Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Compensazione di un credito ammesso al passivo con la richiesta di restituzione somme in revocatoria

10 Dicembre 2012 | di Simona Brambilla

Compensazione

A norma dell’art. 56 l. fall. è possibile, per la società fornitrice-creditrice, opporre ai commissari Straordinari di società assoggettata ad Amministrazione Straordinaria la compensazione del proprio credito, già ammesso al passivo, con la richiesta, da parte dei medesimi Commissari di restituzione di somme in revocatoria ex art. 67, comma 2, l. fall.?

Leggi dopo

Finanziamento bancario e ammissione al concordato con continuità del debitore

03 Dicembre 2012 | di Daniele Fico

Rapporti giuridici preesistenti nel concordato

In caso di contratto di finanziamento a medio-lungo termine in cui la banca abbia erogato l’intera somma ed il termine per la restituzione da parte del debitore non sia ancora scaduto, ove il debitore presenti una domanda di ammissione al concordato preventivo con continuità, in applicazione dell’art. 55 l. fall. il debito pecuniario si considera scaduto oppure tale contratto viene considerato alla stregua di un contratto in corso di esecuzione e, conseguentemente, la domanda di ammissione alla procedura non determina la risoluzione del medesimo?

Leggi dopo

Crediti erariali e compensazione nel fallimento

28 Novembre 2012 | di Monica Pereno

Compensazione

A fronte di una richiesta di rimborso avanzata all’Agenzia delle Entrate dal Curatore del Fallimento ai sensi dell’art. 30, comma 4, DPR 633/1972 avente ad oggetto crediti IVA sorti nel corso della Procedura fallimentare, è opponibile dall’Agenzia delle Entrate la compensazione con il debito erariale preesistente alla dichiarazione di Fallimento e ammesso al passivo del Fallimento medesimo?

Leggi dopo

Lavoratrice dipendente di un'impresa in fallimento e licenziamento durante il periodo di gravidanza

19 Novembre 2012 | di Maurizio Fabbri

Licenziamento individuale

In un fallimento l'unico dipendente ancora in forza è una signora in maternità. Il curatore, in base alla documentazione in suo possesso, non è in grado di verificare se si tratti della maternità obbligatoria o di quella facoltativa. In entrambi i casi, richiede una conferma circa la possibilità di licenziare la lavoratrice facendo subentrare direttamente l'INPS nella gestione della posizione economica.

Leggi dopo

Prededucibilità del credito del professionista incaricato di redigere la domanda

13 Novembre 2012 | di Ivan Libero Nocera

Prededuzione

Nell’ipotesi in cui la proposta di concordato preventivo, le cui condizioni fossero state recepite nella loro interezza nei decreti di ammissione e di omologazione della procedura, avesse previsto il pagamento in prededuzione del compenso spettante al professionista incaricato dal debitore di redigere la domanda, chiedo se foste d’accordo sulla intangibilità della prededuzione stessa, stante la natura contrattuale del concordato.

Leggi dopo

L'ammissione al passivo dell'aggio coattivo

06 Novembre 2012 | di Pasquale Lacalandra

Ammissione al passivo: forma e contenuto della domanda

È ammissibile, nell'ambito della verifica dei crediti di una procedura fallimentare, il compenso per "aggio coattivo" richiesto da Equitalia Sud nelle nuove domande di insinuazione?

Leggi dopo

Risposte flash per il professionista (4)

30 Ottobre 2012 | di Salvatore Sanzo

Fallimento: disciplina generale

Qual è la corretta collocazione, in ordine ai privilegi fallimentari, dei crediti professionali sorti dopo l'ammissione alla procedura di concordato preventivo?

Leggi dopo

La (non) competenza del tribunale fallimentare nel caso di azione di responsabilità ex art. 146 l. fall.

22 Ottobre 2012 | di Pasquale Lacalandra

Giurisdizione e competenza

L'azione di responsabilità ex art. 146 l. fall. (art. 2394-bis c.c.) è un diritto nel quale il curatore succede alla società fallita, che avrebbe potuto esercitarlo autonomamente prima della dichiarazione di fallimento. Pertanto essa non è soggetta alla vis attractiva ex art. 24 l. fall. ma soggiace alle ordinarie regole di competenza territoriale?

Leggi dopo

Apertura di c/c da parte del fallito dopo la dichiarazione di fallimento

13 Settembre 2012 | di Giuseppe Rebecca

Conto corrente

Nell’ipotesi in cui un fallito abbia acceso un conto corrente dopo la dichiarazione di fallimento e su tale conto siano pervenute rimesse attive poi completamente azzerate da pagamenti e prelievi, la Banca è legittimata passiva alla restituzione in favore della curatela? Può eccepire la Banca l’esistenza di un’attività di impresa di fatto esercitata dal fallito e non autorizzata dal G.D. e pretendere di dedurre dalle attività le passività?

Leggi dopo

Il contenuto della domanda di revocatoria di pagamenti

18 Luglio 2012 | di Federica Commisso

Azione revocatoria fallimentare

Nell'azione revocatoria ex art. 67, comma 2, l. fall. intrapresa dal Curatore fallimentare con atto di citazione finalizzato alla restituzione da parte del fornitore delle rimesse effettuate dall'imprenditore insolvente ed affluite sul conto corrente del fornitore nel c.d. "periodo sospetto" di sei mesi antecedente lo stato di insolvenza, è sufficiente richiedere la revoca di tutti i pagamenti eseguiti oppure vanno indicati specificatamente?

Leggi dopo

Pagine