Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Il rango delle spese di soccombenza a carico del debitore concordatario

16 Novembre 2016 | di Ivan Libero Nocera

Spese di lite

In una procedura di concordato preventivo con continuità aziendale, la condanna al pagamento delle spese legali in favore della controparte contenuta in una sentenza emanata successivamente all'ammissione del concordato ma relativa ad un giudizio introdotto anteriormente, determina l'insorgenza di un credito chirografario prendendosi a riferimento la data di introduzione del giudizio o in prededuzione in ragione della pronuncia sulle spese contenuta in una sentenza successiva alla ammissione alla procedura?

Leggi dopo

Vendita senza incanto di beni immobili e modalità di deposito della cauzione

10 Novembre 2016 | di Daniele Fico

Vendita senza incanto

In tema di vendita delegata di immobili, la cauzione depositata dall’offerente in conseguenza dei sondaggi effettuati dal curatore per reperire gli eventuali interessati, può poi essere utilizzata dal medesimo offerente per partecipare senza incanto o dovrà essere depositata una nuova cauzione?

Leggi dopo

Opposizione al passivo e tassazione del decreto di ammissione

02 Novembre 2016 | di Matteo Lorenzo Manfredi, Antonio Granelli

Ammissione al passivo con riserva

Il Curatore di un fallimento propone l’ammissione al passivo di un creditore, ma con riserva, stante la pendenza di un giudizio avanti l’autorità giudiziaria ordinaria. Il Giudice Delegato, in sede di verifica dei crediti, nonostante le osservazioni presentate dal creditore, lo ammette con riserva. Il creditore propone opposizione allo stato passivo, all’esito del quale il tribunale, con decreto, lo ammette al passivo del fallimento per il medesimo importo e titolo eliminando la riserva apposta dal Giudice Delegato. L’Agenzia delle Entrate sottopone a tassazione detto decreto in misura proporzionale ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. c), Tabella allegata al TUR ritenendo che detto decreto contenga un accertamento di diritti a contenuto patrimoniale. È corretto l’operato dell’Ufficio?

Leggi dopo

Intestazione fiduciaria di quote di società fallita e principio di riservatezza

25 Ottobre 2016 | di Daniele Fico

Società fiduciaria

Tra i soci di una s.r.l. fallita vi è una società fiduciaria in virtù di intestazione fiduciaria. Il curatore può chiedere chi siano i soggetti che hanno conferito alla società fiduciaria il mandato fiduciario e che, di fatto, sono i soci della società fallita?

Leggi dopo

Fallimento di s.n.c. e residuo attivo

21 Ottobre 2016 | di Matteo Lorenzo Manfredi, Antonio Granelli

S.N.C.

Fallimento di una S.N.C. con residuo attivo sociale consistente. Uno dei soci e legale rappresentante è deceduto, ma gli eredi non hanno provveduto a presentare alcuna successione. Il Curatore come deve comportarsi? Deve intestare gli assegni alla società ritornata “in bonis” e consegnarli all'altro socio non deceduto? Oppure depositarli presso la cancelleria ed attendere che gli eredi ed il socio superstite possano ricostituire la società e ritirare gli assegni?

Leggi dopo

Modifica alla ripartizione delle spese prededucibili

13 Ottobre 2016 | di Ivan Libero Nocera

Prededuzione

Il debitore ammesso ad un concordato preventivo liquidatorio può, dopo il decreto di omologa, proporre una modifica alla ripartizione delle spese prededucibili? Nella specie, se non ha adeguatamente stimato le spese per la manutenzione dell'opificio industriale?

Leggi dopo

La compensazione in caso di consecuzione tra procedure concorsuali

06 Ottobre 2016 | di Daniele Fico

Compensazione

Si chiede se, in caso di consecuzione tra le procedure di concordato preventivo e fallimento, un istituto di credito possa opporre alla curatela fallimentare la compensazione ex art. 56 l.fall. dei saldi inerenti a due distinti conti correnti, uno attivo ed uno passivo, aperti in epoca anteriore al deposito del ricorso di ammissione a preconcordato, relativamente ai saldi precedenti al deposito del ricorso al concordato preventivo.

Leggi dopo

Concordato dell'appaltatore e credito di regresso dell'appaltante

28 Settembre 2016 | di Diego Corrado

Concordato con riserva

La società Alfa, come committente, sottoscrive un contratto di appalto con Beta, appaltatrice; quest'ultima stipula contratto di subappalto con Gamma. Il contratto di appalto e subappalto rientrano nell’ambito del D. Lgs. n. 276/2003 (Legge Biagi). La società Beta presenta domanda di concordato in bianco, ai sensi dell’art. 161, comma 6, l. fall. Dopo la presentazione della domanda, in virtù della responsabilità solidale, i dipendenti di Gamma chiedono di essere pagati da Alfa. Quest’ultima, dopo aver proceduto con il pagamento, chiede di poter compensare le somme con il proprio debito nei confronti di Beta, che quindi iscrive un Fondo rischi nella domanda di concordato. È fondata la richiesta di Alfa verso Beta? In caso affermativo, il fondo da iscrivere va al chirografo o al privilegio?

Leggi dopo

Secretazione del programma di liquidazione

21 Settembre 2016 | di Giuseppe Limitone

Programma di liquidazione

Il curatore fallimentare, all'atto di deposito del programma di liquidazione per il visto di legittimità del giudice delegato (o per la sua approvazione in assenza del comitato dei creditori), può chiedere di secretare i profili del programma che attengono all'intenzione di agire nei confronti degli amministratori per la responsabilità risarcitoria derivante da atti di mala gestio?

Leggi dopo

Vendita delegata: giuramento del perito stimatore

12 Settembre 2016 | di Giuseppe Limitone

Stimatore

In tema di vendita delegata di immobili, considerando che il perito stimatore è di norma nominato dal curatore ex art. 87 l. fall., deve egli giurare avanti al giudice delegato?

Leggi dopo

Pagine