Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Concordato preventivo: disciplina generale

Adozione di misure cautelari in ipotesi di coesistenza tra istruttoria prefallimentare e domanda di concordato

25 Settembre 2019 | di Giovanni Simone

Tribunale di Catania

Concordato preventivo: disciplina generale

Sussiste, tra procedura prefallimentare e concordataria, un rapporto di continenza c.d. per specularità, per cui in ipotesi di coesistenza tra le due procedure concorsuali se ne impone la trattazione congiunta. L'impossibilità di dichiarare il fallimento in pendenza del ricorso per concordato preventivo, tanto più se “in bianco”, e in attesa del suo esito, rende ancor più evidente e necessaria la previsione di un eventuale intervento di natura cautelare, considerato che i creditori sono spogliati, con la presentazione della domanda e l'avvio della procedura, della possibilità di tutelarsi singulatim con azioni esecutive o conservative.

Leggi dopo

Proroga della proroga del termine per il deposito di piano e proposta di concordato: forma e sostanza a confronto

07 Agosto 2019 | di Luca Jeantet, Paolo Andrea

Tribunale di Milano

Concordato preventivo: disciplina generale

Il termine di proroga di sessanta giorni che il Tribunale, ai sensi dell'art. 161, u.c., l. fall., può concedere alla parte ricorrente è perentorio e, come tale, non ulteriormente estendibile, anche qualora detta proroga limiti la durata della procedura di concordato preventivo c.d. in bianco entro i cento venti giorni.

Leggi dopo

La cartella di pagamento nel concordato preventivo

24 Maggio 2019 | di Lorenzo Gambi

CTP Milano

Concordato preventivo: disciplina generale

L’agente della riscossione, qualora il contribuente sia ammesso alla procedura di concordato preventivo, compie sulla base del ruolo l’attività necessaria all'inserimento dell’obbligazione fiscale nell'elenco dei crediti della procedura, ai fini dell’esercizio del diritto di voto. La notifica della cartella di pagamento al contribuente in concordato preventivo rappresenta un’azione non necessaria, considerato il divieto delle azioni individuali, anche esattoriali.

Leggi dopo

La prescrizione dei crediti nel concordato preventivo

15 Febbraio 2019 | di Lorenzo Gambi

Tribunale di Benevento

Concordato preventivo: disciplina generale

L’accesso alla procedura di concordato preventivo con cessione di beni determina la sospensione della prescrizione solo in relazione a quei crediti che avrebbero potuto essere azionati con procedimenti esecutivi ovvero cautelari al momento del deposito della domanda concordataria, sino al passaggio in giudicato del decreto di omologazione.

Leggi dopo

I rimedi processuali contro il decreto di revoca del concordato

25 Luglio 2018 | di Giannino Bettazzi

Tribunale di Rovigo

Concordato preventivo: disciplina generale

Il provvedimento di revoca del concordato preventivo ai sensi dell’art. 173 l. fall. non ha carattere decisorio e, esaurendo il procedimento concordatario, non è modificabile dalla autorità giudiziaria che lo ha emesso.

Leggi dopo

L’inadempimento del concordato e il fallimento c.d. "omisso medio"

26 Marzo 2018 | di Remo Tarolli, Laura Riondato

Tribunale di Pistoia

Concordato preventivo: disciplina generale

In coerenza con il principio per cui la pendenza di una domanda di concordato preventivo, sia esso ordinario o con riserva, impedisce temporaneamente la dichiarazione di fallimento sino al verificarsi degli eventi previsti dagli artt. 162, 173, 179 e 180 l. fall., la pendenza di un concordato omologato impedisce temporaneamente la dichiarazione di fallimento sino al verificarsi degli eventi previsti dall’art. 186 l. fall. Il creditore potrà certamente chiedere il fallimento del debitore in concordato ex art. 6 l. fall. (nonché ex artt. 1 e 5 l. fall.), ma solo a seguito della risoluzione del concordato.

Leggi dopo

Omesso versamento IVA ed ammissione alla procedura di concordato

31 Gennaio 2018 | di Niccolò Bertolini Clerici

Cass. Pen.

Concordato preventivo: disciplina generale

Solo l’omologazione, e non anche la semplice ammissione al concordato preventivo - sia pure intervenuta antecedentemente alla scadenza del termine per il versamento dell’imposta -, può escludere il reato di omesso versamento IVA ex art. 10-ter d.lgs. n. 74/2000.

Leggi dopo

Affitto di azienda e concordato: l’orientamento assunto della Corte d’Appello di Firenze

28 Dicembre 2017 | di Stefano Morri, Francesca Giovannardi

Corte d’Appello di Firenze

Concordato preventivo: disciplina generale

Un concordato preventivo non può qualificarsi in continuità aziendale ai sensi dell'art. 186-bis l.fall. per il fatto che sia in corso un contratto di affitto di azienda; la fattispecie del concordato con continuità aziendale può, infatti, ravvisarsi solo se esso preveda la prosecuzione dell'attività di impresa e quindi l'assunzione del relativo rischio ed è caratterizzato dalla modalità di adempimento dell'obbligazione di pagamento che presuppone la prosecuzione dell'attività in capo al debitore.

Leggi dopo

La natura del credito per spese legali statuito all’esito di un giudizio anteriore al concordato del debitore

19 Dicembre 2017 | di Andrea Olivieri

Tribunale di Venezia

Concordato preventivo: disciplina generale

Il titolo esecutivo vantato in relazione alla pronuncia relativa alle spese di lite ed ex art. 96, comma 3, c.p.c., ottenuto successivamente all’omologazione del concordato preventivo, trovando fondamento in un fatto costitutivo anteriore alla presentazione della domanda di concordato incontra un limite nelle previsioni del concordato omologato e non consente quindi l'esercizio di azioni esecutive individuali.

Leggi dopo

Concordato e scioglimento dei contratti pendenti: i criteri guida per l’autorizzazione

11 Dicembre 2017 | di Stefano Morri, Francesca Giovannardi

Tribunale di Monza

Concordato preventivo: disciplina generale

La prospettiva nella quale va inquadrato lo strumento introdotto dal legislatore con l’art. 169-bis l. fall. 169-bis non appartiene alla sfera della tutela del contraente in bonis dall'inadempimento del debitore in crisi, bensì a quella della sua funzionalità e strumentalità al modulo concordatario prescelto.

Leggi dopo

Pagine