News

News su Bancarotta fraudolenta

Anche per la bancarotta documentale può operare l’attenuante del danno di speciale tenuità

27 Marzo 2014 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

In tema di bancarotta fraudolenta documentale, l’attenuante di cui all’art. 219, comma 3, l. fall. è applicabile, ma la particolare tenuità del fatto deve essere valutata in relazione al danno causato alla massa creditoria in seguito all’incidenza che le condotte integranti il reato hanno avuto sulla possibilità di esercitare le azioni revocatorie e le altre azioni poste a tutela degli interessi creditori. Qualora un tale danno non sussista, ovvero non sia dimostrato, l’attenuante va applicata.

Leggi dopo

Per il reato di bancarotta sono rilevanti anche le condotte successive al dissesto

26 Novembre 2013 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Il caso. L’Amministratore di fatto di una società viene condannato a sei anni di reclusione e alla pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici per aver integrato, col suo operato, la fattispecie di bancarotta fraudolenta dell’anzidetta società già dichiarata fallita. In particolare per aver commesso la specifica ipotesi di falso in bilancio esponendo fatti e dati non corrispondenti alle reali condizioni economiche societarie così da cagionarne o, comunque aggravarne il dissesto.

Leggi dopo

Il nesso causale tra condotta distrattiva e dissesto è estraneo al reato di bancarotta fraudolenta

21 Ottobre 2013 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

A pochi mesi di distanza dall’importante pronuncia n. 47502/2012 (in IlFallimentarista, con nota di Lanzi, Il ruolo dell'insolvenza e della declaratoria di fallimento nell'ambito dei reati di bancarotta prefallimentare. Sul tema si veda anche l’Esperto in video, sempre di Lanzi, dal titolo: La bancarotta societaria), la Cassazione penale torna a occuparsi dei rapporti tra il reato di bancarotta fraudolenta e il sottostante fallimento della società.

Leggi dopo

Anche per la bancarotta impropria sussiste l’aggravante del danno patrimoniale di rilevante gravità

06 Marzo 2013 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La circostanza aggravante speciale del danno patrimoniale di rilevante gravità, prevista dall’art. 219 l. fall., è applicabile non solo alla bancarotta fraudolenta propria, ex art. 216 l. fall., per reati commessi dall’imprenditore, ma anche alla bancarotta impropria, ex art. 223 l. fall., per reati commessi dagli amministratori della società fallita.

Leggi dopo

Niente bancarotta se nel falso in bilancio non si superano le soglie di punibilità

22 Ottobre 2012 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

In tema di bancarotta fraudolenta impropria da reato societario, la configurabilità della fattispecie penale disciplinata dall’art. 223, comma 2, l. fall., in relazione agli artt. 2621 e 2622 c.c., nel testo riformulato dall’art. 4 D.lgs. n. 61/2002, presuppone non solo l’esistenza del nesso causale tra condotta e dissesto societario, ma anche il superamento delle soglie di punibilità previste dal reato di false comunicazioni societarie.

Leggi dopo

C’è bancarotta se la cessione di ramo d’azienda pregiudica la prosecuzione dell’attività commerciale

02 Maggio 2012 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La cessione di beni patrimoniali è legittima se destinata alla realizzazione delle finalità d’impresa, da valutarsi in concreto; costituisce, invece, bancarotta fraudolenta l’alienazione di un ramo d’azienda dalla quale derivi la paralisi dell’attività e l’impossibilità di perseguire utilmente l’oggetto sociale.

Leggi dopo

Pagine