori in sede di concordato preventivo non costituisce realizzo delle plusvalenze e minusvalenze dei beni, comprese quelle relative alle rimanenze e il valore di avviamento. L’istanza è stata presentata da una società che, a seguito di una crisi del settore e del mancato sostegno finanziario da parte del ceto bancario, aveva presentato domanda di concordato preventivo ai sensi dell'articolo 160 L. Fall. con l'obiettivo, da un lato, di tutelare il know how aziendale, la continuità d'impresa e preservare i posti di lavoro, e, dall'altro, di poter continuare ad operare nell'interesse dei creditori e nel superiore rispetto del principio della par condicio.

Leggi dopo

Appunti in tema di responsabilità da inadeguatezza dell’assetto organizzativo

29 Gennaio 2020 | di Fabio Cesare

Responsabilità da direzione e coordinamento

Il nuovo art. 2086 c.c. impone agli imprenditori collettivi di dotare l’impresa di un assetto organizzativo adeguato alle dimensioni e all’attività esercitata in concreto. È facile prevedere che con l’entrata in vigore della riforma, le azioni di responsabilità da prosecuzione illecita...

Leggi dopo

Interessi moratori per ritardato pagamento e procedure concorsuali in italia: la saga continua (senza rinvii…)

24 Gennaio 2020 | di Stefano Bastianon

Azioni di creditori e organi di procedure concorsuali verso amministratori

Il tema dell’applicabilità della disciplina degli interessi per ritardato pagamento in ambito concorsuale riveste una notevole importanza sia per l’elevato numero di casi in cui tale disciplina trova (o non trova) applicazione, sia per la delicatezza delle questioni interpretative prospettate dalla giurisprudenza di merito e da quella di legittimità. Il possibile contrasto (di una certa interpretazione) della normativa interna con il diritto dell’Unione europea e con la Carta costituzionale italiana amplifica l’interesse per l’interprete, mentre il recente intervento del Tribunale di Vicenza conferma la perdurante attualità del tema in esame.

Leggi dopo

Il decreto salva banche

20 Gennaio 2020 | di Girolamo Lazoppina

Crisi bancarie

In questi ultimi anni lo Stato italiano è spesso intervenuto, a volte lambendo la linea di confine imposta delle direttive UE in tema di aiuti di Stato, per porre rimedio a situazioni di gravi crisi economiche e finanziarie in cui si sono trovate molte banche italiane. In ultimo è intervenuto con il D.L. n. 1/2019 per “salvare” la Banca Carige S.p.a. - Cassa di risparmio di Genova e Imperia con un testo sostanzialmente identico all'ormai noto decreto salva banche n. 237/2016. L'autore analizza tale ultimo decreto valido come norma di carattere generale laddove il D.L. n. 1/2019 è invece dettato specificamente per l'istituto di credito ligure.

Leggi dopo

L'esclusione degli enti pubblici dall'ambito applicativo del Codice

15 Gennaio 2020 | di Beatrice Armeli

Enti pubblici

L'art. 294, c. 3, del D.Lgs. n. 14/2019 stabilisce, con previsione totalmente nuova, che le disposizioni (tutte) contenute nel relativo Titolo VII, dedicato alla l.c.a., non si applicano agli enti pubblici. L'esclusione risulta coerente con la definizione del campo applicativo del nuovo Codice, nel senso che: se è vero che gli enti pubblici sono tradizionalmente sottratti ai procedimenti concorsuali volti a regolare l'insolvenza (oggi il fallimento, domani la liquidazione giudiziale, così come il concordato preventivo), gli stessi devono essere altresì sottratti al procedimento di l.c.a. disciplinato dal Codice, in quanto riservato dal legislatore della riforma (parrebbe in via esclusiva) alla regolazione del predetto stato oggettivo, in virtù di quanto previsto dall'art. 1, c. 1.

Leggi dopo

La ripartizione della competenza tra giudice del lavoro e giudice del concorso

07 Gennaio 2020 | di Alessandro Valentini

Giurisdizione e competenza

Le disposizioni normative del D.Lgs. n. 14/2019 “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza” (CCI) non hanno modificato pressoché nulla in materia di attribuzione di competenza del Giudice del Concorso rispetto al precedente assetto normativo delle vecchie disposizioni del R.D. 267/1942 (LF) sulla competenza del Giudice Fallimentare.

Leggi dopo

Pagine