News

News

Prededucibile il credito del professionista per il fallimento in proprio del debitore

16 Settembre 2014 | di La Redazione

Cass. Civ.

Prededuzione

Deve essere pagato in prededuzione, ex art. 111 l. fall., anche il credito professionale inerente all’attività prestata a favore del debitore per l’accesso alla procedura di fallimento in proprio. È il principio affermato dalla Cassazione, nell’ordinanza n. 18922, depositata il 9 settembre

Leggi dopo

Omesso versamento di imposte: curatore responsabile se si prova il suo cattivo utilizzo dell’attivo fallimentare

08 Settembre 2014 | di La Redazione

Cass. Civ.

Adempimenti fiscali del curatore fallimentare

Nel caso in cui l’Amministrazione finanziaria ritenga di affermare una responsabilità solidale del curatore fallimentare per i debiti tributari del fallimento, deve indicare nell’atto di addebito le ragioni che determinano tale responsabilità, che deve nascere da un cattivo utilizzo dell’attivo fallimentare, ponendo il curatore in condizione di esercitare le sue difese anche adducendo – se del caso – l’intervento determinante degli organi di controllo della procedura. È questo il principio affermato dall’ordinanza n. 16373 della Corte di Cassazione, depositata lo scorso 17 luglio.

Leggi dopo

Al via la riforma della Giustizia del governo Renzi

05 Settembre 2014 | di La Redazione

Sospensione feriale dei termini

Nel Consiglio dei ministri di venerdì 29 agosto, il Governo ha approvato alcuni provvedimenti che riformano la giustizia civile, ed uno che interviene sulla normativa penale, sostanziale e processuale: gli strumenti con cui realizzare questi interventi sono un decreto legge e cinque disegni di legge.

Leggi dopo

D.L. Competitività convertito in legge

05 Settembre 2014 | di La Redazione

Legge 11 agosto 2014, n. 116

Concordato con riserva

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 2014 la legge 11 agosto 2014, n. 116 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91 (c.d. Decreto Competitività), recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea.

Leggi dopo

Il curatore può chiedere il fallimento in estensione anche senza autorizzazione del giudice delegato

06 Agosto 2014 | di La Redazione

Cass. Civ.

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il curatore, per promuovere il procedimento di fallimento in estensione nei confronti dei soci illimitatamente responsabili, ex art. 147, comma 4, l. fall., non è obbligato a munirsi dell’autorizzazione del giudice delegato. Peraltro, la mera attestazione del giudice della mancanza di fondi, a seguito dell’istanza con cui il curatore gli rappresenta che il fallimento non dispone della liquidità necessaria a sostenere le spese del processo, deve essere intesa come contestuale, implicita autorizzazione alla costituzione in quel processo. E’ quanto affermato dalla Corte di Cassazione, nella sentenza n. 12947, depositata lo scorso 9 giugno.

Leggi dopo

Non fondata la questione di legittimità costituzionale del divieto di falcidia del credito IVA

31 Luglio 2014 | di La Redazione

Corte Cost.

Transazione fiscale nelle procedure concorsuali

Il divieto di falcidia del credito Iva nel concordato preventivo, in sede di transazione fiscale, è compatibile con i principi costituzionali: con sentenza n. 225 del 25 luglio, la Consulta ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale del disposto degli artt. 160 e 182-ter l. fall., sollevata in riferimento agli artt. 97 e 3 Cost. dal Tribunale di Verona con ordinanza del 5/10 aprile 2013 (già ne IlFallimentarista).

Leggi dopo

Dissesto San Raffaele. La bancarotta è reato di condotta e non richiede il dolo dell’extraneus

24 Luglio 2014 | di La Redazione

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Depositata il 21 luglio scorso la sentenza emessa dalla V sezione penale della Cassazione in merito alla nota vicenda giudiziaria riferita alla Fondazione San Raffaele che ha condotto, in questo specifico caso, alla condanna di un imputato nella veste di concorrente estraneo per aver ricevuto disponibilità finanziarie, distratte o dissipate dalla Fondazione poi ammessa a concordato preventivo, in concorso con soggetti estranei e interni all’ente.

Leggi dopo

Online il questionario sulla bozza di Principi e Best Practices per gli operatori in materia di insolvenza

22 Luglio 2014 | di La Redazione

Insolvenza

Nell’ambito di un progetto di coordinamento tra le normative concorsuali degli Stati membri, Insol Europe, Associazione Europea di professionisti dell’insolvenza, che raccoglie al suo interno avvocati, commercialisti, professori e magistrati, a partire dal 2013 ha commissionato all’Università di Leiden, e al suo dipartimento interno TRI Leiden (Turnaround, rescue and insolvency) un progetto finalizzato alla redazione di Principi e Best Practices per gli operatori del settore.

Leggi dopo

Riforma del Terzo settore: viene meno il divieto di ripartizione degli utili per l’impresa sociale

18 Luglio 2014 | di La Redazione

Società di capitali

Il 10 luglio 2014 il Consiglio dei Ministri ha approvato un Disegno di Legge delega per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale. Dal giorno della sua entrata in vigore il Governo avrà dodici mesi per adottare uno o più decreti legislativi volti al riordino e alla revisione organica della disciplina degli enti privati del Terzo settore e delle attività che promuovono e realizzano finalità solidaristiche e di interesse generale.

Leggi dopo

Il curatore non risponde degli illeciti commessi da un’impresa fallita

16 Luglio 2014 | di La Redazione

Consiglio di Stato

Curatore fallimentare: ruolo e funzioni

Il Consiglio di Stato è stato chiamato a pronunciarsi su una questione riguardante i doveri che sorgono in capo al curatore nel momento in cui subentra in un contratto al posto di una società fallita.

Leggi dopo

Pagine