News

News

Richiesta di autofallimento ad opera del liquidatore senza approvazione dei soci

16 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Civ.

Liquidatore giudiziale

Il liquidatore non può essere privato, ad opera dei soci, del potere-dovere di richiedere il fallimento della società che versi in stato di insolvenza. Può solo dibattersi, com’è naturale, di una responsabilità per aver domandato l'apertura della procedura concorsuale in una situazione in cui ne difettavano le condizioni.

Leggi dopo

Accordi di ristrutturazione e consecuzione di procedure

11 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Civ.

Consecuzione di procedure

Il principio di alternatività ex art. 161, comma 6, l.fall. in pendenza del termine richiesto con domanda di concordato in bianco non è applicabile alla consecuzione di procedure aventi natura concorsuale, quali l’accordo di ristrutturazione dei debiti e concordato preventivo "pieno".

Leggi dopo

La responsabilità dell’imprenditore e l’onere della prova nel reato di bancarotta

10 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La prova della distrazione o dell’occultamento dei beni della società fallita può essere desunta dalla mancata dimostrazione, ad opera dell’amministrazione (sia di fatto che di diritto), della destinazione dei suddetti beni.

Leggi dopo

Il pagamento del TFR nel fallimento del datore di lavoro

08 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Civ.

Fondo di garanzia INPS

In caso di fallimento del datore di lavoro, il pagamento del trattamento di fine rapporto da parte del Fondo di garanzia richiede, ex art. 2 L. n. 297/1982, che il lavoratore assolva all'onere di dimostrare che è stata emessa la sentenza dichiarativa di fallimento e che il suo credito è stato ammesso alla stato passivo, senza che questo requisito possa essere escluso a seguito...

Leggi dopo

Pagamento del debito tributario e revoca della confisca

05 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Pen.

Confisca (per equivalente)

In materia di confisca di beni costituenti il profitto o il prezzo di reati tributari, la previsione di cui all’art. 12-bis d.lgs. n. 74/2000 si riferisce alle assunzioni d’impegno nei termini riconosciuti e ammessi dalla legislazione tributaria di settore...

Leggi dopo

Procedure concorsuali infruttuose e variazione in diminuzione dell'IVA

02 Aprile 2019 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, Risposta 01 aprile 2019, n. 91.pdf

Adempimenti fiscali nel fallimento

In caso di mancato pagamento a causa di procedure concorsuali “rimaste infruttuose”, si potrà operare una variazione in diminuzione dell'IVA anche se il soggetto insinuatosi nel passivo sia un soggetto diverso rispetto a quello che ha assolto l’IVA al momento dell’effettuazione dell’operazione. Questo il chiarimento emerso dalla risposta resa dall'Agenzia delle Entrate all'interpello n. 91 diffuso nella giornata ieri.

Leggi dopo

Ristrutturazioni precoci e fresh start: il Parlamento europeo approva la proposta direttiva

02 Aprile 2019 | di La Redazione

Proposta di Direttiva.pdf

Insolvenza transfrontaliera

Il Parlamento europeo ha approvato, lo scorso 28 marzo, la proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio riguardante i quadri di ristrutturazione preventiva, la seconda opportunità e misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza e liberazione dai debiti, e che modifica la direttiva 2012/30/UE.

Leggi dopo

Il nuovo art. 2475 c.c. sotto la lente del Notariato

01 Aprile 2019 | di La Redazione

CNN - Studio n. 58 - 2019.pdf

CNN - Studio n. 58 - 2019.pdf

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Consiglio Nazionale del Notariato, con lo studio n. 58 diffuso lo scorso 26 marzo, ha esaminato le conseguenze, sul piano delle clausole statutarie, della modifica apportata dal Codice della Crisi all'art. 2475 c.c., con riferimento in particolare alla nuova previsione per cui la gestione dell’impresa spetta esclusivamente agli amministratori, i quali compiono le operazioni necessarie per l’attuazione dell’oggetto sociale.

Leggi dopo

Truffa e bancarotta per distrazione possono coesistere

28 Marzo 2019 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La contestazione del delitto di truffa, avente ad oggetto l’erogazione di finanziamenti bancari indotti mediante falsificazione dei bilanci e di altra documentazione relativa alla situazione economico-patrimoniale di una società non impedisce, in ragione del divieto di “bis in idem”, di giudicare l’imputato per il delitto di bancarotta per distrazione, contestato nel medesimo procedimento, in relazione alle somme successivamente sottratte, in presenza di una condotta complessivamente dolosa che avvince in sé anche il fallimento delle società finanziate, trattandosi di fatti illeciti naturalisticamente differenziati.

Leggi dopo

Il sequestro preventivo della società "di comodo" nel reato di bancarotta per distrazione

27 Marzo 2019 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

In tema di bancarotta fraudolenta per distrazione, ai fini dell’adozione del sequestro preventivo occorre un collegamento strumentare tra reato fallimentare e cosa sequestrata e non tra il reato e la persona.

Leggi dopo

Pagine