Focus

Focus su Prededuzione

Concordato preventivo e prededuzione del credito del professionista

11 Maggio 2018 | di Amleto Pisapia

Prededuzione

Il Tribunale di Salerno, con un decreto reso nell'ambito di un giudizio di opposizione ex art. 98 l. fall. avverso l’ammissione al passivo in via privilegiata anziché in prededuzione del credito maturato dal professionista legale per l’attività svolta nell'interesse del debitore nella fase di presentazione della proposta di concordato preventivo (poi dichiarata inammissibile per gravi carenze nella formulazione del piano), confermava la decisione del giudice delegato...

Leggi dopo

Riduzione dei costi professionali e disciplina della prededuzione

09 Marzo 2018 | di Marco Terenghi

Prededuzione

Come noto, uno dei principi ispiratori generali della legge delega n. 155/2017 è quello c.d. di “economicità delle procedure”, inteso come l’obiettivo di evitare la lievitazione dei costi e l’eccessiva espansione dell’area della prededucibilità, onde consentire il miglior soddisfacimento dei creditori concorsuali senza compromettere fin da subito le possibilità di sopravvivenza dell’impresa in crisi.

Leggi dopo

La disciplina della prededuzione e dei rapporti giuridici pendenti

21 Dicembre 2017 | di Marco Terenghi

Prededuzione

Uno dei focus più significativi affrontati dal disegno di legge è rappresentato dall'attenzione dedicata ai costi delle procedure concorsuali, la cui riduzione costituisce un obiettivo primario da perseguirsi “anche attraverso misure di (…) contenimento delle ipotesi di prededuzione, con riguardo altresì ai compensi dei professionisti, al fine di evitare che il pagamento dei crediti prededucibili assorba in misura rilevante l’attivo delle procedure” (capo I, art. 2, lett. l).

Leggi dopo

Procedure concorsuali e rottamazione delle cartelle esattoriali: la prededucibilità del credito

15 Febbraio 2017 | di Matteo Lorenzo Manfredi

Prededuzione

Con il D.L. 22 Ottobre 2016 n. 193 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili” è stata previsa la possibilità per i debitori con carichi iscritti a ruolo tra il 2000 e il 2016, ancorché soggetti a procedure concorsuali disciplinate dalla Legge Fallimentare o che abbiano presentato istanza per l’accesso alla procedura di sovraindebitamento, di poter estinguere il relativo debito con il pagamento integrale delle somme dovute a titolo di capitale, interessi, aggio, rimborso delle spese per le procedure esecutive eventualmente già avviate e per la notifica della cartella di pagamento al netto delle sanzioni, interessi di mora che, quindi, in caso di definizione, non saranno più dovuti.

Leggi dopo

Prededuzione, revocatorie e risarcimento del danno

18 Marzo 2015 | di Danilo Galletti

Prededuzione

Il presente lavoro vuole evidenziare come alcuni istituti noti possano essere ricostruiti in chiave di incentivazione di comportamenti tipici degli attori del diritto concorsuale.

Leggi dopo

La limitata ultrattività della prededuzione secondo il decreto “Destinazione Italia” nella consecutio tra il preconcordato e le altre procedure concorsuali

25 Marzo 2014 | di Filippo Lamanna

Prededuzione

L'ipotesi in cui alla fase di preconcordato non faccia seguito alcun concordato, ovvero si sfoci in un fallimento, ha sempre suscitato dubbi in merito a quale trattamento dovessero ricevere i crediti sorti in quell'occasione: ossia se fossero o meno da considerare prededucibili. Con il recentissimo decreto Destinazione Italia (D.L. n. 145/2013, convertito in legge n. 9/2014) il legislatore ha posto una norma interpretativa proprio dell'art. 111 l. fall., la quale esclude la prededucibilità dei crediti in caso di preconcordato "abortito". L'Autore propone un'accurata riflessione su tale intervento, analizzandone la ratio e le conseguenze applicative in chiave critica, ponendo alcuni dubbi sulla lettura della norma.

Leggi dopo

I finanziamenti dei soci e i finanziamenti infragruppo dopo il Decreto Sviluppo: prededucibilità o postergazione?

20 Dicembre 2012 | di Umberto Tombari

Prededuzione

I finanziamenti da parte di soci, o infragruppo, costituiscono uno degli strumenti più importanti per la gestione di una crisi societaria. Tuttavia, mentre nel diritto societario generale vige il principio della postergazione, il c.d. Decreto Sviluppo ha introdotto un principio di “diritto societario della crisi”, che riconosce la prededucibilità, a determinate condizioni, dei finanziamenti. L'Autore intende, quindi, delineare i rapporti esistenti tra questo diritto societario della crisi e il diritto societario generale, esaminando gli aspetti problematici, gli elementi di contrasto e le possibili soluzioni.

Leggi dopo