Focus

Focus

Obblighi informativi e continuità: criticità attuali e future

01 Agosto 2019 | di Paolo Rinaldi

Crisi d'impresa e insolvenza

La prosecuzione dell'attività aziendale in capo a soggetti terzi rispetto all'imprenditore in crisi pone importanti problemi pratici di verifica dell'andamento del business prima e dopo il suo trasferimento al terzo, e nella costruzione del Piano di Risanamento: la Riforma interviene su alcuni di questi aspetti, ma necessitano modifiche ulteriori.

Leggi dopo

Direttiva UE n. 1023/2019 sulla ristrutturazione preventiva, esdebitazione ed insolvenza: prime valutazioni

30 Luglio 2019 | di Gianfranco Benvenuto, Stefano Meani

Esdebitazione

Il 20 giugno 2019 ha visto la luce la Direttiva (UE) n. 2019/1023 del Parlamento europeo e del Consiglio avente ad oggetto i quadri di ristrutturazione preventiva, l'esdebitazione e le interdizioni nonché le misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza ed esdebitazione.

Leggi dopo

Composizione assistita della crisi e tempestività dell’iniziativa nel nuovo Codice della crisi

25 Luglio 2019 | di Stefano Bastianon

Crisi d'impresa e insolvenza

A differenza della procedura di allerta che mira a rilevare tempestivamente la crisi dell’impresa e a trovare una soluzione interna a tale crisi, senza pertanto coinvolgere i creditori, l’istituto della composizione assistita della crisi presuppone un confronto del debitore con i creditori (tutti o parte di essi) nel tentativo di ricercare una soluzione concordata della crisi, grazie anche all'intervento dell'OCRI in qualità di “mediatore” sui generis tra le parti. Proprio al fine di incentivare il debitore ad avvalersi di tale procedura, sono previste apposite misure premiali (di natura patrimoniale e di natura penale) oltre ad alcune misure c.d. protettive finalizzate ad evitare che le trattative in corso e il possibile buon esito delle stesse possano essere vanificate dall'iniziativa isolata di uno o più creditori che non partecipano alle trattative.

Leggi dopo

Le novità introdotte dal Codice della crisi e le modifiche previste dal Decreto “Sblocca-cantieri”

22 Luglio 2019 | di Beatrice Armeli

Crisi d'impresa e insolvenza

Con il nuovo “Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza” (decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14) vengono introdotte, per quel che qui rileva, anche talune modifiche al “Codice dei contratti pubblici” (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50), prevedendosi altresì disposizioni ad hoc relative ai contratti pendenti stipulati con pubbliche amministrazioni e ai casi di partecipazione dell'operatore economico, in crisi o insolvente, a procedure di affidamento di contratti pubblici. Le novità apportate diverranno efficaci decorsi 18 mesi dalla data della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del d.lgs. 14/2019, e quindi il 15 agosto 2020.

Leggi dopo

Le note di variazione in diminuzione IVA nella cessione del credito vantato nei confronti di un soggetto fallito

17 Luglio 2019 | di Fabio Gallio

Adempimenti fiscali nel fallimento

Con la risposta n. 91 del primo aprile 2019, fornita a seguito alla presentazione di un'istanza di interpello, l'Agenzia delle Entrate si è occupata della problematica relativa alle note di variazione IVA da emettere in caso di cessione di un credito, con la formula “pro -solvendo”, vantato nei confronti di un soggetto dichiarato fallito.

Leggi dopo

Le misure premiali nel Codice della crisi

12 Luglio 2019 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

Il legislatore del Codice della crisi e dell’insolvenza ha fissato, fra i punti chiave delle procedure d’allerta, l’obbligo dell’imprenditore di dotarsi di un assetto interno idoneo, sotto il profilo organizzativo, amministrativo e contabile, a monitorare con efficacia l’andamento della gestione aziendale.

Leggi dopo

La disciplina transitoria del Codice della crisi

10 Luglio 2019 | di Niccolò Nisivoccia

Crisi d'impresa e insolvenza

Viviamo un tempo di mezzo, di passaggio: a metà strada tra vecchio e nuovo diritto fallimentare, tra una riforma già approvata e la sua entrata in vigore. Per dirla tutta, non possiamo davvero dare per scontato che la riforma entri in vigore come previsto, che non accada ancora qualcosa, perché troppe cose sono successe in questi anni, troppi colpi di scena si sono succeduti per esserne certi fino in fondo.

Leggi dopo

Il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza: disposizioni generali e definizioni

08 Luglio 2019 | di Paolo Bosticco

Crisi d'impresa e insolvenza

Una delle peculiarità dell'intento riformatore che è stata mantenuta nel Codice della Crisi è il tentativo di accorpare in un'unica regolamentazione qualsiasi situazione di crisi, a prescindere dalla sua natura imprenditoriale o privata. Peraltro, già nell'enunciare i principi generali, il legislatore deve dare atto dei limiti applicativi del nuovo Codice: i principali sono riferiti alla regolamentazione della procedura speciale per le “grandi imprese” e all'esenzione prevista per gli enti pubblici.

Leggi dopo

Il Codice della crisi d'impresa e gli assetti organizzativi delle imprese

05 Luglio 2019 | di Stefano Pizzutelli, Maria Pia Nucera

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Codice della Crisi d'impresa e dell'insolvenza (CCII) è entrato in vigore il giorno di San Valentino, ma i primi effetti dell'entrata in vigore non sono da luna di miele per i professionisti che assistono le società, per i sindaci e per i revisori. Il primo intervento è sull'art. 2086 c.c., con effetti sulle imprese che operano in forma societaria.

Leggi dopo

Controllo societario e revisione nel Codice della crisi d’impresa

03 Luglio 2019 | di Patrizia Riva, Mario Difino

Crisi d'impresa e insolvenza

Gli organi di controllo societari previsti dagli artt. 14 ss. del Codice della crisi sono rappresentati dal collegio sindacale ovvero, per le società a responsabilità limitata, dal sindaco unico, e non dal revisore o società di revisione.

Leggi dopo

Pagine