Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

La responsabilità dell’amministratore di fatto nell’azione promossa dal curatore

07 Marzo 2018 | di Giulia Terranova

Cass. Civ.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’azione di responsabilità promossa nei confronti di più amministratori o sindaci non configura un litisconsorzio necessario tra i convenuti, trattandosi di una pluralità di rapporti distinti, anche se collegati tra loro, e che consentono, pertanto, di agire separatamente nei confronti di ciascuno dei soggetti. L’assenza in capo all’amministratore di fatto di un potere formale non consente di escludere a priori la sua responsabilità per non averlo esercitato, ben potendo egli determinarne l’assunzione da parte del consiglio di amministrazione.

Leggi dopo

Lo scioglimento contrattuale da parte del curatore fallimentare

28 Marzo 2017 | di Gianfranco Di Marzio

Tribunale di Bergamo

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Lo scioglimento contrattuale ai sensi dell’art. 72 l. fall., nel silenzio della legge circa la forma della sua manifestazione, può aver luogo anche attraverso “comportamenti concludenti” del curatore. Stante l’operatività del principio di consecuzione delle procedure concorsuali, è legittimo lo scioglimento ex art. 72 l. fall. del contratto interamente o parzialmente ineseguito alla data di apertura del concordato preventivo seguito dal fallimento.

Leggi dopo

Revoca del sequestro preventivo e legittimazione del curatore

30 Gennaio 2017 | di Niccolò Bertolini Clerici

Cass. Pen.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

La dichiarazione di fallimento e la contestuale applicazione dell'art. 42 l.fall. non sono sufficienti a conferire alla procedura la disponibilità dei beni del fallito qualora su di essi sia stato antecedentemente disposto sequestro ex art. 322-ter c.p., dovendosi ritenere che...

Leggi dopo

L’autorizzazione ai fini dell’esercizio del potere del curatore a stare in giudizio

26 Settembre 2016 | di Lucio Di Nosse

Corte d'appello di Venezia

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’art. 43 l. fall. conferisce al curatore la legittimazione a stare in giudizio nelle controversie relative a rapporti di diritto patrimoniale, mentre l’esercizio del potere di agire e di resistere è subordinato al rilascio dell’autorizzazione scritta da parte del giudice delegato, prevista dall’art. 25, n. 6 l. fall., che può essere rilasciata anche successivamente con effetto sanante e retroattivo ex tunc.

Leggi dopo

Un ulteriore passo verso la liberazione del curatore dai “presunti obblighi documentali”

20 Febbraio 2015 | di Riccardo Girotto

Tribunale di Teramo

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il Fondo di Garanzia si sostituisce per l’insolvenza del datore di lavoro inadempiente nel pagamento del TFR e dei crediti di lavoro e relativi accessori inerenti agli ultimi 3 mesi. Una volta accertato il credito, nonché i relativi accessori, mediante l’ammissione allo stato passivo, viene così a realizzarsi un accollo cumulativo ex lege, per cui il Fondo di Garanzia assume in via solidale (e sussidiaria) la stessa obbligazione retributiva del datore di lavoro, da questo non adempiuta.

Leggi dopo

I limiti probatori cui è soggetto il Curatore che agisce in giudizio per la simulazione del contratto stipulato dall’imprenditore

04 Ottobre 2012 | di Adolfo Ceccarini

Tribunale di Latina

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il Curatore fallimentare, il quale, con riguardo ad atti di alienazione del fallito, eserciti l’azione di simulazione al fine della ricostruzione delle preesistenti garanzie patrimoniali e del migliore soddisfacimento dei crediti ammessi, cumula, con la rappresentanza del fallito ex art. 43 l. fall., anche la legittimazione che la legge attribuisce ai creditori del simulato alienante ex art. 1416, comma 2, c.c., con la conseguenza che, agendo egli come “terzo”, può fornire la prova della simulazione, ai sensi dell’art. 1417 c.c., anche mediante presunzioni, le quali sono ammissibili ogni qualvolta è ammessa la prova testimoniale.

Leggi dopo