Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Azioni che derivano dal fallimento

Limiti alla reclamabilità dell’autorizzazione ad agire concessa al Curatore e conseguenze per le iniziative processuali strumentali

04 Dicembre 2012 | di Paolo Bosticco

Tribunale di Roma

Azioni che derivano dal fallimento

La controparte del fallimento nel contenzioso avviato dalla procedura non è legittimata, per difetto di interesse, a reclamare avverso il decreto autorizzativo dell’azione.

Leggi dopo

Azioni collegate e strettamente connesse ad una procedura di insolvenza: una nuova nozione europea autonoma

23 Luglio 2012 | di Patrizia De Cesari

Corte di Giustizia UE

Azioni che derivano dal fallimento

L’articolo 1, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio, del 22 dicembre 2000, concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale, dev’essere interpretato nel senso che l’azione proposta nei confronti di un terzo da parte di un ricorrente che agisce sulla base di una cessione di credito effettuata dal curatore fallimentare designato nell’ambito di una procedura d’insolvenza, avente ad oggetto il diritto di revoca che deriva a tale curatore fallimentare dalla legge nazionale applicabile a detta procedura, rientra nella nozione di materia civile e commerciale ai sensi di tale disposizione.

Leggi dopo