Focus

Focus

I professionisti della crisi e i profili di responsabilità civile

14 Febbraio 2019 | di Carlo Pagliughi, Maria Multari

Insolvenza

Le diverse riforme della legge fallimentare che si sono succedute dal 2005 ad oggi hanno incrementato il novero degli strumenti che l’imprenditore ha a disposizione per poter affrontare la propria crisi d’impresa. Basta, infatti, qui richiamare l’istituto del piano attestato, del concordato preventivo nonché degli accordi di ristrutturazione dei debiti e, più di recente, la procedura di sovraindebitamento per gli imprenditori non fallibili. L’introduzione di tutte queste soluzioni volte alla ristrutturazione dell’impresa hanno inevitabilmente determinato...

Leggi dopo

Codice della crisi di impresa: le disposizioni finali e le modifiche immediate delle disposizioni societarie

14 Febbraio 2019 | di Filippo Rasile, Gessica Zanotti

Fallimento: disciplina generale

Gli Autori analizzano la parte quarta del nuovo Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza che disciplina l’entrata in vigore del decreto legislativo (art. 389), la disciplina transitoria (art. 390) e chiude con una clausola di invarianza finanziaria (art. 391).

Leggi dopo

Il nuovo Codice della crisi e le sue ricadute sulla disciplina della bancarotta

14 Febbraio 2019 | di Sergio Sisia, Carlo Tremolada

Bancarotta fraudolenta

La poderosa riforma della materia fallimentare realizzata con il Decreto attuativo della Legge Delega n. 155/2017, definitivamente approvato dal Consiglio dei Ministri il 10 gennaio 2019, nonostante sembri limitarsi all'adattamento linguistico delle vigenti disposizioni penal-fallimentari e alla loro pedissequa trasposizione nei capi da I a III del Titolo IX del C.C.I., comportano inevitabili ricadute in ambito penalistico in merito, in particolare, alla disciplina della bancarotta, come i rilievi che seguono pongono in evidenza.

Leggi dopo

Il Codice della crisi e la disciplina civilistica in tema di impresa: novità ed “eterno ritorno”

13 Febbraio 2019 | di Silvia Monti

Fallimento: disciplina generale

Lo schema di decreto legislativo recante il “Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza”, definitivamente approvato dal Governo il 10 gennaio scorso, ha inciso, fra l’altro, sulla disciplina dettata dal codice civile in tema di impresa. Di qui, lo spunto per l’analisi critica delle nuove disposizioni che, in parte, sono innovative e, in parte, ripropongono la disciplina anteriore alla riforma del diritto societario del 2003.

Leggi dopo

Il nuovo concordato preventivo

07 Febbraio 2019 | di Diego Corrado

Concordato preventivo: disciplina generale

Il presente contributo si sofferma sulle novità più salienti della disciplina del concordato preventivo nel Codice della Crisi e dell’Insolvenza. Tra queste, quella forse più importante è la cura posta dal legislatore nel differenziare concordato in liquidità e concordato liquidatorio, unitamente alla specificazione che a quest’ultimo si potrà far luogo solo ove un terzo metta a disposizione risorse aggiuntive pari ad almeno il 10% rispetto all'attivo realizzabile in caso di liquidazione giudiziaria e il soddisfacimento dei creditori chirografari sia previsto in misura non inferiore al venti per cento.

Leggi dopo

L’affitto di azienda nell'ottica della riforma

05 Febbraio 2019 | di Roberto Marinoni

Affitto d’azienda nelle procedure concorsuali

In attuazione della legge delega n. 155/2017 il decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri ha introdotto il “Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza”. Da diverse fonti si prevede che il testo verrà corretto nel periodo di vacatio di 18 mesi previsto dalle norme transitorie per il “pieno regime”...

Leggi dopo

La crisi di impresa alla luce del nuovo diritto fallimentare

01 Febbraio 2019 | di Girolamo Lazoppina

Fallimento: disciplina generale

Con la Legge delega n. 155 del 19 ottobre 2017 e con l’approvazione del Codice della crisi il legislatore si è posto l’ambizioso obiettivo di risolvere le crisi d’impresa in modo più veloce e, soprattutto, più efficace, con l’anticipazione significativa dell’intervento concorsuale ed il trattamento prioritario delle proposte che garantiscono il proseguimento delle attività d’impresa.

Leggi dopo

La rinuncia del curatore alla liquidazione manifestamente non conveniente

30 Gennaio 2019 | di Silvia Zenati

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’art. 104-ter, comma 8, l.fall. si occupa della c.d. derelizione dei beni rientranti nel compendio fallimentare, qualora la loro acquisizione all'attivo o la loro liquidazione risulti essere un'attività manifestamente non conveniente.

Leggi dopo

La liquidazione controllata nel Codice della crisi e dell’insolvenza

22 Gennaio 2019 | di Fabio Cesare

Sovraindebitamento: Liquidazione del patrimonio

Il Codice della crisi e dell’insolvenza ha trasformato l’istituto della liquidazione del patrimonio attualmente disciplinato dalla Legge n. 3/2012 rinominandola liquidazione controllata. Essa è esperibile dai soggetti in crisi e insolventi non assoggettabili alla liquidazione giudiziale, nuova versione del fallimento, su istanza non solo dell’interessato, ma anche dei creditori e del p.m., in quest’ultimo caso, per le sole imprese.

Leggi dopo

Criticità tributarie nel concordato preventivo

21 Gennaio 2019 | di Renato Bogoni, Emanuele Artuso

Concordato preventivo: disciplina generale

Nell’ambito del concordato preventivo, solo con la procedura sancita dal novellato art. 182-ter l. fall. si può regolare il trattamento dei tributi e dei relativi accessori amministrati dalle agenzie fiscali, nonché dei contributi e dei relativi accessori amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza ed assistenza obbligatorie. Quindi, dal precedente regime di facoltatività, si è addivenuti all’odierno assetto di obbligatorietà, di talché l’art. 182-ter l. fall. trova applicazione ogni qualvolta figurino i crediti erariali o contributivi tra le passività da soddisfare con il concordato mediante pagamento parziale e/o differito.

Leggi dopo

Pagine