News

News

Adempimenti IVA tra apertura e chiusura del fallimento a carico del curatore

14 Febbraio 2020 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, 7 febbraio 2020, n. 34

Adempimenti fiscali nel fallimento

Tutti gli adempimenti IVA inerenti al periodo compreso fra l'apertura e la chiusura del fallimento sono a carico del curatore, inclusi gli obblighi di dichiarazione.

Leggi dopo

La Legge Pinto non si applica alla liquidazione coatta amministrativa: disciplina incostituzionale?

11 Febbraio 2020 | di Giuseppe Marino

Corte Costituzionale

Liquidazione coatta amministrativa

La peculiarità della liquidazione coatta amministrativa, rispetto al fallimento, trova la sua giustificazione nelle finalità pubblicistiche di tale procedura, riguardante imprese che, pur operando nell’ambito del diritto privato, involgono molteplici interessi. Non essendo, quindi, configurabile un’identità tra la posizione di un creditore di un fallimento e quella di un creditore di una liquidazione coatta amministrativa, il fatto che i rimedi della Legge Pinto si applichino solo nell’ambito del fallimento e non anche nell’ambito della liquidazione coatta amministrativa non determina la prospettata incostituzionalità.

Leggi dopo

Bancarotta fraudolenta: il codice della crisi di impresa non ha inciso sul reato

10 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. pen.

Bancarotta fraudolenta

È inammissibile il ricorso proposto da un imputato condannato per bancarotta fraudolenta con il quale veniva invocata un’ipotetica abolitio criminis per effetto delle modifiche introdotte dal nuovo codice della crisi di impresa alle norme civilistiche poste a fondamento della fattispecie penale.

Leggi dopo

Il giudice territorialmente competente per la dichiarazione di fallimento

05 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. VI

Giurisdizione e competenza

Ai sensi dell’art. 9 l.fall., la competenza territoriale per la dichiarazione di fallimento di una società spetta al Tribunale del luogo in cui si trova la sede principale dell’impresa, cioè dove svolge effettivamente la sua attività direttiva ed amministrativa, che, in virtù di una presunzione iuris tantum, coincide con la sede legale, salvo prova contraria, ossia che la sede effettiva sia altrove. Tuttavia, tale presunzione non opera in alcune ipotesi.

Leggi dopo

Organismi di verifica delle s.r.l.: il CNDCEC evidenzia i ritardi nelle nomine

04 Febbraio 2020 | di La Redazione

Crisi d'impresa e insolvenza

Le s.r.l. sono in ritardo con le nomine degli organismi di verifica. Solo 1 su 4 infatti si è tempestivamente dotata degli organi di controllo, come previsto dal codice della crisi di impresa.

Leggi dopo

Dal Consiglio dei Ministri via libera al taglio del cuneo fiscale e all'attuazione della direttiva PIF

25 Gennaio 2020 | di La Redazione

Contenzioso tributario

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 24 del 23 gennaio, ha approvato il decreto legge sul taglio del cuneo fiscale e un decreto di attuazione della direttiva sulla lotta contro le frodi finanziarie nell’UE.

Leggi dopo

Nuova disciplina delle agevolazioni per le imprese in aree di crisi di industriale

21 Gennaio 2020 | di La Redazione

MISE

Società di capitali

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con Circolare 16 gennaio 2020, ha fornito i nuovi criteri e le modalità di concessione delle agevolazioni di cui alla Legge n. 181/1989, con l’obiettivo di rendere la misura più agevole e accessibile anche alle PMI e alle reti di impresa, dando priorità agli investimenti strategici ad alto contenuto tecnologico e con forte impatto occupazionale

Leggi dopo

Osservatorio sulla Cassazione - Dicembre 2019

20 Gennaio 2020 | di La Redazione

Fallimento: disciplina generale

Torna l'appuntamento con l'osservatorio sulla Corte di Cassazione: una rassegna delle più interessanti sentenze di legittimità depositate nel mese di dicembre.

Leggi dopo

Privilegio per IVA di rivalsa: stesso trattamento per professionisti e prestatori d’opera anche non intellettuale

09 Gennaio 2020 | di La Redazione

Corte Costituzionale, 3 gennaio 2020, n. 1 – sent.

Crediti privilegiati

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 1/2020 del 3 gennaio 2020, ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 2751-bis, n. 2), c.c., come modificato dall'art. 1, comma 474, L. n. 205/2017 (Legge di Bilancio 2018) sollevata, in riferimento all'art. 3, comma 1, Cost., sotto il profilo della disparità di trattamento tra le situazioni contemplate dallo stesso n. 2), «nella parte in cui estende anche al credito per rivalsa IVA il privilegio generale ivi attribuito al credito per le retribuzioni dei professionisti», affermando che i «professionisti» e «ogni altro prestatore d'opera», intellettuale o no, beneficiano tutti della stessa estensione del privilegio mobiliare al credito per rivalsa IVA, prevista dalla disposizione censurata.

Leggi dopo

Giudice competente sulla eccezione di prescrizione dei crediti tributari sollevata dal curatore post notifica della cartella

08 Gennaio 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., Sez. Unite, 24 dicembre 2019, n. 34447

Giurisdizione e competenza

Le Sezioni Unite, con la sentenza n. 34447/2019, affermano che, in sede di ammissione al passivo fallimentare, ove il curatore eccepisca la prescrizione del credito tributario maturata successivamente alla notificazione della cartella di pagamento, che segna il consolidamento della pretesa fiscale e l’esaurimento del potere impositivo, viene in essere un fatto estintivo dell’obbligazione tributaria di cui deve conoscere il giudice delegato in sede di verifica dei crediti e il tribunale in sede di opposizione allo stato passivo e di insinuazione tardiva, e non il giudice tributario.

Leggi dopo

Pagine