News

News

Giurisdizione italiana per la dichiarazione di fallimento della società se il trasferimento di sede è fittizio

21 Marzo 2013 | di La Redazione

Cass. Civ.

Giurisdizione e competenza

In caso di trasferimento della sede statutaria della società debitrice prima della proposizione di una domanda di fallimento nei suoi confronti, si presume che il centro degli interessi principali della società coincida con la nuova sede statutaria. Tuttavia tale presunzione deve considerarsi vinta se nella nuova sede non sia effettivamente esercitata attività economica, né sia stata spostata presso di essa l'attività direttiva, amministrativa e organizzativa dell'impresa. E’ il principio espresso dalle Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza n. 5945 dell’11 marzo scorso.

Leggi dopo

Gruppi di imprese: il requisito dimensionale va accertato con riguardo alla singola società

19 Marzo 2013 | di La Redazione

Cass. Civ.

Amministrazione straordinaria: disciplina generale

In tema di amministrazione straordinaria di un gruppo di imprese in stato d’insolvenza, il requisito dimensionale di cui all’art. 2, d.lgs. n. 270/99, deve essere accertato con riferimento alla singola impresa richiedente e non con riguardo al gruppo del quale la medesima impresa fa parte. E sempre ai fini del calcolo del requisito dimensionale, sono considerati dipendenti solo coloro che effettivamente prestano lavoro subordinato all’interno dell’impresa richiedente, non i lavoratori in servizio presso un ramo d’azienda ceduto in affitto a terzi.

Leggi dopo

Anche per la bancarotta impropria sussiste l’aggravante del danno patrimoniale di rilevante gravità

06 Marzo 2013 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La circostanza aggravante speciale del danno patrimoniale di rilevante gravità, prevista dall’art. 219 l. fall., è applicabile non solo alla bancarotta fraudolenta propria, ex art. 216 l. fall., per reati commessi dall’imprenditore, ma anche alla bancarotta impropria, ex art. 223 l. fall., per reati commessi dagli amministratori della società fallita.

Leggi dopo

Il curatore è terzo, e non parte, rispetto al creditore che propone istanza di ammissione al passivo

22 Febbraio 2013 | di La Redazione

Cass. Civ.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Nei confronti del creditore che proponga istanza di ammissione al passivo del fallimento, in ragione di un suo preteso credito, il curatore è terzo e non parte: da ciò discende l’applicabilità dei limiti probatori di cui all’art. 2704 c.c. E’ questo il principio espresso dalle Sezioni Unite nella sentenza n. 4213, depositata il 20 febbraio, nella quale si legge, inoltre, che la mancanza di data certa nelle scritture prodotte si configura come fatto impeditivo all’accoglimento della domanda oggetto di eccezione in senso lato, in quanto tale rilevabile anche d’ufficio.

Leggi dopo

Anche le Stp possono assumere l’incarico di attestatore. E la nuova disciplina è pronta

21 Febbraio 2013 | di La Redazione

Società tra professionisti

L’Istituto di Ricerca dei dottori commercialisti ed esperti contabili ha pubblicato un documento (consultabile sul sito Irdcec.it) nel quale viene esaminato il ruolo del professionista attestatore nella composizione negoziale della crisi, alla luce delle novità introdotte dal c.d. Decreto Sviluppo (D.l. n. 83/2012, convertito in l. n. 134/2012).

Leggi dopo

Imprese fallite: definiti i parametri oggettivi per l’autorizzazione della CIGS

06 Febbraio 2013 | di La Redazione

Decreto ministeriale

Cassa Integrazione Guadagni

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 28 del 2 febbraio scorso il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che, dando attuazione alla previsione dell’art. 3 l. n. 223/91, definisce con precisione i parametri oggettivi per l’autorizzazione alla concessione del trattamento straordinario di integrazione salariale (CIGS).

Leggi dopo

Disposizioni del Tribunale di Crotone sulla domanda di preconcordato dopo il Decreto Sviluppo

05 Febbraio 2013 | di La Redazione

Concordato con riserva

Anche il Tribunale di Crotone si accoda al Tribunale di Milano fornendo, con circolare del 17 gennaio, una serie di indicazioni applicative in merito al concordato preventivo con riserva e all’accordo di ristrutturazione, a seguito delle novità introdotte dal Decreto Sviluppo.

Leggi dopo

Accorgimenti e buone prassi post “Legge Pinto” del Tribunale di Crotone

04 Febbraio 2013 | di La Redazione

Irragionevole durata del processo

La Legge Pinto tutela il diritto del cittadino contro l’eccessiva durata dei processi. Per evitare gli ingenti danni erariali che si verificherebbero in caso di una gestione negligente della procedura, il Min. della Giustizia, Dipartimento per gli Affari di Giustizia, in data 27 Ottobre 2011 ha dettato una serie di buone prassi da rispettare per assicurare la celerità delle procedure fallimentari pendenti.

Leggi dopo

Al giudice spetta il controllo sul giudizio di fattibilità della proposta di concordato

24 Gennaio 2013 | di La Redazione

Cass. Civ.

Fattibilità

È stata depositata ieri, 23 gennaio, la pronuncia a Sezioni Unite (n. 1521/2013) con la quale la Corte di Cassazione ha enunciato un importante principio di diritto sulla dibattuta problematica relativa al potere di sindacato del Tribunale sul giudizio di fattibilità della proposta di concordato effettuato dal professionista attestatore.

Leggi dopo

Società: il 10% è in fallimento; una su tre in perdita. E nel 2012 costituite quasi 3.000 s.r.l.s.

23 Gennaio 2013 | di La Redazione

S.R.L. semplificata

Il Dipartimento delle Finanze ha reso pubbliche le statistiche sulle dichiarazioni Ires e Irap presentate nel 2011, relative all’anno d’imposta 2010. Anno in cui, si legge nel documento, si è manifestata una temporanea ripresa del’economia mondiale.

Leggi dopo

Pagine