Focus

Focus su Bancarotta fraudolenta

Bancarotta: concorso formale e ne bis in idem

11 Ottobre 2017 | di Iacopo Santinelli

Bancarotta fraudolenta

Il presente lavoro è finalizzato a riassumere la posizione fatta propria dalla Giurisprudenza in ordine alle più rilevanti ipotesi di concorso formale tra reati di bancarotta e altri reati; si ripercorre altresì la connessa tematica relativa alla esperibilità di un secondo giudizio per un reato di bancarotta dopo che, nei confronti del medesimo soggetto, sia intervenuta sentenza irrevocabile per altro reato in concorso formale con quello di bancarotta, alla luce dell’importante sentenza recentemente resa sul punto dalla Corte Costituzionale nel caso Eternit.

Leggi dopo

Bancarotta fraudolenta patrimoniale: i rapporti tra condotta distrattiva e dissesto dell’impresa

20 Settembre 2017 | di Iacopo Santinelli

Bancarotta fraudolenta

Il nostro ordinamento accoglie il principio di personalità della responsabilità penale, il quale trova la propria fonte nell’art. 27, commi 1 e 3, Cost., e richiede che tutti gli elementi che concorrono a contrassegnare il disvalore della fattispecie siano oggettivamente e soggettivamente collegati all’agente. Si tratta di una imprescindibile garanzia di libertà, che riconosce “al privato la certezza di libere scelte d’azione: cioè, che sarà chiamato a rispondere penalmente solo per azioni da lui controllabili e mai per comportamenti che solo fortuitamente producano conseguenze penalmente vietate”.

Leggi dopo

Riflessioni in tema di standard probatorio nella bancarotta distrattiva

06 Settembre 2016 | di Andrea Mereu

Bancarotta fraudolenta

L'autore esamina le problematiche più ricorrenti in tema di prova nel delitto di bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione. Particolare attenzione è dedicata al peculiare meccanismo di prova indiziaria ex art. 192 c.p.p., secondo il quale, dalla presenza di una prova ragionevolmente certa di ingresso dei beni nel patrimonio del fallito, deriva l'onere per l'imprenditore individuale o per l'amministratore di fornire una spiegazione plausibile circa la legittima destinazione data ai cespiti, potendosene in difetto presumere la distrazione.

Leggi dopo

Il ruolo dell'insolvenza e della declaratoria di fallimento nell'ambito dei reati di bancarotta prefallimentare

08 Maggio 2013 | di Alessio Lanzi

Bancarotta fraudolenta

Con la sentenza n. 47502 del 24.9.2012, la Corte di Cassazione, Sez. V penale, ha fornito una approfondita disamina dell'annosa quanto classica questione del ruolo dell'insolvenza e della declaratoria fallimentare nell'ambito dei reati di bancarotta prefallimentare. In particolare la sentenza svela le incongruenze dogmatiche e sistematiche presenti nel costante orientamento giurisprudenziale, secondo il quale si tratterebbe di elementi essenziali però sganciati da un qualsivoglia rapporto di causalità materiale e psichica col soggetto attivo e la sua condotta. Si propugna dunque la tesi dell'evento, causalmente dipendente dalla condotta ed investito dal dolo. L'Autore svolge valutazioni critiche a riguardo, apprezzando la "nuova interpretazione" ma comunque ritenendo preferibile la tesi che si tratterebbe di una condizione obiettiva di punibilità intrinseca.

Leggi dopo