Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Obbligazione fideiussoria e fallimento del debitore principale

21 Marzo 2018 | di Simonetta Ronco

Cass. Civ.

Fallimento: disciplina generale

In caso di fallimento del debitore principale, il debito garantito da fideiussione che non sia ancora scaduto, deve intendersi tale, ai sensi dell'art. 55, secondo comma, l. fall., alla data di dichiarazione del fallimento, con la conseguenza che da questa data decorre il termine entro cui il creditore deve proporre le sue istanze contro il debitore, ai sensi dell'art. 1957, primo comma, cod. civ., per fare salvi i suoi diritti nei confronti del fideiussore.

Leggi dopo

Cessione di crediti futuri e applicabilità dell'art. 72 l.fall. in caso di fallimento del cedente

12 Marzo 2018 | di Marco Nicolai

Tribunale di Bergamo

Cessione del credito

Il contratto di cessione di crediti futuri ed eventuali produce effetti obbligatori, ancorché dipendenti dalla effettiva insorgenza del credito, ed è riconducibile allo schema della vendita di cosa futura. Come tale rientra nel novero dei contratti pendenti.

Leggi dopo

La responsabilità dell’amministratore di fatto nell’azione promossa dal curatore

07 Marzo 2018 | di Giulia Terranova

Cass. Civ.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

L’azione di responsabilità promossa nei confronti di più amministratori o sindaci non configura un litisconsorzio necessario tra i convenuti, trattandosi di una pluralità di rapporti distinti, anche se collegati tra loro, e che consentono, pertanto, di agire separatamente nei confronti di ciascuno dei soggetti. L’assenza in capo all’amministratore di fatto di un potere formale non consente di escludere a priori la sua responsabilità per non averlo esercitato, ben potendo egli determinarne l’assunzione da parte del consiglio di amministrazione.

Leggi dopo

L'azione revocatoria ordinaria nel fallimento

05 Marzo 2018 | di Gianfranco Di Marzio

Cass. Civ.

Azione revocatoria ordinaria

Il singolo creditore può riassumere l'azione revocatoria ordinaria proposta, ai sensi dell'art. 66 legge fall., dal curatore fallimentare dopo l'interruzione determinata dalla perdita della capacità processuale dello stesso per intervenuta revoca del fallimento, giovandosi degli effetti sostanziali e processuali retroagenti alla data di notifica dell'atto di citazione originario.

Leggi dopo

Piano del consumatore e termini di soddisfacimento del credito derivante da mutuo ipotecario

26 Febbraio 2018 | di Carlo Trentini

Tribunale di Milano

Sovraindebitamento: piano del consumatore

Nel caso in cui il contratto di mutuo ipotecario abbia avuto regolare esecuzione, non è inammissibile il piano del consumatore che preveda la soddisfazione del credito ratealmente, alle scadenze previste originariamente nel piano di ammortamento.

Leggi dopo

La prededucibilità dei finanziamenti alla newco cessionaria dell'azienda

20 Febbraio 2018 | di Remo Tarolli, Laura Riondato

Tribunale di Milano

Newco

Presupposto per la prededuzione dei crediti da finanziamenti ex art. 182 quater, comma 1, l. fall. è l’erogazione di un finanziamento in qualsiasi forma effettuato e finalizzato a facilitare l’esecuzione di un piano di concordato preventivo o di un accordo di ristrutturazione dei debiti, non anche l’erogazione del finanziamento al soggetto proponente in crisi.

Leggi dopo

Il conflitto di interessi del creditore nel concordato fallimentare

12 Febbraio 2018 | di Simone Marzo

Tribunale di Teramo

Conflitto d'interessi

Il concordato approvato con il voto determinante di un creditore in conflitto di interessi (in quanto controllato dal creditore proponente della medesima proposta concordataria) può essere omologato qualora la proposta non sia idonea ad arrecare alcun pregiudizio agli altri creditori, alla luce di una verifica condotta dal Tribunale sulla convenienza della proposta medesima rispetto alle alternative concretamente praticabili; tale potere di sindacato giurisdizionale costituisce corollario del più generale potere di sanzionare eventuali tentativi di abuso dello strumento concordatario.

Leggi dopo

Il credito per aggio del concessionario

07 Febbraio 2018 | di Fabio Gallio, Simone Furian

Cass. Civ.

Contenzioso tributario

In sede di accertamento del passivo dei crediti tributari insinuati dal concessionario della riscossione, è sufficiente l’estratto di ruolo, ma il credito per aggio non può in alcun modo essere considerato inerente al tributo riscosso e non è, pertanto, assistito dal relativo privilegio .

Leggi dopo

Omesso versamento IVA ed ammissione alla procedura di concordato

31 Gennaio 2018 | di Niccolò Bertolini Clerici

Cass. Pen.

Concordato preventivo: disciplina generale

Solo l’omologazione, e non anche la semplice ammissione al concordato preventivo - sia pure intervenuta antecedentemente alla scadenza del termine per il versamento dell’imposta -, può escludere il reato di omesso versamento IVA ex art. 10-ter d.lgs. n. 74/2000.

Leggi dopo

Società agricola: oggetto sociale e fallimento

29 Gennaio 2018 | di Francesco Maffezzoni

Cass. Civ.

Impresa agricola

Ai fini dell’esenzione dal fallimento di un’impresa agricola, è irrilevante l’organizzazione della stessa in forma societaria, come pure le previsioni statutarie in ordine al suo oggetto sociale...

Leggi dopo

Pagine