Focus

Focus

Il decreto salva banche

20 Gennaio 2020 | di Girolamo Lazoppina

Crisi bancarie

In questi ultimi anni lo Stato italiano è spesso intervenuto, a volte lambendo la linea di confine imposta delle direttive UE in tema di aiuti di Stato, per porre rimedio a situazioni di gravi crisi economiche e finanziarie in cui si sono trovate molte banche italiane. In ultimo è intervenuto con il D.L. n. 1/2019 per “salvare” la Banca Carige S.p.a. - Cassa di risparmio di Genova e Imperia con un testo sostanzialmente identico all'ormai noto decreto salva banche n. 237/2016. L'autore analizza tale ultimo decreto valido come norma di carattere generale laddove il D.L. n. 1/2019 è invece dettato specificamente per l'istituto di credito ligure.

Leggi dopo

L'esclusione degli enti pubblici dall'ambito applicativo del Codice

15 Gennaio 2020 | di Beatrice Armeli

Enti pubblici

L'art. 294, c. 3, del D.Lgs. n. 14/2019 stabilisce, con previsione totalmente nuova, che le disposizioni (tutte) contenute nel relativo Titolo VII, dedicato alla l.c.a., non si applicano agli enti pubblici. L'esclusione risulta coerente con la definizione del campo applicativo del nuovo Codice, nel senso che: se è vero che gli enti pubblici sono tradizionalmente sottratti ai procedimenti concorsuali volti a regolare l'insolvenza (oggi il fallimento, domani la liquidazione giudiziale, così come il concordato preventivo), gli stessi devono essere altresì sottratti al procedimento di l.c.a. disciplinato dal Codice, in quanto riservato dal legislatore della riforma (parrebbe in via esclusiva) alla regolazione del predetto stato oggettivo, in virtù di quanto previsto dall'art. 1, c. 1.

Leggi dopo

La ripartizione della competenza tra giudice del lavoro e giudice del concorso

07 Gennaio 2020 | di Alessandro Valentini

Giurisdizione e competenza

Le disposizioni normative del D.Lgs. n. 14/2019 “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza” (CCI) non hanno modificato pressoché nulla in materia di attribuzione di competenza del Giudice del Concorso rispetto al precedente assetto normativo delle vecchie disposizioni del R.D. 267/1942 (LF) sulla competenza del Giudice Fallimentare.

Leggi dopo

Crisi bancarie: lo strumento del bail-in

30 Dicembre 2019 | di Girolamo Lazoppina

Crisi bancarie

La Direttiva UE n° 2014/59 (Bank Recovery and Resolution Directive), recepita dal legislatore italiano col D.Lgs. n. 180 del 2015 ed operativa dal gennaio 2016, ha imposto al nostro Paese il cosiddetto bail-in – in inglese salvataggio interno – che è uno degli strumenti di risoluzione delle crisi bancarie.

Leggi dopo

Fallimento e condominio

23 Dicembre 2019 | di Mariacarla Giorgetti

Fallimento: disciplina generale

Il rapporto tra fallimento e condominio si declina in diverse prospettive, tutte con un eguale significativo interesse nella prassi, nell'ambito della quale si contano numerosi casi in cui le due evenienze – insolvenza e struttura condominiale – si intrecciano. In questa sede si sceglierà di analizzare talune situazioni avvertite come esemplari in seno all'ampia problematica.

Leggi dopo

La nomina dell’organo di controllo nelle s.r.l. e i rimedi a fronte del mancato rispetto del nuovo obbligo

19 Dicembre 2019 | di Salvatore Sanzo, Davide Legnani

Società di capitali

L’art. 379, comma 3, del d. lgs. n. 14/2019 (c.d. Codice della Crisi), ha previsto che le s.r.l. (e le società cooperative) che soddisfino i requisiti previsti dal nuovo art. 2477 c.c. per la nomina obbligatoria “dell’organo di controllo o del revisore” debbano provvedervi (e, se necessario, adeguare il proprio statuto) entro 16 dicembre 2019.

Leggi dopo

Falso in attestazioni e relazioni: aspetti controversi e prospettive di applicazione dell'art. 342 CCI

17 Dicembre 2019 | di Carlo Pagliughi

Reati fallimentari

Con il D.L. n. 83/2012 il legislatore ha introdotto il reato di cui all'art. 236-bis l.fall. rubricato “falso in attestazioni e relazioni”. La fattispecie incriminatrice in esame punisce il professionista che, nel rendere una delle relazioni previste dalla norma, “esponga informazioni false ovvero ometta di riferire informazioni rilevanti”.

Leggi dopo

Gli adempimenti societari per la nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle s.r.l. entro il 16 dicembre

12 Dicembre 2019 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Società di capitali

Con la conversione del d.l. n. 32/2019, ad opera della legge n. 55/2019, sono state nuovamente modificate le soglie per l’obbligo di nomina degli organi di controllo o di revisione legale dei conti nelle s.r.l. di cui all’art. 2477 c.c. Ai sensi dell’art. 379, comma 3, c.c.i., la nomina dovrebbe essere effettuata entro il 16 dicembre 2019. In data 4 dicembre 2019 il Cndcec e la Fnc hanno evidenziato come sarebbe da preferire una soluzione che consenta alle società obbligate di rinviare la nomina dell’organo di controllo al momento in cui verrà convocata l’assemblea per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2019.

Leggi dopo

La tassazione delle sopravvenienze attive relative agli accordi di ristrutturazione dei debiti

10 Dicembre 2019 | di Fabio Gallio

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Con la risposta n. 414 dell'11 ottobre 2019, l'Agenzia delle Entrate si è espressa in merito al corretto trattamento fiscale delle sopravvenienze ex art. 88, comma 4-ter, del TUIR.

Leggi dopo

Brevi spunti su concordato in continuità, aumento di capitale da parte del terzo ed esclusione del diritto d'opzione

04 Dicembre 2019 | di Renato Bogoni , Emanuele Artuso

Concordato con continuità aziendale

In tempi recenti, la prassi professionale evidenzia l'utilizzo del seguente schema per programmare concordati preventivi fondati sulla prosecuzione dell'attività aziendale: la soddisfazione dei debiti concordatari, all'esito dell'omologazione definitiva del concordato, avviene mediante l'erogazione di un'importante somma da parte di un soggetto terzo.

Leggi dopo

Pagine