Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Mancata disclosure degli atti di mala gestio e revoca del concordato

28 Aprile 2017 | di Alessandro Lendvai

Tribunale di Alessandria

Revoca dell'ammissione al concordato preventivo

Tra gli atti in frode, sanzionabili con la revoca del concordato preventivo ex art. 173, comma 1, l. fall. rientra l’omessa o insufficiente disclosure circa le condotte di mala gestio poste in essere dall’organo di amministrazione e la mancata indicazione del credito risarcitorio derivante dall’eventuale azione di responsabilità, costituendo un comportamento decettivo, in violazione degli obblighi informativi che incombono sulla società proponente il concordato.

Leggi dopo

Riduzione del capitale sociale antecedente alla proposta di concordato e dovere di informazione ai creditori

24 Aprile 2017 | di Daniele Fico

Cass. Civ.

Concordato preventivo: disciplina generale

Costituisce atto di frode rilevante per la revoca del concordato preventivo ai sensi dell’art. 173 l. fall. la mancata dettagliata informazione ai creditori di un’operazione di riduzione del capitale sociale posta in essere in relazione logico-temporale prossima alla rappresentazione in sede giudiziale della crisi, che abbia notevolmente ridotto il patrimonio della società, non avendo a tal fine alcuna rilevanza la circostanza che nessuno dei creditori abbia impugnato la delibera di riduzione ai sensi dell’art. 2482 c.c. nei novanta giorni dalla pubblicazione nel registro delle imprese.

Leggi dopo

La domanda di liquidazione dei beni è irrinunciabile (?)

19 Aprile 2017 | di Fabio Valerini

Tribunale di Venezia

Sovraindebitamento: Liquidazione del patrimonio

Il debitore che abbia chiesto e ottenuto l'apertura del procedimento di liquidazione dei suoi beni ai sensi degli artt. 14-ter ss. della L. n. 3/2012 non può rinunciare alla domanda proposta.

Leggi dopo

Divieto di pagamento di debiti anteriori al deposito della domanda di concordato con riserva

10 Aprile 2017 | di Marco Paneri

Tribunale di Napoli Nord

Concordato con riserva

Deve escludersi l’applicabilità diretta dell’art. 161, comma VII, L. Fall […]. Il concetto di atti di ordinaria e straordinaria amministrazione ricomprende atti di natura negoziale, quindi, non sono ricompresi gli atti, quali i pagamenti, esecutivi di rapporti pendenti che hanno la natura giuridica di atti dovuti […]. L’art. 182-quinquies, comma 5, L. Fall. prevede..

Leggi dopo

Concordato preventivo e accordi di ristrutturazione: il ricorso straordinario in Cassazione

04 Aprile 2017 | di Beatrice Armeli

Cass. Civ. - Sez. Un.

Concordato preventivo: disciplina generale

Il decreto con cui la Corte d’appello, decidendo sul reclamo ai sensi dell’art. 183, comma 1, richiamato dall’art. 182-bis, comma 5, l.fall., provvede in senso positivo o negativo in ordine all’omologazione dell’accordo di ristrutturazione dei debiti, ha carattere decisorio ed è pertanto soggetto, non essendo previsti altri mezzi d’impugnazione, a ricorso straordinario per Cassazione ai sensi dell’art. 111, comma 7, Cost.

Leggi dopo

Lo scioglimento contrattuale da parte del curatore fallimentare

28 Marzo 2017 | di Gianfranco Di Marzio

Tribunale di Bergamo

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Lo scioglimento contrattuale ai sensi dell’art. 72 l. fall., nel silenzio della legge circa la forma della sua manifestazione, può aver luogo anche attraverso “comportamenti concludenti” del curatore. Stante l’operatività del principio di consecuzione delle procedure concorsuali, è legittimo lo scioglimento ex art. 72 l. fall. del contratto interamente o parzialmente ineseguito alla data di apertura del concordato preventivo seguito dal fallimento.

Leggi dopo

Il dictum delle Sezioni Unite sulla falcidiabilità dell'IVA nel concordato senza transazione fiscale

23 Marzo 2017 | di Enrico Stasi

Cass. Civ. – Sez. Un.

Adempimenti fiscali nel concordato preventivo

La previsione dell’infalcidibialità dei debiti tributari di cui all’art. 182-ter l.fall. trova applicazione solo nell'ipotesi di proposta di concordato accompagnata da una transazione fiscale e può essere pertanto estesa ai casi regolati dalla disciplina generale del concordato preventivo senza transazione.Le Sezioni Unite della Cassazione affrontano il tema della falcidiabilità del credito IVA nell’ambito della procedura di concordato preventivo, affermando il principio secondo il quale..

Leggi dopo

Legittimazione agli accordi di ristrutturazione degli intermediari finanziari: la natura dell’istituto

20 Marzo 2017 | di Carlo Trentini

Tribunale di Milano

Accordo di ristrutturazione con intermediari finanziari

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti non hanno natura di procedura concorsuale in quanto: 1) non è ravvisabile un provvedimento giudiziale di apertura; 2) è assente un organo deputato alla gestione della procedura; 3) non si realizza l’apertura del concorso fra i creditori; 4) non risulta operante un rigoroso meccanismo di rispetto della par condicio creditorum; 5) non è ravvisabile uno spossessamento dell’imprenditore; 6) non si crea alcuna soluzione di continuità tra crediti “anteriori” e crediti “posteriori”.

Leggi dopo

Il regime delle spese in caso di revoca del fallimento

13 Marzo 2017 | di Luigi Amendola

Tribunale di Como

Revoca della dichiarazione di fallimento

La disposizione dell’art. 147 del D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 (T.U. Spese di Giustizia) deve essere interpretata - al fine del regolamento delle spese della procedura fallimentare - non nel senso puramente letterale bensì in modo costituzionalmente orientato, potendo ricomprendere nel suo ambito applicativo anche le società, senza alcuna distinzione con le persone fisiche.

Leggi dopo

Rilevanza penale delle condotte post concordatarie dell’amministratore

10 Marzo 2017 | di Stefano Morri, Francesco Rubino

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La scriminante prevista dall’art. 217-bis, comma 1, l. fall. per le operazioni spoliative del patrimonio sociale compiute dopo l’ammissione al concordato preventivo opera limitatamente alle ipotesi di bancarotta preferenziale di cui all’art. 216, comma 3, l. fall. e di bancarotta semplice ai sensi dell’art. 217 l. fall. e non anche quando si ravvisino fatti configuranti delitto di bancarotta fraudolenta patrimoniale ex art. 216 l. fall.

Leggi dopo

Pagine