Quesiti Operativi

Quesiti Operativi su Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Accordo di ristrutturazione: modifica del piano e dell’attestazione

23 Maggio 2017 | di Ivan Libero Nocera

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Accordo di ristrutturazione non omologato: poiché il totale debito da pagare ai creditori estranei nei 120 giorni è nel frattempo notevolmente diminuito è possibile modificare il piano e la relativa attestazione in sede di reclamo?

Leggi dopo

Rilevanza fiscale delle sopravvenienze attive derivanti da riduzione di debiti

27 Marzo 2017 | di Andrea Rosati

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

A norma dell'art. 88, comma 4 ter, T.U.I.R., le sopravvenienze attive derivanti dalle riduzioni dei debiti ottenute in sede di omologa ex 182-bis l.fall. non sono tassabili. Si chiede se tale trattamento di favore sia riservato anche alle sopravvenienze attive derivanti da riduzione di debiti ottenute in sede di accordo ex art. 182-septies l.fall., anche in assenza di un espresso richiamo.

Leggi dopo

Accordo di ristrutturazione e par condicio creditorum

26 Maggio 2016 | di Daniele Fico

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nell’accordo di ristrutturazione dei debiti (artt. 182-bis e 182-septies) è possibile non rispettare il principio di par condicio?

Leggi dopo

Rapporti tra procedure concorsuali volontarie

11 Marzo 2016 | di Mariacarla Giorgetti, Sergio Nadin

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

In pendenza di un accordo di ristrutturazione dei debiti, omologato ma non eseguito se non in minima parte, alcuni dei creditori non aderenti, non soddisfatti nei termini di legge, depositano istanza di fallimento. Il debitore, all’ultimo, prima dello scioglimento della riserva assunta in sede prefallimentare, deposita proposta di concordato preventivo liquidatorio. Il tribunale dichiara l’inammissibilità della proposta di concordato, stante la pendenza di altra procedura volontaria di soluzione della crisi (accordi di ristrutturazione omologati) e dichiara il fallimento.

Leggi dopo

Il trattamento dei creditori postergati nell’omologa di un accordo di ristrutturazione dei debiti

14 Gennaio 2013 | di Piero De Bei

Accordo di ristrutturazione dei debiti: disciplina generale

Nell'ambito di una procedura di omologa di un accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis l. fall. come devono essere trattati creditori "postergati" ex art. 2467 c.c.? Possono essere inseriti nella categoria dei creditori "non aderenti"? Se sono inseriti nella categoria dei creditori non aderenti, come e quando devono essere soddisfatti?

Leggi dopo