Focus

Focus su Reati fallimentari

Alle Sezioni Unite la questione della durata delle pene accessorie della bancarotta fraudolenta

26 Febbraio 2019 | di Giuseppe Marra

Reati fallimentari

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n.222/2018 che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 216, ultimo comma, l. fall., nella parte in cui prevedeva la durata fissa delle pene accessorie nella misura di anni dieci, si è aperto all'interno della Corte di Cassazione un contrasto sulla disciplina da applicare, ossia se fare richiamo alla regola generale prevista dall'art. 37 c.p. oppure se dare seguito alle indicazioni della Consulta che, in motivazione, ha optato per un sistema di sanzioni accessorie con durata variabile a seconda della gravità delle condotte illecite.

Leggi dopo

Le disposizioni penali nel Codice della crisi

20 Febbraio 2019 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

Come è noto, il d.lgs. n. 14/2019 che ha interamente riscritto la disciplina in tema di procedure concorsuali ha dedicato al versante penalistico della materia un’attenzione pressoché nulla o comunque di scarso rilievo.

Leggi dopo

La natura della dichiarazione di fallimento nella struttura del reato di bancarotta

31 Ottobre 2018 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

L’individuazione della natura giuridica e del ruolo che la dichiarazione di fallimento assume nell’ambito dei reati di bancarotta prefallimentare è ancora oggetto di contrasto in giurisprudenza. Abbandonata rapidamente l’isolata tesi secondo cui tale provvedimento giudiziale assumeva il ruolo di evento del reato, la Cassazione è oggi divisa fra il ribadire la assai risalente tesi che vede nella dichiarazione di fallimento un elemento costitutivo sui generis dell’illecito di bancarotta e la posizione, che trova conforto in dottrina, che qualifica la predetta sentenza come condizione obiettiva di punibilità dell’illecito.

Leggi dopo

Le misure penali introdotte dalla legge delega

15 Gennaio 2018 | di Iacopo Santinelli

Reati fallimentari

Il presente breve lavoro è finalizzato a descrivere e analizzare sommariamente le novità in ambito penalistico introdotte dalla legge delega n. 155/2017 sulla riforma della disciplina della crisi di impresa.

Leggi dopo

Bancarotta preterintenzionale: il rapporto tra operazioni dolose e dissesto dell’ente

27 Settembre 2017 | di Iacopo Santinelli

Reati fallimentari

L’art. 223, comma 2, n. 2, l.fall., punisce i soggetti indicati nell’art. 223, comma 1, l.fall. (e cioè i vertici dell’ente societario) che “hanno cagionato con dolo o per effetto di operazioni dolose il fallimento della società”. Come si vede, la norma disegna due diverse fattispecie, la prima (aver “cagionato con dolo”), avente forma libera e struttura dolosa, l’altra (aver cagionato il dissesto “per effetto di operazioni dolose”), apparentemente improntata a un modello di responsabilità oggettiva, in cui il reato è attribuito all’agente sulla sola base del nesso eziologico tra condotta e evento, senza che sia necessario l’accertamento dell’elemento soggettivo.

Leggi dopo

Concorso tra reati di bancarotta: il punto della giurisprudenza sulle principali ipotesi applicative

13 Giugno 2017 | di Iacopo Santinelli

Reati fallimentari

L’art. 219 l. fall. reca una specifica disciplina per il concorso tra i reati di cui agli artt. 216 (bancarotta fraudolenta), 217 (bancarotta semplice) e 218 (ricorso abusivo al credito), commessi nell’ambito del medesimo fallimento. Più in particolare, ai sensi dell’art. 219, comma 2, n. 1, l. fall., rubricato “circostanze aggravanti e circostanze attenuante”, le pene previste per i reati suddetti “sono aumentate […], se il colpevole ha commesso più fatti tra quelli previsti in ciascuno degli articoli indicati”...

Leggi dopo

Bancarotta documentale fraudolenta e semplice: somiglianze e (spesso trascurate) differenze

28 Dicembre 2016 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

Analogamente a quanto previsto con riferimento all'ipotesi di bancarotta patrimoniale anche per la bancarotta documentale il Legislatore differenzia il trattamento sanzionatorio da riservare a variegate forme di inidonea tenuta delle scritture contabili da parte dell'imprenditore.

Leggi dopo

Speciale Decreto Sviluppo-bis - I reati nelle procedure concorsuali dei “non fallibili”

21 Dicembre 2012 | di Dario Spadavecchia, Davide Nizza

Reati fallimentari

Il decreto-legge n. 179 del 18 ottobre 2012 “Ulteriori misure per la crescita del Paese “, conv. dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, modifica con il suo articolo 18 la recentissima normativa introdotta con la legge n. 3/2012, prevedendo un articolato sistema di fattispecie delittuose, in larga parte sovrapponibile a quanto già previsto dall'art. 19 delle citata legge 3/2012, ma ampliato per ricomprendervi anche i reati del consumatore. Gli Autori analizzano, quindi, gli aspetti penali nella nuova disciplina del sovraindebitamento.

Leggi dopo