Focus

Focus

Concordato inadempiuto ma non risolto e successivo fallimento omisso medio

20 Agosto 2019 | di Filippo Rasile

Concordato preventivo: disciplina generale

Sulle pagine di questo portale si è ampiamente scritto e dibattuto sull'ammissibilità, o meno, del fallimento "omisso medio” ed anche la giurisprudenza si è interrogata spesso sulla questione proponendo soluzioni diverse. Le recenti pronunce dei Tribunali di Reggio Emilia e Modena, e quella della Corte d'Appello di Firenze, offrono l'occasione per fare il punto sull'argomento.

Leggi dopo

Aspetti critici della disciplina del concordato in continuità nel Codice della crisi

16 Agosto 2019 | di Diego Corrado

Concordato con continuità aziendale

Il contributo si sofferma su taluni aspetti critici della disciplina del concordato in continuità aziendale, come rivista dal Codice della Crisi e dell'Insolvenza. Dettata dal comprensibile intento di favorire la salvaguardia dei complessi aziendali, e con essi dei valori immateriali e dei livelli occupazionali, essa appare foriera di dubbi e potenziali conflitti in alcuni suoi aspetti essenziali. In questa sede si evidenziano casi di possibile contrasto tra le ragioni dei creditori e gli interessi dei lavoratori, e le incongruenze cui in taluni casi potrebbe dare adito la soluzione scelta in ordine al principio di “prevalenza”, per individuare la disciplina applicabile ai c.d. concordati misti. Sullo sfondo, il rischio che aspetti particolarmente sensibili della disciplina possano dare luogo a un contenzioso di non facile soluzione, o peggio aprire la strada ad abusi dell'istituto.

Leggi dopo

La procedura di allerta e i debiti previdenziali nel nuovo Codice della crisi d'impresa

08 Agosto 2019 | di Francesco Geria

Crisi d'impresa e insolvenza

Il nuovo Codice della Crisi d'impresa e dell'insolvenza (D.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, pubblicato in Gazz. Uff. 14 febbraio 2019, n. 6) emanato in attuazione della Legge 19 ottobre 2017 n. 155 (Gazz. Uff. 30 ottobre 2017, n. 254) ha rappresentato per il nostro ordinamento un cambiamento significativo, anche in virtù dell'introduzione degli strumenti di allerta e di prevenzione della crisi.

Leggi dopo

Una nota (parzialmente) critica al primato del piano d'impresa nell'ambito degli adeguati assetti

05 Agosto 2019 | di Riccardo Ranalli

Crisi d'impresa e insolvenza

L'autore, pur avendo in più occasioni dato atto della supremazia del dato previsionale, ai fini dell'autodiagnosi da parte dell'impresa dello stato di salute finanziaria, invita ad estrema cautela nell'impiego delle stime prognostiche quando esse non siano formulate utilizzando un rigido e affidabile insieme di regole di dettaglio.

Leggi dopo

Obblighi informativi e continuità: criticità attuali e future

01 Agosto 2019 | di Paolo Rinaldi

Crisi d'impresa e insolvenza

La prosecuzione dell'attività aziendale in capo a soggetti terzi rispetto all'imprenditore in crisi pone importanti problemi pratici di verifica dell'andamento del business prima e dopo il suo trasferimento al terzo, e nella costruzione del Piano di Risanamento: la Riforma interviene su alcuni di questi aspetti, ma necessitano modifiche ulteriori.

Leggi dopo

Direttiva UE n. 1023/2019 sulla ristrutturazione preventiva, esdebitazione ed insolvenza: prime valutazioni

30 Luglio 2019 | di Gianfranco Benvenuto, Stefano Meani

Esdebitazione

Il 20 giugno 2019 ha visto la luce la Direttiva (UE) n. 2019/1023 del Parlamento europeo e del Consiglio avente ad oggetto i quadri di ristrutturazione preventiva, l'esdebitazione e le interdizioni nonché le misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione.

Leggi dopo

Composizione assistita della crisi e tempestività dell’iniziativa nel nuovo Codice della crisi

25 Luglio 2019 | di Stefano Bastianon

Crisi d'impresa e insolvenza

A differenza della procedura di allerta che mira a rilevare tempestivamente la crisi dell’impresa e a trovare una soluzione interna a tale crisi, senza pertanto coinvolgere i creditori, l’istituto della composizione assistita della crisi presuppone un confronto del debitore con i creditori (tutti o parte di essi) nel tentativo di ricercare una soluzione concordata della crisi, grazie anche all'intervento dell'OCRI in qualità di “mediatore” sui generis tra le parti. Proprio al fine di incentivare il debitore ad avvalersi di tale procedura, sono previste apposite misure premiali (di natura patrimoniale e di natura penale) oltre ad alcune misure c.d. protettive finalizzate ad evitare che le trattative in corso e il possibile buon esito delle stesse possano essere vanificate dall'iniziativa isolata di uno o più creditori che non partecipano alle trattative.

Leggi dopo

Le novità introdotte dal Codice della crisi e le modifiche previste dal Decreto “Sblocca-cantieri”

22 Luglio 2019 | di Beatrice Armeli

Crisi d'impresa e insolvenza

Con il nuovo “Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza” (decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14) vengono introdotte, per quel che qui rileva, anche talune modifiche al “Codice dei contratti pubblici” (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50), prevedendosi altresì disposizioni ad hoc relative ai contratti pendenti stipulati con pubbliche amministrazioni e ai casi di partecipazione dell'operatore economico, in crisi o insolvente, a procedure di affidamento di contratti pubblici. Le novità apportate diverranno efficaci decorsi 18 mesi dalla data della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del d.lgs. 14/2019, e quindi il 15 agosto 2020.

Leggi dopo

Le note di variazione in diminuzione IVA nella cessione del credito vantato nei confronti di un soggetto fallito

17 Luglio 2019 | di Fabio Gallio

Adempimenti fiscali nel fallimento

Con la risposta n. 91 del primo aprile 2019, fornita a seguito alla presentazione di un'istanza di interpello, l'Agenzia delle Entrate si è occupata della problematica relativa alle note di variazione IVA da emettere in caso di cessione di un credito, con la formula “pro -solvendo”, vantato nei confronti di un soggetto dichiarato fallito.

Leggi dopo

Le misure premiali nel Codice della crisi

12 Luglio 2019 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

Il legislatore del Codice della crisi e dell’insolvenza ha fissato, fra i punti chiave delle procedure d’allerta, l’obbligo dell’imprenditore di dotarsi di un assetto interno idoneo, sotto il profilo organizzativo, amministrativo e contabile, a monitorare con efficacia l’andamento della gestione aziendale.

Leggi dopo

Pagine