Focus

Focus su Comunicazioni PEC nelle procedure concorsuali

La notifica del ricorso di fallimento dall'1 gennaio 2014

13 Gennaio 2014 | di Lucio Di Nosse

Comunicazioni PEC nelle procedure concorsuali

Per effetto delle modifiche introdotte dal c.d. Decreto Sviluppo-bis, in base al nuovo art. 15, comma 3, l. fall., a decorrere dall'1 gennaio 2014 i ricorsi di fallimento, unitamente ai decreti del Tribunale e del Giudice Relatore in caso di delega, devono essere notificati, a cura della cancelleria all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del debitore. L'Autore analizza, quindi, la nuova disciplina di notifica del ricorso, soffermandosi anche sul termine di fissazione dell'udienza prefallimentare. Viene, infine, illustrato il modus operandi del Tribunale di Napoli in merito alle tempistiche degli adempimenti.

Leggi dopo

Le nuove norme sulla fissazione dell'udienza e la notificazione del ricorso e del decreto nel procedimento per dichiarazione di fallimento

10 Gennaio 2014 | di Roberto Fontana

Comunicazioni PEC nelle procedure concorsuali

Il 1° gennaio 2014 è entrato in vigore il nuovo comma 3 dell'art. 15 l. fall., come modificato dall'art. 17 del c.d. Decreto Sviluppo-bis (d.l. n. 179/2012, conv., con mod., in l. n. 221/2012). L'Autore analizza, quindi, la nuova disciplina della fissazione dell'udienza prefallimentare e della notifica del ricorso al debitore, soffermandosi sugli aspetti problematici, sia di natura interpretativa che di carattere applicativo, legati all'utilizzo dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o al diverso regime notificatorio previsto in via sussidiaria. Vengono affrontate, infine, le modalità di notifica a mezzo postale e le esenzioni soggettive alla nuova disciplina.

Leggi dopo