News

News

Opposizione a sentenza dichiarativa di fallimento: la mancata riassunzione determina l’estinzione del giudizio

18 Febbraio 2020 | di Emanuele Bruno

Cass. Civ., sez. I

Estinzione del processo

La mancata riassunzione del giudizio di rinvio determina, ai sensi dell'art. 393 c.p.c., l'estinzione dell'intero processo, con conseguente caducazione di tutte le attività espletate, salva la sola efficacia del principio di diritto affermato dalla Corte di Cassazione, senza che assuma rilievo che l'eventuale sentenza d'appello, cassata, si sia limitata a definire in rito l'impugnazione della decisione di primo grado ovvero abbia rimesso la causa al primo giudice e, dunque, manchi un effetto sostitutivo rispetto a quest'ultima pronuncia, rispondendo tale disciplina ad una valutazione negativa del legislatore in ordine al disinteresse delle parti alla prosecuzione del procedimento.

Leggi dopo

La veridicità dei dati aziendali quale necessario presupposto della valutazione di ragionevolezza del piano di risanamento

17 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. I, 10 febbraio 2020, n. 3018

Piani di risanamento

Ai sensi dell’art. 67, comma 3, lett. d), l.fall., nel testo previgente al d.l. n. 83/2012, conv. con modif. in L. n. 134/2012, la veridicità dei dati aziendali rappresenta elemento costitutivo dell’attestazione, quale presupposto necessario della valutazione di ragionevolezza del piano attestato di risanamento.

Leggi dopo

Correttivo al codice della crisi di impresa: il Governo approva il decreto

14 Febbraio 2020 | di La Redazione

Crisi d'impresa e insolvenza

Durante il Consiglio dei Ministri n. 29 di ieri è stato approvato, su proposta del Ministro della Giustizia Bonafede ed in esame preliminare, un decreto legislativo che introduce disposizioni integrative e correttive al codice della crisi di impresa

Leggi dopo

Adempimenti IVA tra apertura e chiusura del fallimento a carico del curatore

14 Febbraio 2020 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, 7 febbraio 2020, n. 34

Adempimenti fiscali nel fallimento

Tutti gli adempimenti IVA inerenti al periodo compreso fra l'apertura e la chiusura del fallimento sono a carico del curatore, inclusi gli obblighi di dichiarazione.

Leggi dopo

La Legge Pinto non si applica alla liquidazione coatta amministrativa: disciplina incostituzionale?

11 Febbraio 2020 | di Giuseppe Marino

Corte Costituzionale

Liquidazione coatta amministrativa

La peculiarità della liquidazione coatta amministrativa, rispetto al fallimento, trova la sua giustificazione nelle finalità pubblicistiche di tale procedura, riguardante imprese che, pur operando nell’ambito del diritto privato, involgono molteplici interessi. Non essendo, quindi, configurabile un’identità tra la posizione di un creditore di un fallimento e quella di un creditore di una liquidazione coatta amministrativa, il fatto che i rimedi della Legge Pinto si applichino solo nell’ambito del fallimento e non anche nell’ambito della liquidazione coatta amministrativa non determina la prospettata incostituzionalità.

Leggi dopo

Bancarotta fraudolenta: il codice della crisi di impresa non ha inciso sul reato

10 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. pen.

Bancarotta fraudolenta

È inammissibile il ricorso proposto da un imputato condannato per bancarotta fraudolenta con il quale veniva invocata un’ipotetica abolitio criminis per effetto delle modifiche introdotte dal nuovo codice della crisi di impresa alle norme civilistiche poste a fondamento della fattispecie penale.

Leggi dopo

Il giudice territorialmente competente per la dichiarazione di fallimento

05 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. VI

Giurisdizione e competenza

Ai sensi dell’art. 9 l.fall., la competenza territoriale per la dichiarazione di fallimento di una società spetta al Tribunale del luogo in cui si trova la sede principale dell’impresa, cioè dove svolge effettivamente la sua attività direttiva ed amministrativa, che, in virtù di una presunzione iuris tantum, coincide con la sede legale, salvo prova contraria, ossia che la sede effettiva sia altrove. Tuttavia, tale presunzione non opera in alcune ipotesi.

Leggi dopo

Organismi di verifica delle s.r.l.: il CNDCEC evidenzia i ritardi nelle nomine

04 Febbraio 2020 | di La Redazione

Crisi d'impresa e insolvenza

Le s.r.l. sono in ritardo con le nomine degli organismi di verifica. Solo 1 su 4 infatti si è tempestivamente dotata degli organi di controllo, come previsto dal codice della crisi di impresa.

Leggi dopo

Dal Consiglio dei Ministri via libera al taglio del cuneo fiscale e all'attuazione della direttiva PIF

25 Gennaio 2020 | di La Redazione

Contenzioso tributario

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 24 del 23 gennaio, ha approvato il decreto legge sul taglio del cuneo fiscale e un decreto di attuazione della direttiva sulla lotta contro le frodi finanziarie nell’UE.

Leggi dopo

Nuova disciplina delle agevolazioni per le imprese in aree di crisi di industriale

21 Gennaio 2020 | di La Redazione

MISE

Società di capitali

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con Circolare 16 gennaio 2020, ha fornito i nuovi criteri e le modalità di concessione delle agevolazioni di cui alla Legge n. 181/1989, con l’obiettivo di rendere la misura più agevole e accessibile anche alle PMI e alle reti di impresa, dando priorità agli investimenti strategici ad alto contenuto tecnologico e con forte impatto occupazionale

Leggi dopo

Pagine