News

News

I reati fallimentari nel concordato con continuità

05 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. Pen.

Cass. Pen. – Sez. V – 3 settembre 2018 – n. 39517, sent..pdf

Reati fallimentari

Le innovazioni normative degli aspetti civilistici dell'istituto del concordato preventivo con continuità aziendale di cui all’art. 186-bis l.fall. non costituiscono modificazioni della norma extrapenale integratrice del precetto di cui all’art. 236 l.fall., che trova applicazione anche in riferimento al concordato preventivo con continuità dell'attività di impresa.

Leggi dopo

Anche il nuovo liquidatore risponde di bancarotta

29 Agosto 2018 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Risponde del reato di bancarotta semplice documentale anche l’amministratore neo eletto di una società poi fallita: anche in capo a quest’ultimo sussiste, infatti, un generale dovere di vigilanza.

Leggi dopo

Fallimento: irragionevole durata della procedura e equa riparazione

28 Agosto 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Fallimento: disciplina generale

Nel caso in cui i creditori di una società dichiarata fallita propongano istanza di equa riparazione per l’irragionevole durata della procedura, occorre far riferimento alla data del decreto di ammissione al passivo ai fini dell’individuazione del dies a quo nella liquidazione del danno.

Leggi dopo

Speciale Riforma delle Procedure Concorsuali

20 Agosto 2018 | di La Redazione

L. 19 ottobre 2017, n. 155

Fallimento: disciplina generale

Come noto il Senato, nella seduta dello scorso 11 ottobre, ha approvato in via definitiva il disegno di legge recante Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza. Nello Speciale in corso di pubblicazione su questo portale verranno approfonditi i principali temi di novità della Riforma.

Leggi dopo

Chiarimenti sulle incompatibilità degli ausiliari e dei coadiutori nominati nelle procedure concorsuali

03 Agosto 2018 | di La Redazione

Organi del fallimento e della altre procedure concorsuali

Analisi dalla FNC sulle novità introdotte dal D.Lgs. 54/2018 in materia di incompatibilità degli ausiliari e dei coadiutori nominati nelle procedure concorsuali.

Leggi dopo

Concordato con continuità: le Entrate sulla falcidia del credito IVA

24 Luglio 2018 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate - Circolare 23 luglio 2018, n. 16

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 16 diramata nella giornata di ieri, ha analizzato l’evoluzione giurisprudenziale e normativa in merito al trattamento del credito IVA e delle ritenute nel concordato preventivo.

Leggi dopo

Riforma Rordorf: il Ministro annuncia piccoli interventi

16 Luglio 2018 | di La Redazione

Fallimento: disciplina generale

Il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, nel corso dell’audizione tenutasi lo scorso 11 luglio ha dettato le linee programmatiche del proprio dicastero. Tra queste è stato affrontato anche il tema della Riforma delle procedure concorsuali.

Leggi dopo

Escluse dal voto sulla proposta di concordato fallimentare le società correlate alla proponente

29 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Concordato fallimentare

Sono escluse dal voto sulla proposta di concordato fallimentare e dal calcolo delle maggioranze le società che controllano la società proponente o sono da essa controllate o sono sottoposte a comune controllo.

Leggi dopo

Concordato e atti in frode: il silenzio del debitore legittima il fallimento

27 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Atti di frode

Integra un atto in frode il silenzio serbato dal debitore nella proposta di concordato e nei suoi allegati in ordine ad operazioni suscettibili di assumere rilievo per il soddisfacimento dei creditori in caso di fallimento, quale certamente è un’operazione di scissione patrimoniale realizzata dal debitore che sia già insolvente.

Leggi dopo

Il diritto di voto nel concordato preventivo per i creditori postergati

22 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Legittimazione al voto ed esclusione dal voto

Nel concordato preventivo, la proposta del debitore può prevedere la suddivisione dei creditori in classi con il riconoscimento del diritto di voto ai creditori postergati, che siano stati inseriti in apposita classe, purché il trattamento previsto per questi ultimi sia tale da non derogare alla regola del loro soddisfacimento sempre posposto a quello integrale degli altri creditori chirografari.

Leggi dopo

Pagine