Focus

Focus su Concordato preventivo: disciplina generale

Concordato preventivo: la tassazione delle plusvalenze ex art. 86, comma 5, del TUIR

03 Febbraio 2020 | di Fabio Gallio, Alessandro Monterosso

Concordato preventivo: disciplina generale

Con la risposta ad interpello del 31 ottobre 2019, n. 462, l’Agenzia delle Entrate si è occupata della tassazione di componenti di reddito realizzati ex art. 86, comma 5, del TUIR. Si ricorda che tale disposizione sancisce che la cessione dei beni ai creditori in sede di concordato preventivo non costituisce realizzo delle plusvalenze e minusvalenze dei beni, comprese quelle relative alle rimanenze e il valore di avviamento. L’istanza è stata presentata da una società che, a seguito di una crisi del settore e del mancato sostegno finanziario da parte del ceto bancario, aveva presentato domanda di concordato preventivo ai sensi dell'articolo 160 L. Fall. con l'obiettivo, da un lato, di tutelare il know how aziendale, la continuità d'impresa e preservare i posti di lavoro, e, dall'altro, di poter continuare ad operare nell'interesse dei creditori e nel superiore rispetto del principio della par condicio.

Leggi dopo

L'egoismo del macellaio e il conflitto di interessi nel concordato

07 Novembre 2019 | di Pier Giorgio Cecchini

Concordato preventivo: disciplina generale

Scriveva oltre 200 anni fa Adam Smith ne La ricchezza delle nazioni: “Non è dalla benevolenza del macellaio, del birraio o del fornaio che ci aspettiamo il nostro pranzo, ma dalla cura che essi hanno per il proprio interesse. Non ci rivolgiamo alla loro umanità ma al loro interesse personale”. L'economista teorizzava che nel mercato opera una mano invisibile, grazie alla quale la ricerca egoistica del proprio interesse da parte degli imprenditori e consumatori conduce al benessere della società.

Leggi dopo

Le anticipazioni bancarie nel concordato preventivo

04 Novembre 2019 | di Giuseppe Rebecca

Concordato preventivo: disciplina generale

Ad oggi non è ancora chiaramente definita la sorte degli incassi successivi alla presentazione di una domanda di concordato preventivo effettuati da una banca in funzione di un contratto di anticipazione, in presenza, come quasi sempre accade, di un patto di compensazione. Nessuna sentenza di Cassazione si è comunque pronunciata post variazione dell’art. 169-bis l.fall. (contratti in corso).

Leggi dopo

Concordato: pagamento ai creditori privilegiati degradati con le risorse derivanti dalla continuità

17 Settembre 2019 | di Federico Clemente, Dario Donadoni

Concordato preventivo: disciplina generale

Nell'ambito del concordato preventivo in continuità ci si è già interrogati in merito alla qualificazione da attribuirsi alle risorse derivanti dalla prosecuzione dell'attività, in relazione alla possibilità per la debitrice concordataria di avvalersi della facoltà prevista dall'articolo 160, secondo comma, l.f. di...

Leggi dopo

Concordato inadempiuto ma non risolto e successivo fallimento omisso medio

20 Agosto 2019 | di Filippo Rasile

Concordato preventivo: disciplina generale

Sulle pagine di questo portale si è ampiamente scritto e dibattuto sull'ammissibilità, o meno, del fallimento "omisso medio” ed anche la giurisprudenza si è interrogata spesso sulla questione proponendo soluzioni diverse. Le recenti pronunce dei Tribunali di Reggio Emilia e Modena, e quella della Corte d'Appello di Firenze, offrono l'occasione per fare il punto sull'argomento.

Leggi dopo

La relazione del professionista ex art. 124, comma 3, l.fall.

07 Maggio 2019 | di Lucia De Bernardin

Concordato preventivo: disciplina generale

La stagione di riforme della legge fallimentare dello scorso decennio ha introdotto -fra le altre cose- la possibilità di offrire ai creditori muniti di privilegio, pegno o ipoteca –tanto nell'ambito del concordato preventivo, quanto in quello fallimentare- il pagamento non integrale del loro credito. Questa possibilità passa dalla relazione di un professionista che deve attestare che la percentuale offerta ai creditori falcidiati sia almeno pari a quella che sarebbe astrattamente ricavabile nell'ambito della liquidazione fallimentare, relazione che si presenta particolarmente complessa perché posta in un punto di snodo fra problematiche di carattere giuridico e di natura tecnico contabile, oltre che valutativo-estimative.

Leggi dopo

Il nuovo concordato preventivo

07 Febbraio 2019 | di Diego Corrado

Concordato preventivo: disciplina generale

Il presente contributo si sofferma sulle novità più salienti della disciplina del concordato preventivo nel Codice della Crisi e dell’Insolvenza. Tra queste, quella forse più importante è la cura posta dal legislatore nel differenziare concordato in liquidità e concordato liquidatorio, unitamente alla specificazione che a quest’ultimo si potrà far luogo solo ove un terzo metta a disposizione risorse aggiuntive pari ad almeno il 10% rispetto all'attivo realizzabile in caso di liquidazione giudiziaria e il soddisfacimento dei creditori chirografari sia previsto in misura non inferiore al venti per cento.

Leggi dopo

Criticità tributarie nel concordato preventivo

21 Gennaio 2019 | di Renato Bogoni, Emanuele Artuso

Concordato preventivo: disciplina generale

Nell’ambito del concordato preventivo, solo con la procedura sancita dal novellato art. 182-ter l. fall. si può regolare il trattamento dei tributi e dei relativi accessori amministrati dalle agenzie fiscali, nonché dei contributi e dei relativi accessori amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza ed assistenza obbligatorie. Quindi, dal precedente regime di facoltatività, si è addivenuti all’odierno assetto di obbligatorietà, di talché l’art. 182-ter l. fall. trova applicazione ogni qualvolta figurino i crediti erariali o contributivi tra le passività da soddisfare con il concordato mediante pagamento parziale e/o differito.

Leggi dopo

I creditori ipotecari nel concordato

04 Gennaio 2019 | di Alberto Crivelli

Concordato preventivo: disciplina generale

Trattando il tema dei creditori ipotecari in ambito concordatario, la prima osservazione è quella secondo cui si ha qui una platea degli stessi non coincidente con quanto avviene in ambito fallimentare.

Leggi dopo

La nuova disciplina del concordato preventivo

09 Agosto 2018 | di Luigi Gaffuri

Concordato preventivo: disciplina generale

La legge delega 19 ottobre 2017, n. 155 ha previsto criteri direttivi per la riforma della disciplina delle procedure concorsuali. Nel mese di dicembre dello scorso anno sono state pubblicate le bozze dei decreti legislativi (tra i quali “Il Codice della Crisi e dell'Insolvenza”: “Il Codice”) che hanno riformulato la normativa fallimentare, dando attuazione ai criteri contenuti nella Legge Delega.

Leggi dopo

Pagine