Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Revoca dell’ammissione alla procedura di concordato preventivo

27 Marzo 2013 | di Simona Brambilla

Revoca dell'ammissione al concordato preventivo

Nel caso in cui, in un concordato preventivo che prevedeva in proposta una percentuale di pagamento per i creditori chirografari di 8% e 18% (due classi), si accerti prima della relazione ex art. 172 l. fall. che i fondi che saranno disponibili non basteranno neppure per il pagamento integrale dei privilegiati mobiliari (forse neppure per i privilegiati immobiliari), che tenore dovrebbe avere la relazione ex art. 172 l. fall.? Come si potrebbe sostenere, con chi vota e sa che non prenderà nulla, che è più conveniente un’omologa di concordato di un fallimento?

Leggi dopo

Immobile locato a debitore concordatario e ammissibilità della procedura di sfratto

20 Marzo 2013 | di Daniele Fico

Divieto di azioni esecutive e cautelari

L’immobile locato ad un imprenditore che ha presentato domanda per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo, può essere oggetto di sfratto? Oppure il divieto ex art. 51 l. fall. opera anche in questa ipotesi?

Leggi dopo

Presentazione della domanda di preconcordato, sottoscrizione del legale rappresentante e delibera notarile

13 Marzo 2013 | di Simona Brambilla

Capacità processuale e rappresentanza

La società può depositare il ricorso firmato dal Legale Rappresentante contenente la domanda di concordato preventivo “in bianco” senza il verbale di delibera degli amministratori, redatto da un notaio, riservandosi di presentarlo in seguito e contestualmente al piano ed alla documentazione di cui ai commi 2 e 3 dello stesso art. 161 l. fall.?

Leggi dopo

Cancellazione dal Registro delle Imprese e fallimento

05 Marzo 2013 | di Daniele Fico

Cancellazione dal registro delle imprese

Decorso l’anno dalla cancellazione dal Registro delle Imprese è possibile fallire?

Leggi dopo

Concordato e autorizzazione allo scioglimento di un preliminare di compravendita immobiliare

25 Febbraio 2013 | di Daniele Fico

Contratto preliminare

Recentemente mi è capitato di presentare una domanda di concordato preventivo con richiesta di autorizzazione allo scioglimento di contratti pendenti tra cui un contratto preliminare di compravendita immobiliare non trascritto per il quale il promissario acquirente ha trascritto domanda giudiziale per esecuzione in forma specifica antecedentemente il deposito della domanda. Nella richiesta di chiarimenti, il Tribunale avrebbe escluso la possibilità di autorizzare lo scioglimento di tale contratto. Non sarei d'accordo con tale impostazione in quanto il fatto che il promissario acquirente abbia deciso di trascrivere una domanda giudiziale non toglie che si tratti sempre di un contratto pendente senza che tale iniziativa del promissario acquirente modifichi lo status di quest'ultimo ed elevi il contratto sino a renderlo non scioglibile. Non mi sembra infatti che la trascrizione della domanda ex art. 2932 c.c. comporti un'intangibilità del contratto pendente essendo tale impostazione contraria alla ratio della norma.

Leggi dopo

Vendita di titoli azionari posseduti dal fallito

20 Febbraio 2013 | di Daniele Fico

Vendita di azioni o quote

Si chiedono delucidazioni sulla procedura di vendita di titoli azionari posseduti dal fallito. Si applicano le disposizioni dell’art. 106 l. fall. assimilando gli stessi alle quote di una s.r.l. o l’art. 107 l. fall.? In ogni modo, avendo ricevuto un’offerta da parte della società stessa che vuole acquistare le azioni, devo procedere mediante procedura competitiva?

Leggi dopo

Pignoramenti presso terzi e successivo pagamento da parte del terzo pignorato

12 Febbraio 2013 | di Ivan Libero Nocera

Divieto di azioni esecutive e cautelari

In caso di concordato preventivo che sorte hanno i pagamenti effettuati dal terzo successivamente al pignoramento eseguito nei suoi confronti con assegnazione avvenuta prima del decreto di ammissione ?

Leggi dopo

Sentenza di revoca del fallimento: (non) immediata esecutività ed effetti

05 Febbraio 2013 |

Revoca della dichiarazione di fallimento

La sentenza della Corte d’appello che revoca il fallimento è immediatamente esecutiva? Che effetti ha sugli organi della procedura? E sui beni del fallito? La proposizione del ricorso per cassazione contro la sentenza d’appello che ha revocato il fallimento, ne sospende l’efficacia esecutiva?

Leggi dopo

Riparto parziale e accantonamento di somme

30 Gennaio 2013 | di Simona Brambilla

Ripartizione dell’attivo

Ove il Curatore proceda a riparto parziale e siano state proposte opposizioni al passivo contro un provvedimento di esclusione parziale del credito, la parte di credito che era stata ammessa: a) va pagata in prededuzione? b) vanno accantonate somme? c) anche per la parte di credito che era stata ammessa vale l’art. 113, comma 1, n. 2, l. fall. cosicché in assenza di misure cautelari la parte di credito ammessa non va né pagata né accantonata? A favore di a) milita l’esecutorietà dello stato passivo, sempre che l’opposizione non la sospenda con riferimento a tutto il provvedimento, sia quello di ammissione parziale che quello di esclusione; a favore di b) milita la prudenza; a favore di c) milita la lettura dell’art. 113 l. fall. citato.

Leggi dopo

Accertamento della natura privilegiata del credito nel concordato preventivo

21 Gennaio 2013 | di Ivan Libero Nocera

Crediti privilegiati

In caso di concordato preventivo omologato, il creditore che non ha visto riconoscersi la natura privilegiata del proprio credito, come può ottenere tutela? Deve agire con un giudizio ordinario d’accertamento della natura del proprio credito? Qual è il tribunale competente? Quali sono i termini da rispettare?

Leggi dopo

Pagine