Focus

Focus

Coronavirus: impossibilità sopravvenuta della prestazione e forza maggiore

13 Marzo 2020 | di Girolamo Lazoppina

Prestazioni accessorie

La crisi sociale ed economica provocata da Covid-19 pone per imprenditori e parti negoziali in genere il problema dell’impossibilità di adempiere le obbligazioni contrattuali precedentemente assunte. L’autore analizza il fenomeno alla luce degli istituti giuridici dell’impossibilità sopravvenuta della prestazione e della risoluzione del contratto per forza maggiore.

Leggi dopo

Il termine per la nota di variazione in diminuzione IVA decorre dal deposito del decreto di chiusura del fallimento

11 Marzo 2020 | di Fabio Gallio

Art. 26 del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

Rimborso IVA

Con la risposta ad interpello n. 438/2019, l'Agenzia delle Entrate si è soffermata sul momento a partire dal quale il creditore può emettere una nota di variazione in diminuzione ai fini IVA, qualora il proprio debitore sia stato interessato da una procedura di fallimento.

Leggi dopo

Natura della prededuzione del credito per finanziamento in esecuzione di un accordo di ristrutturazione

06 Marzo 2020 | di Claudio Magnanti

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

L'art. 182-quater comma 1 L.F. riconosce la prededuzione in favore dei finanziamenti effettuati in esecuzione di un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ex art. 182-bis l.f. L'autore esamina la portata pratica di tale norma con particolare riferimento al successivo concordato preventivo.

Leggi dopo

Il ruolo del turnaroundista nei processi di risanamento e ristrutturazione aziendale

03 Marzo 2020 | di Heber Caramagna

Crisi d'impresa e insolvenza

In ambito accademico, così come industriale, ci si è frequentemente concentrati su quale fosse la migliore strategia di turnaround da adottare in funzione del contesto e quali, invece, gli strumenti da azionare per concretizzare la predetta strategia nella vita di tutti i giorni. Poco, al contrario, è stato battuto il ‘tema principe‘ di un turnaround e cioè ‘chi si occupa dell'execution'.

Leggi dopo

Gli indici di allerta e la fondatezza della crisi

27 Febbraio 2020 | di Lorenzo Gambi

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Legislatore del nuovo Codice della crisi, sul solco delle regole comunitarie in materia d’insolvenza, ha focalizzato l’attenzione sulla tutela dell’impresa nella specifica (prioritaria) prospettiva della salvaguardia degli interessi dei creditori. In funzione di tale obiettivo, il testo di riforma ha imposto all’imprenditore una serie di stringenti doveri, così giungendo – di fatto – a “procedimentalizzare” la propria sfera d’azione.

Leggi dopo

Il primo Correttivo al Codice della crisi e la modifica dell’importo “rilevante” dei debiti per l’Agenzia delle Entrate

24 Febbraio 2020 | di Filippo Lamanna

Crisi d'impresa e insolvenza

L’art. 15 del Codice della crisi, com’è noto, individua i c.c.dd. creditori pubblici qualificati - l’Agenzia delle Entrate, l’Istituto nazionale della previdenza sociale e l’Agente della riscossione delle imposte - imponendo loro lo specifico obbligo di avvisare il debitore che la sua esposizione debitoria ha superato un importo considerato “rilevante” e che, se entro novanta giorni dalla ricezione dell’avviso egli non avrà estinto o altrimenti regolarizzato per intero il proprio debito con le modalità previste dalla legge o se, per l’Agenzia delle entrate, non risulterà in regola con il pagamento rateale del debito o non avrà presentato istanza di composizione assistita della crisi o domanda per l’accesso ad una procedura di regolazione della crisi e dell’insolvenza, essi ne faranno segnalazione all’OCRI, anche per la segnalazione agli organi di controllo della società.

Leggi dopo

Insolvenza in prospettiva, crisi, indicatori ed “indici di allerta” tra Legge Fallimentare e nuovo CCII

20 Febbraio 2020 | di Marco Terenghi

Crisi d'impresa e insolvenza

Una delle principali novità sistematiche introdotte dal nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza è rappresentata dalla definizione della “crisi”, dalla sua differenziazione rispetto all’insolvenza e dalle tecniche previste per consentire la sua emersione tempestiva ed il suo superamento. Obiettivo del presente approfondimento è quello di ripercorrere in prima battuta l’evoluzione delle nozioni di “crisi” ed “insolvenza” dalla Legge Fallimentare al CCII, di analizzarne le reciproche interazioni nella prospettiva adottata dagli interpreti, ed in particolare dalla giurisprudenza, e di soffermarsi infine sul recentissimo contributo del CNDCEC in materia di indicatori ed indici della crisi, da considerarsi un ulteriore tassello sulla strada verso l’approntamento di un sistema destinato a modificare in modo forse irreversibile l’approccio tradizionalmente invalso in materia di crisi aziendale ed insolvenza.

Leggi dopo

Un altro passo importante per l’applicazione del Codice della crisi di impresa: approvato dal CdM lo schema di primo Decreto Correttivo

17 Febbraio 2020 | di Filippo Lamanna

Crisi d'impresa e insolvenza

Nella riunione del 13 febbraio 2020, a distanza di un anno dalla pubblicazione (nella Gazzetta Ufficiale del 14 febbraio 2019, n. 38), del Codice della crisi e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), il Governo ha elaborato e trasmesso alle competenti Commissioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica e al Consiglio di Stato, per acquisirne i pareri definitivi, il testo ufficiale dello Schema del primo Decreto Correttivo al suddetto Codice.

Leggi dopo

La riduzione obbligatoria del capitale sociale per perdite

13 Febbraio 2020 | di Girolamo Lazoppina

Riduzione del capitale sociale per perdite

L'autore analizza l'istituto della riduzione del capitale sociale dovuta a perdite del patrimonio netto, disciplinato dagli articoli 2446 e 2447 del codice civile, anche alla luce delle nuove norme sulla perdita della continuità aziendale e sulla rilevazione tempestiva della crisi d'impresa introdotte con il D.Lgs. n. 14/2019.

Leggi dopo

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ad efficacia estesa

10 Febbraio 2020 | di Stefano Morri

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nel presente contributo l’autore analizza la disciplina introdotta dal nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in tema di accordi di ristrutturazione dei debiti ad efficacia estesa analizzando le scelte del Legislatore alla luce delle indicazioni della legge delega n. 155/2017 e soffermandosi a riflettere circa i cambiamenti rispetto alle previsioni dell’attuale legge fallimentare.

Leggi dopo

Pagine